42 gradi – Bisceglie 28/31 luglio 2022: gli ospiti

1
79

 

Vecchie Segherie Mastrototaro,

Linea d’Onda e sistemaGaribaldi

con il sostegno del consorzio nazionale

RILEGNO

 

 

la collaborazione di

Ance, Doc/Famila, Manzi Marmi,

Mastrototaro Food&Wood, Pedone Working, Tersan.  

e la complicità del

Club Cultura di Confindustria

presentano

 

42 gradi

idee sostenibili

atto terzo

Bisceglie 28/31 luglio 2022

cura scientifica

Mario Tozzi

 

Per quattro giorni a Bisceglie si riflette sul cambiamento climatico con il curatore scientifico e geologo Mario Tozzi, il matematico Piergiorgio Odifreddi, lo scrittore Fabio Genovesi, la vice presidente della regione Emilia Romagna Elly Schlein,  l’archeologa delle piante Isabella Dalla Ragione, l’inventore di casa/clima Norbert Lantschner e molti altri

 

 

Dal 28 al 31 luglio a Bisceglie si riflette sul cambiamento climatico, sulle possibilità e necessità che abbiamo per contenerlo con alcuni nomi prestigiosi del panorama scientifico e culturale nazionale e internazionale tra i quali il curatore scientifico dell’iniziativa, il geologo Mario Tozzi, il matematico Piergiorgio Odifreddi, lo scrittore Fabio Genovesi, la vice presidente della Regione Emilia Romagna Elly Schlein, l’archeologa delle piante Isabella Dalla Ragione, l’inventore di casa/clima Norbert Lantschner.  Sono solo alcuni degli ospiti della terza edizione del festival 42 gradi, idee sostenibili, organizzato da Vecchie Segherie Mastrototaro, Linea d’Onda e sistemaGaribaldi con il sostegno del consorzio nazionale Rilegno e la collaborazione di Ance, Doc/Famila, Manzi MarmiMastrototaro Food&Wood, Pedone Working, Tersan e la complicità del  Club Cultura di Confindustria. Direzione condivisa, con Mario Tozzi, da Carlo Bruni, Mauro Mastrototaro e Viviana Peloso, e un programma ospitato in uno degli angoli più suggestivi della città. Calendario ricco e coinvolgente che parte da giovedì 28 luglio alle ore 19.00, alle Vecchie Segherie Mastrototaro con Solo di uomini il bosco può morire, una conversazione con Lorenzo Ciccarese (ISPRA), la scrittrice Antonella Cilento e Paola Mairota, ecologa forestale. Al centro, il nostro prezioso patrimonio vegetale e come difenderlo da noi stessi. Alle ore 21.00, nel Seminario Arcidiocesano debutta lo spettacolo Totò degli alberi della compagnia Kuziba Teatro, alla scoperta di come è nata la storia del Barone Rampante di Italo Calvino nel teatrino più piccolo del mondo. Alle ore 21.30 sui quarantaduescalini di via Porto: Non è colpa nostra, una conversazione con Mario Tozzi con il contributo di Nicola Semeraro (presidente di Rilegno). L’autore di Sapiens al grido di “Ve l’avevo detto” riassume quante e quali possibilità restano ad una specie che sembra decisa a tagliare il ramo che la sostiene. Venerdì 29 luglio alle ore 19.00, alle Vecchie Segherie Mastrototaro si parte con Abitare: la giornalista Maria Chiara Voci dialoga con Norbert Lantschner, inventore di CasaClima, su come ripensare un paesaggio urbano che coniughi accoglienza, risparmio energetico, salute e bellezza, dai materiali ecocompatibili a nuove strategie di sviluppo. Prezioso il contributo di Michele Cristomomo, presidente dell’ENEL. Alle ore 21.00 si replica lo spettacolo Totò degli alberi, mentre alle ore 21.30 sui quarantaduescalini, arriva Elly Schlein, vice presidente dell’Emilia Romagna, per raccontare La nostra parte: perché