Bari piano festival: dal 21 al 29 agosto la V edizione – Il programma completo

0
58

BARI PIANO FESTIVAL

DAL 21 AL 29 AGOSTO A BARI LA V EDIZIONE

Appuntamenti inseriti nella FESTA DEL MARE – BARI 2022

Bari Piano Festival, dal 21 al 29 agosto, propone grandi artisti della scena internazionale e spettacoli di forte interesse, capaci di associare al pianoforte, declinato soprattutto nella dimensione della contemporaneità, espressioni artistiche quali scrittura, recitazione e danza. L’appuntamento diventato una certezza dell’estate barese giunge quest’anno alla sua V edizione ed è inserito all’interno del più ampio programma della Festa del Mare promossa da Regione Puglia in collaborazione con il Comune di Bari e realizzata dal Teatro Pubblico Pugliese nell’ambito del protocollo d’intesa 2022 con Puglia Promozione, operazione finanziata a valere sul PO PUGLIA FESR – FES 2014/2020 Il futuro alla portata di tutti Asse VI – Azione 6.8.

Un cartellone unico di eventi pensato per intercettare un pubblico ampio, una programmazione ricca che ospita grandi nomi della scena nazionale e internazionale accanto a talenti pugliesi.

Torre Quetta, Sagrato di San Nicola, Chiostro di Santa Chiara e Waterfront di San Girolamo sono i luoghi che ospiteranno i nove giorni di concerti del Bari Piano Festival che gode anche del patrocinio del Conservatorio “Niccolò Piccinni” di Bari e dell’Accademia di Musica di Pinerolo, nonché della media partnership di Rai Radio 3 Classica e del supporto di partner tecnici quali Gruppo IdeAzione, Farina Pianoforti. E con loro anche Fazioli Pianoforti e PIANOKeys di Luigi Lamacchia per il concerto del 23 agosto.

«Il Bari Piano Festival guarda oltre, attraverso le cifre estetiche che lo caratterizzano: la curiosità, il rigore delle scelte artistiche, la libertà di muoversi fra generi e approcci differenti; e mantenendo il pianoforte come strumento principe di una esplorazione che, anche quest’anno, sarà ricca di sorprese e di scoperte» spiega Emanuele Arciuli, direttore artistico della manifestazione.

Quest’anno il festival si apre il 21 agosto con un omaggio a Philip Glass per gli 85 anni del compositore. Lo celebrano due dei massimi specialisti del musicista americano, Maki Namekawa, la pianista per cui il maestro ha composto la recentissima Sonata, Dennis Russell Davies (dedicatario e committente di numerosissime pagine di Glass) e Emanuele Arciuli (Torre Quetta, ore 19.00).

Segue il 23 agosto (Sagrato di San Nicola, ore 21.00) un concerto di uno dei maggiori pianisti della scena mondiale, Louis Lortie, che propone un recital che festeggia altri due illustri anniversari di nascita: Alexander Scriabin (1872-1915) e Cesar Franck (1822-1890).

Il 24 agosto (Chiostro di Santa Chiara, ore 19.00) una maratona dal Novecento all’oggi, con tre pianisti: la pugliese Serena Valluzzi, il romano Giancarlo Simonacci e la coreana Sun Hee You, impegnati in un repertorio che si estende da Maurice Ravel, Claude Debussy e Isaac Albeniz a Nikolai Kapustin e Unsuk Chin, passando attraverso Four Walls, il capolavoro “romantico” di John Cage con la partecipazione del soprano Maria Elena Romanazzi.

Il concerto successivo, il 25 agosto (Chiostro di Santa Chiara, ore 20.00), vede impegnato uno dei più bravi pianisti italiani, Filippo Gamba, in un recital con Chopin e Rachmaninov incastonati tra due delle più celebri Sonate di Beethoven, la Patetica e Al chiaro di Luna.

Il 26 agosto (Chiostro di Santa Chiara, ore 19.00) una “antipresentazione” del romanzo di Omar Di Monopoli Brucia l’aria, con l’intervento di tre pianisti/tastieristi come Antonello Salis (che suonerà anche la fisarmonica), Vito Di Modugno (anche all’Hammond) e Francesco Negro (pianoforte). Set individuali e una jam session che li vedrà impegnati in una improvvisazione che trae suggestione dal libro. Interverrà per l’occasione anche Ines Pierucci, non solo nella veste di assessore alle Culture ma ancor più in quella di accanita lettrice.

Il penultimo appuntamento, il 27 agosto (Waterfront San Girolamo – Fesca, ore 20.00), vedrà impegnato Ralph van Raat, il più interessante pianista olandese della sua generazione, grande esecutore di musica d’oggi, e la danzatrice Ada Daniele, pugliese residente in Olanda, dove lavora in prestigiose compagnie di danza contemporanea.

Il 29 agosto (Torre Quetta, ore 19.00) chiude la rassegna David Helbock, jazzista austriaco che fa il suo debutto a Bari, con un omaggio ai 90 anni di John Williams, attraverso le sue più famose colonne sonore.

Info e prenotazioni: www.baripianofestival.it

I DETTAGLI DEI CONCERTI: TITOLI, PROGRAMMA, BIO

21 agosto – Torre Quetta / h 19.00

OMAGGIO A PHILIP GLASS PER UNO, DUE E TRE PIANOFORTI

Maki Namekawa, Dennis Russell Davies, Emanuele Arciuli pianoforte

Philip Glass

Programma

Philip Glass

Piano Sonata (2019)

I. Movement

II. Movement

III. Movement

(Maki Namekawa – solo)

Four Movements for Two Pianos

I. Movement

II. Movement

III. Movement

IV. Movement

(Maki Namekawa – Piano 1, Dennis Russell Davies – Piano 2)

Suite from “Les Enfants terribles” for Three Pianos

(Maki Namekawa – Piano 1, Dennis Russell Davies – Piano 2, Emanuele Arciuli – Piano 3)

Maki Namekawa

Maki Namekawa si esibisce regolarmente nei più importanti palcoscenici internazionali come la Carnegie Hall di New York, il Musikverein di Vienna, la Philharmonie di Parigi, il Concertgebouw di Amsterdam, la Suntory Hall di Tokyo e numerosi festival. Nel 2013 ha eseguito in prima mondiale l’intero ciclo dei 20 studi per pianoforte solo di Philip Glass, replicato in tutto il mondo. Nel 2019 Philip Glass ha composto la sua Sonata per pianoforte appositamente per Maki Namekawa che l’ha eseguita in prima assoluta al Piano-Festival Ruhr in Germania. L’album digitale e il CD della Sonata per pianoforte sono stati pubblicati nel 2020, ricevendo elogi dal BBC Music Magazine.

Dennis Russel Davies

Dennis Russell Davies è considerato tra i direttori più creativi e innovativi di oggi, in prima linea nel mondo orchestrale, da camera e operistico. Artista moderno, articolato e versatile, ammirato per la sua padronanza della musica tradizionale e contemporanea, è anche un affermato pianista ed eccellente collaboratore, ricercato da orchestre, compositori e artisti allo stesso modo per le sue capacità interpretative. Dall’inizio della stagione 2018/19 è Direttore Artistico e Direttore Principale della Filarmonica di Brno, e nel settembre 2020 ha assunto la carica di Direttore Principale presso l’Orchestra Sinfonica MDR (Radio) di Lipsia.

Emanuele Arciuli

Con un repertorio che spazia da Bach alla musica del nostro tempo, Emanuele Arciuli è ospite regolare di festival, orchestre ed istituzioni musicali tra le più prestigiose a livello internazionale. È considerato tra i massimi interpreti della musica del XX e XXI secolo, con particolare riferimento ai compositori statunitensi: sono più di cinquanta le pagine composte per lui da autori come George Crumb, Milton Babbitt, Frederic Rzewski, Michael Nyman, Michael Daugherty, John Luther Adams.

23 agosto – Sagrato di San Nicola / h 21.00

PIANO RECITAL

Louis Lortie pianoforte

Cesar Franck e Alexander Scriabin

Programma

Cesar Franck

Prélude, choral et fugue in Si minore per pianoforte

Alexander Scriabin

 Ventiquattro Preludi, op. 11

Louis Lortie

Da oltre 30 anni, il pianista franco-canadese Louis Lortie si esibisce in tutto il mondo, ed è considerato uno degli artisti più versatili sulla scena del pianismo internazionale. Riesce infatti ad estendere la sua voce interpretativa a un vasto raggio di repertorio e le sue esibizioni, così come le sue pluripremiate registrazioni, testimoniano la sua notevole poliedricità musicale. Richiesto in cinque continenti, Louis Lortie appare in tutte le sale da concerto e festival più prestigiosi al mondo.

24 agosto – Chiostro di Santa Chiara / h 19.00

MARATONA PIANISTICA: DAL NOVECENTO AD OGGI

Serena Valluzzi Maurice Ravel, Claude Debussy, Isaac Albeniz

Giancarlo Simonacci John Cage

con la partecipazione del soprano Maria Elena Romanazzi

Sun Hee You Dimitri Shostakovich, Fabio Vacchi, Unsuk Chin, Hyung-Ki Joo, Nikolai Kapustin

Programma

Maurice Ravel

Gaspard de la nuit

Claude Debussy

Estampes

Isaac Albeniz

Iberia – III libro – El Albaicin

John Cage

Four Walls    con la partecipazione del soprano Sara Gamarro

Dimitri Shostakovich

Preludio e Fuga op. 87 nr. 24 in Re minore (1951)

Fabio Vacchi (1949)

Echi d’ombre (2005)

Unsuk Chin (1961)

Piano Etude nr. 6 Grains (2000)

Hyung-ki Joo (1973)

Childhood 1979 (2021)

Chandeliers (2001)

Nikolai Kapustin (1937-2020)

Bagatelles op. 59 nr. 6   comodo (1991)

Variations op. 41 (1984)

Serena Valluzzi

Pianista pugliese di spiccato talento, Serena Valluzzi si esibisce regolarmente in concerti solistici e cameristici in Italia e all’estero. Nel 2017 vince la 55ª edizione del Concorso pianistico internazionale “A. Speranza” di Taranto e nel 2020 il Premio Alkan per il virtuosismo pianistico. Grazie a quest’ultimo incide nel 2020 i suoi primi due CD prodotti da 2R Studio Produzioni Multimediali – Steinway&Sons – Vailog Milan, con musiche di Scarlatti, Chopin, Liszt, Rachmaninoff, Ravel e Ginastera. Nel 2021 si classifica al 4° posto al prestigioso Concorso “Ferruccio Busoni” di Bolzano.

Giancarlo Simonacci

Pianista e compositore, Giancarlo Simonacci è nato a Roma dove ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio “Santa Cecilia”. Svolge attività come solista e quale collaboratore di vari cantanti e strumentisti. Come autore e interprete è presente nei più importanti festival e istituzioni

concertistiche internazionali. Le sue composizioni sono pubblicate da BMG Ricordi, Edipan, Rugginenti e Accord for Music e Da Vinci Edition.

Maria Elena Romanazzi

Cantante e performer esplora da anni il repertorio del ‘900 e collabora con compositori contemporanei che hanno scritto per lei lavori di interazione fra musica, arti visive e danza. Ha al suo attivo collaborazioni con compositori di fama internazionale come Louis De Pablo, Luca Francesconi, Michele dall’Ongaro, Mauro Montalbetti, Vito Palumbo. Si è esibita in prestigiosi Teatri e Festival in Europa e Asia.

Sun Hee You

Con virtuosismo e malleabilità stilistica, la pianista sudcoreana Sun Hee You è un brillante esempio di musicista classica di nuova generazione. Si è formata a Seul dove ha frequentato la Yewon School, la famosa istituzione musicale coreana per i bambini prodigio, dopo aver vinto svariati concorsi sin dai primi anni di studio del pianoforte. Si esibisce regolarmente presso le più importanti istituzioni e festival musicali in Italia e all’estero.

25 agosto – Chiostro di Santa Chiara / h 20.00

PIANO RECITAL

Filippo Gamba pianoforte

Ludwig van Beethoven, Sergei Rachmaninov, Frederik Chopin

introduce Lorenzo Mattei

Programma

Ludwig van Beethoven

Sonata op.13 Patetica

Sergej Rachmaninov

Preludio op. 3 nr. 2

Preludio op. 32 nr. 10

Fryderyk Chopin 4

Mazurche op. 68

Notturno op. 37 nr. 1

Valzer op. 64 nr. 1

Ludwig van Beethoven

Sonata op. 27 nr. 2 Al chiaro di luna

Filippo Gamba

Pianista e interprete raffinato, Filippo Gamba si esibisce regolarmente in Italia e all’estero. Prestigiose sono state, negli anni, le sue performance come solista con orchestre come i Berliner Symphoniker, la Wiener Kammerorchester, la Staatskappelle di Weimar, la Camerata Academica Salzburg, l’Orchestra della Tonhalle di Zurigo e della City of Birmingham, sotto la bacchetta, tra gli altri, di Simon Rattle, James Conlon e Vladimir Ashkenazy. Filippo Gamba è inoltre professore alla Musik-Akademie di Basilea e tiene Masterclass di interpretazione pianistica.

26 agosto – Chiostro di Santa Chiara / h 19.00

BRUCIA L’ARIA

attorno al romanzo di Omar Di Monopoli

Jam Session, improvvisazioni e dialoghi con l’autore

Antonello Salis pianoforte e fisarmonica

Vito Di Modugno pianoforte e organo Hammond

Francesco Negro pianoforte

interviene Ines Pierucci

Programma

Jam Session, improvvisazioni e dialoghi con l’autore

Omar Di Monopoli

Scrittore e sceneggiatore, Omar Di Monopoli si è affacciato nel panorama culturale nazionale nel 2007 entrando a far parte del catalogo delle edizioni milanesi ISBN con il romanzo Uomini e cani (Premio Kilhgren Città di Milano). Il suo ultimo romanzo, Brucia l’aria, uscito nell’autunno 2021, è invece targato Feltrinelli. Insegna comunicazione e scrittura creativa per la Scuola Holden. Scrive regolarmente per il cinema e per il web e collabora con le più importanti riviste e antologie italiane.

