BARLETTA PIANO FESTIVAL (1° luglio – 10 agosto)

0
335

Grandi interpreti, da Roberto Cappello ad Hanna Shybayeva

Diciassette concerti, un convegno sul futuro del recital, una masterclass

e l’incursione della Notte della Taranta nella piazza d’armi del Castello

Al Barletta Piano Festival entra in azione il prisma del talento. E con un effetto moltiplicatore il pianoforte viene celebrato da un gruppo di straordinari interpreti. L’appuntamento nella Città della Disfida è dal 1° luglio al 10 agosto con alcune figure di spicco del concertismo internazionale e una preponderante rappresentanza femminile. Tra i protagonisti della diciassettesima edizione, organizzata all’Hotel La Terrazza dall’associazione Mauro Giuliani, ci sono Roberto Cappello (2 luglio), Alexander Tutunov (17 luglio), Mariangela Vacatello (29 luglio) e Hanna Shybayeva (3 agosto) insieme a molti altri prodigi dello strumento.

Il programma, confezionato dal direttore artistico Pasquale Iannone, anche con alcune partnership internazionali di grande prestigio, include diciotto appuntamenti: diciassette concerti, un convegno con alcuni autorevoli esperti in materia, chiamati a discutere sul futuro del recital pianistico (23 luglio), una masterclass di perfezionamento (2 – 10 agosto) e uno sguardo oltre il mondo del pianoforte, il primo con l’arpista numero uno al mondo, Claudia Lucia Lamanna, con la quale il festival si aprirà il 1° luglio.

Prevista anche un’incursione dell’Orchestra Popolare La Notte della Taranta con un concerto fuori abbonamento in programma sulla Piazza d’armi del Castello (6 luglio).

Dunque, dopo l’inaugurazione con Claudia Lucia Lamanna, l’arpista di Noci che ha conquistato il mondo e il Teatro alla Scala (1° luglio), l’Hotel La Terrazza ospiterà (in collaborazione con l’Accademia del Ridotto di Stradella) un altro grande pugliese, il pianista salentino Roberto Cappello, vincitore nel 1976 del Concorso Busoni e da allora considerato uno dei maggiori interpreti al mondo di Chopin e Schumann (2 luglio). Canti ancestrali e ritmi ipnotici scanditi dal suono del tamburello irromperanno con il concerto straordinario dell’Orchestra Popolare La Notte della Taranta, che avrà come fronte espressivo le voci di Antonio Amato e Stefania Morciano e le danze di Cristina Frassanito e Andrea Caracuta (6 luglio).

Con la Hochschule Franz Listz di Weimar, il Barletta Piano Festival proporrà il concerto dell’astro nascente del violino, la tedesca Alexandra Weissbecker, di scena in duo con la pianista Camilla Chiga (9 luglio). Seguirà un omaggio ad Astor Piazzolla del Duettango For 5 (10 luglio), prima della finestra su Marco Schiavo e Sergio Marchegiani, specialisti del pianoforte a due (11 luglio).

Altro recital con Alessandro Marano, che spazierà dal Settecento di Scarlatti e Haydn all’Ottocento di Listz (15 luglio), ponte verso il concerto-evento del russo d’America Alexander Tutunov, appuntamento realizzato in collaborazione con la Southern Oregon University nel segno di Bach, Brahms, Beethoven, Rachmaninov e Prokofiev (17 luglio).

Mozart, Beethoven e Chopin sono, invece, gli autori ai quali si dedicherà Letizia Michielon (21 luglio), protagonista di un altro dei focus sulle grandi pianiste di oggi, al quale porterà un contributo fondamentale Ilia Kim con il suo «Recitar Suonando» dedicato a Chopin (22 luglio).

La stessa Ilia Kim sarà tra le protagoniste del convegno «Quale futuro per il recital pianistico» organizzato da Pasquale Iannone con il coinvolgimento di altri quattro grandi interpreti della tastiera, Emanuele Arciuli, Luca Ciammarughi, Francesco Libetta e Riccardo Risaliti, chiamati a dialogare sul tema con Filippo Michelangeli, direttore di Suonare News e Amadeus. Il dibattito verrà moderato da Valentina Lo Surdo, conduttrice di molte trasmissioni musicali per la Rai (23 luglio, ore 19.30).

Si continuerà a suonare il pianoforte, ma a quattro mani, con Marco Sollini e Salvatore Barbatano (25 luglio) in attesa dell’altra digressione dagli ottantotto tasti con la violoncellista Ludovica Rana, di scena con la pianista Maddalena Giacopuzzi (27 luglio). E a caratterizzare l’ampia rappresentanza femminile di questa edizione contribuiranno altre due figure di spicco del pianoforte, Mariangela Vacatello (29 luglio) e Hanna Shybayeva (3 agosto), ex enfants prodiges diventate due interpreti di primo piano nel panorama del concertismo che conta.

Prevista anche l’esibizione di un altro pianista pugliese in grande ascesa, Osvaldo Fatone (5 agosto), prima del doppio recital finale dei corsisti della masterclass diretta da Pasquale Iannone (8 e 10 agosto).

Tutti i concerti avranno inizio alle ore 21.15. Info 347.6194215. Costo dei biglietti e modalità di acquisto su barlettapianofestival.it.

redazione

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.