Massafra, domani la quarta e ultima giornata di «Vicoli Corti» 2021

0
77

Si conclude al Cineteatro Spadaro di Massafra la sedicesima edizione di «Vicoli Corti. Cinema di periferia», con le premiazioni dei cortometraggi in concorso. Tra le proiezioni, la chicca di «Frankenstein», film del 1910 diretto da J. Searle Dawley. 

Domenica 19 dicembre si conclude la sedicesima edizione di «Vicoli Corti. Cinema di Periferia», il festival ideato e prodotto dall’associazione «Il Serraglio», con la direzione artistica di Vincenzo Madaro. Al Cineteatro Spadaro di Massafra (ingresso libero), si ricomincia con due film di animazione prodotti in Italia, per la sezione «Cinema ragazzi»: alle 10 sarà in proiezione «Trash – La leggenda della piramide magica» di Luca Della Grotta e Francesco Dafano (adatto ai bambini dai 5 anni in su), e alle 17 «Yaya e Lennie» di Alessandro Rak (consigliato dai 10 anni in su).

Alle 19 sarà proiettata una storica chicca, in collaborazione con il Monsters Taranto Horror Film Festival: si tratta di «Frankenstein», diretto da J. Searle Dawley nel 1910, cortometraggio muto e primo adattamento cinematografico in assoluto dell’omonimo romanzo di Mary Shelley. Per molti anni il film si è creduto perso. Si possedeva soltanto una singola immagine di Charles Ogle – che interpreta il mostro – in costume e una descrizione della trama prese da un catalogo di film della Edison. Negli anni ‘50 una copia del film fu poi acquistata da un collezionista del Wisconsin, Alois Dettlaff (1921-2005), che non comprese la rarità del film sino a molti anni dopo. La sua esistenza fu rivelata solo verso la metà degli anni ‘70. Nonostante la pellicola fosse leggermente deteriorata era in condizioni di essere proiettata. Nel 2018 è stata poi definitivamente restaurata dalla Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.

A seguire, si svolgerà la cerimonia finale, con la premiazione e la proiezione del cortometraggio vincitore della sedicesima edizione di «Vicoli Corti», e la proiezione dell’installazione video sonora «Etopèa»,in collaborazione con il Collettivo Zeugma: presentato lo scorso 11 e 12 dicembre a Taranto come anteprima del festival, è unprogetto crossmediale e interdisciplinare a cura dei sound artist Francesco Giannico e Anacleto Vitolo.

Alle 20,45 la chiusura del festival con il lungometraggio «A Chiara» di Jonas Carpignano, premiato con l’Europa Cinema Label al Festival di Cannes. È la storia di Chiara Guerrasio (interpretata da Carmela Fumo), secondogenita ma prima nel cuore di suo padre, una ragazzina sveglia e, al contrario delle sue sorelle, con un carattere forte e deciso. Quando suo padre lascia Gioia Tauro per un lungo viaggio di lavoro, gli equilibri all’interno della famiglia cambiano e Chiara è costretta a vedere la sua città e la sua famiglia con occhi diversi.

Tutti e dodici i corti in gara, visibili in questi giorni anche in streaming su MyMovies, si contenderanno due premi: uno assegnato da una giuria di studenti (guidati da Massimo Causo e Davide Di Giorgio); l’altro in denaro, conferito da una giuria (formata da una call) rivolta a studenti universitari di cinema e arte, oltre a giovani cineasti e addetti ai lavori. 

L’ingresso al Cineteatro Spadaro è gratuito (con prenotazione). Info: tel/whatsapp: 347.579.85.02 – mail: info@vicolicorti.it. Prenotazioni on line su www.billetto.it.

Per l’accesso a tutti gli eventi è necessario il Super Green Pass.

Sito internetwww.vicolicorti.it

Pagina Facebook: Vicoli Corti

Profilo Instagram: vicolicorti

fficio stampa “Vicoli Corti”

redazione

LASCIA UN COMMENTO