Antonello Salis

Pianista e fisarmonicista jazz, Antonello Salis (1950) rappresenta uno dei maggiori interpreti nel panorama jazz nostrano e non solo. Dal 1978 è protagonista in recital di piano solo e fisarmonica in Italia ed all’estero, ospite dei maggiori jazz festival. Il suo percorso musicale è inoltre costellato da collaborazioni eccellenti: Massimo Urbani, Marcello Melis, Enrico Rava, Paolo Fresu, Roberto Gatto, Stefano Bollani, Pino Minafra, Fabrizio Bosso, Gérard Pansanel, Cecil Taylor, Pat Metheny e tanti altri.

Vito Di Modugno

Organista, pianista e bassista, Vito Di Modugno è stato eletto tra i migliori organisti al mondo dalla prestigiosa rivista americana “Downbeat”. Nel 2003 è tra i migliori nuovi talenti nel referendum “Top Jazz” indetto dalla rivista “Musica Jazz”, ed è pluri-vincitore del “Jazzit Awards” come miglior organista italiano. La rivista “Musica Jazz” lo ha inserito tra gli specialisti dell’Organo Hammond. È docente di pianoforte jazz presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari, e dal 1985 tiene masterclass di pianoforte, basso elettrico presso “il Pentagramma” di Bari.

Francesco Negro

Guidato dalla sua sensibilità artistica e dagli studi accademici, Francesco Negro costruisce il suo personale percorso di ricerca artistica seguendo una linea ideale che parte dalla lezione di Thelonious Monk, Bud Powell e Lennie Tristano e passando da Abdullah Ibrahim, Bill Evans e Keith Jarrett arriva al pianismo lirico e meditativo di musicisti contemporanei come John Taylor, Enrico Pieranunzi, Stefano Battaglia e Craig Taborn. Ha un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero.

27 agosto – Waterfront San Girolamo – Fesca / h 20.00

LA MUSICA INCONTRA LA DANZA

Ralph van Raat pianoforte

Keith Jarrett (The Köln Concert)

Con la partecipazione di Ada Daniele (danzatrice)

Programma

Keith Jarrett (The Köln Concert)

Ralph van Raat

Ampiamente celebrato per il suo virtuosismo e la sua formidabile memoria nell’esecuzione, il pianista e musicologo olandese Ralph van Raat si esibisce regolarmente come solista e con orchestre in tutto il mondo, interessandosi in modo particolare all’esecuzione della musica classica contemporanea. Ha lavorato a stretto contatto con molti compositori sull’interpretazione delle loro opere per pianoforte, come John Adams, Helmut Lachenmann, György Kurtág, Magnus Lindberg, Arvo Pärt e Sir John Tavener.

Molti compositori hanno scritto e dedicato le loro composizioni per pianoforte solista a Van Raat, tra cui Gavin Bryars, Frederic Rzewski, Louis Andriessen, Karen Tanaka, Tan Dun e David Lang.

Ada Daniele

Ada Daniele (1992) si forma come danzatrice all’Accademia Nazionale di Danza a Roma; successivamente si diploma in Olanda, all’ArtEZ University of the Arts. Nel 2014 entra nell’ensemble di Tanzmainz diretto da Honne Dormann in Germania. Dal 2018 è freelance nella scena di danza e teatro olandese. Collabora stabilmente con Guy and Roni, e con la compagnia urban X Yusuf Boss.

29 agosto – Torre Quetta / h 19.00

CONCERTO AL TRAMONTO: OMAGGIO A JOHN WILLIAMS

David Helbock pianoforte

introduce Alceste Ayroldi

Programma
Omaggio a John Williams

David Helbock

Fin dall’inizio della sua carriera, David Helbock ha dimostrato eccezionali capacità come compositore. Ad oggi è considerato un’icona della scena jazz europea e internazionale. Premiato per ben due volte al più grande concorso Jazzpianosolo del mondo a Montreux (nel 2007 e nel 2010), nel 2011 è stato insignito del premio Outstanding Artist Award dal governo austriaco. Dal 2016 è un artista esclusivo con la rinomata etichetta di Monaco ACT-Music. David Helbock tiene concerti con i suoi ensemble in paesi come Stati Uniti, Canada, Messico, Russia, Cina, Mongolia, Corea del Sud, Filippine, Indonesia, Malesia, India, Sudafrica ecc.

LASCIA UN COMMENTO