non si può attuare una vera svolta ecologica senza un’assunzione personale di responsabilità che riguardi sia le nostre pratiche quotidiane che il nostro impegno politico. Sabato 30 luglio, ore 19.00, alle Vecchie Segherie Mastrototaro, Tuttifrutti è il titolo di una conversazione con Isabella Dalla Ragione e Paolo Belloni, due ospiti che hanno dedicato vita e ricerca alla valorizzazione della varietà in agricoltura, intesa come concetto, ma anche come concreto strumento utile alla sopravvivenza di un ecosistema capace di adeguarsi alle mutazioni climatiche. Alle ore 21.30, sui quarantaduescalini l’ospite imperdibile è lo scrittore Fabio Genovesi. Titolo eloquente: C’è una luce che non si spegne mai. Stavolta alle ore 23,30, replica notturna dello spettacolo Totò degli alberi (sempre al Seminario Arcidiocesano). Domenica 31 luglio alle ore 19.00, Vecchie Segherie Mastrototaro, appuntamento con Il valore dell’acqua, una conversazione con Valentina Pigmei e Raffaele Scarimboli. Viviamo su di un pianeta che, per l’enorme prevalenza d’acqua, dovremmo chiamare Oceano piuttosto che Terra, eppure, paradossalmente, ci dirigiamo a capofitto verso una straordinaria crisi idrica. Alle ore 21.00 replica di Totò degli alberi (al Seminario) e alle ore 21.30, sui quarantaduescalini di via Porto, finale affidato al matematico Piergiorgio Odifreddi che, con Mario Tozzi, parlerà di Cose dell’altro mondo e cioè di quanto rischiamo e di quanto la scienza e la cultura siano essenziali per mettere un po’ a posto questo mondo in subbuglio.  Intanto, come se non bastasse, dalle ore 18,00 alle 21,00, nell’ex cimitero seicentesco della Chiesa del Purgatorio, sarà possibile vedere l’esito del laboratorio condotto da Antonio Catalano, Il Giardino degli angeli Chiassosi, con Zonaeffe, nell’ambito del progetto “Spazi di Prossimità” della Regione Puglia. Un’istallazione creata da La Classe: un gruppo di ragazze e ragazzi fra i 16 e i 19 anni, ospite permanente di 42 gradi, che approfondirà i temi dell’iniziativa anche attraverso una serie di visite in aziende e istituti di ricerca specializzati in percorsi sostenibili ed innovativi, laboratori e spettacoli. Il programma prevede giovedì 28 luglio ore 9.30 visita alla TERSAN (Modugno) per conoscere idee e contenuti di un’impresa nata per riportare alla terra ciò che la terra produce; venerdì 29 luglio ore 9,30 visita alla BIOMAT Canapa di Foggia, dove scoprire il circolo virtuoso che, partendo dalla coltivazione della canapa, porta alla produzione di materiale edile destinato alla costruzione di case attente alla salute di chi le abita; sabato 30 luglio  ore 9,30 con MANZI MARMI, impresa dedita alla cava e alla valorizzazione della pietra, si visita il laboratorio FABLAB del Politecnico a Bitonto dove il professor Nicola Parisi indaga lo sviluppo di stampanti 3D in grado di costruire case utilizzando “avanzi” infine domenica 31 luglio ore 9,30 visita all’impianto produttivo di MASTOTOTARO FOOD e al borgo antico di Bisceglie con l’assistenza dell’associazione BICILIAE. Si parte dal campo magico: 25mila metri quadri di telai dedicati a quei rubini che il sole trasforma.

 

Tutti gli appuntamenti (fatta eccezione per Totò degli alberi) sono ad ingresso gratuito sino ad esaurimento posti disponibili per informazioni  www.42gradi.com e info.42gradi@gmail.com

Redazione

 

 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO