BARI – “TRA MUSICA E PAROLE” – Lunedì 1° luglio con Michele Mirabella

0
90
L’associazione Gershwin torna nel capoluogo pugliese con la rassegna che coniuga il meglio della musica nazionale e internazionale, dalla classica al pop, con la suggestione del teatro. Per raccontare, tra note e parole, storytelling accattivanti e opere immortali. Non mancheranno laboratori a tema, per favorire inclusione sociale e culturale.
Otto spettacoli di grande qualità nella città di Bari, per coniugare la musica italiana e internazionale, tra classica, pop e autoriale, per «raccontare» con note e voci una delle arti più nobili, insieme al teatro. Con artisti di chiara fama, miscelando alla musica storytelling, curiosità e interpretazioni, rese celebri dalle stesse opere.
Prende il via lunedì 1° luglio alle 21, nella Chiesa di Sacro Cuore a Bari Palese (via Macchie, 56), la seconda edizione della rassegna «Tra Musica e Parole» (ingresso libero), organizzata dall’associazione «Gershwin» presieduta da Fabrizio Signorile, con la direzione artistica di Rocco Debernardis, la direzione tecnica di Filippo De Salvo, e sostenuta nell’ambito dell’avviso pubblico «Le due Bari 2024», promosso dall’assessorato comunale alle Culture e finanziato dalla Direzione generale Spettacolo del MiC e dai fondi POC Metro.

Mattatore del primo appuntamento è il noto regista, attore e conduttore Michele Mirabella: lo spettacolo che andrà in scena si intitola «Curriculum! È intelligente ma non si applica», un viaggio fantasioso da Dante a Pirandello e oltre, fino ai giorni nostri, dalla prosa al cinema, dal varietà alla radio fino alla televisione, attraverso la vita vissuta dallo stesso Mirabella, dietro e davanti le quinte della scena teatrale e sulle cattedre universitarie. Dal baule della memoria usciranno incontri, episodi, viaggi, malinconie, passioni, sorrisi e risate di un’esistenza giocata tra arte, studio, cultura e tavole del palcoscenico. Il clarinettista Rocco Debernardis dialoga con il protagonista, tenendo le fila del curriculum del professore, e il duo Mercadante (formato dallo stesso Debernardis, con il pianista Leo Binetti) corona il racconto con interventi musicali dal vivo. Ne risulta uno spettacolo che è un insieme di tante forme teatrali, dalla narrazione all’avanspettacolo, dall’improvvisazione alla recitazione, sino all’intrattenimento musicale: si passa dall’intervista al dialogo giocoso e divertente con il pubblico, per ridere e sorridere tutti insieme.
Il secondo appuntamento della rassegna si svolgerà, sempre alle 21, il giorno successivo, martedì 2 luglio, nell’Auditorium Vallisa di Bari, con «I solisti e l’orchestra», in cui saranno impegnati due solisti di fama internazionale: il clarinettista Antonio Puglia e la giovanissima violinista Molly Salvemini; l’Orchestra da camera del Levante sarà diretta da Maurizio Dones. In programma un Intermezzo e la Jewish Suite, per clarinetto e archi, di Michele Mangani, l’«Estate» di Antonio Vivaldi (tratta dai concerti solistici per violino «Le quattro stagioni»), il «Rondò capriccioso» di Camille Saint-Saëns e due Concerti di Vivaldi per archi e clavicembalo.
Nel mese di luglio altri quattro spettacoli: il 5, nell’atrio del Redentore, con il concerto e la narrazione «Tra le mie onde», con Sergio Múñiz e il Trio Unisono (con la regia di Michele Mirabella); il 12, nei Giardini Giacomo Princigalli, toccherà a «Rondò Ensemble», con l’Orchestra del Levanteil 15, all’Arena della Pace, in scena «L’incantevole melodia del cinema», con il Giuseppe Milici Quartet e la voce narrante di Sergio Vespertinoil 29, nel Centro diurno San Gabriele, spazio alla comicità teatrale (ma anche musicale) di «Mr. Phino Show!» con Gianfranco Fino.
Infine ad agosto, gli ultimi due appuntamenti della rassegna: il 15, in Largo Sono Persone 8.8.91, con l’incantevole voce di Lisa Manosperti che canta i maggiori successi di Stevie Wonder, accompagnata dal Giuseppe Milici Quartet; il 27, nei Giardini Mizzi, con «Piazzolla…il tango», un viaggio nel tango argentino con il Sestetto Gershwin, comprendente Fabio Furia al bandoneon.
Ad ogni evento sarà collegato un laboratorio a tema, per favorire inclusione sociale e culturale: i primi due si svolgeranno alle 18,30, prima dei concerti citati. Il 1° luglio, nella Chiesa di Sacro Cuore, «Gli abiti di scena» sarà un laboratorio sui costumi di scena a cura di Giuseppe Belliniil 2 luglio, nel Circolo Acli «E. N. Dalfino», sarà la volta de «Gli strumenti ad arco», laboratorio di musica e liuteria a cura di Fabio Fortunato.
Per informazioni: 388.797.62.02.
redazione

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.