Peppe Barra e Fabio Concato al Petruzzelli di Bari per la Camerata Musicale Barese

0
153

DUE SPETTACOLI DI GRANDE PRESTIGIO
NEL NOVEMBRE DELLA CAMERATA MUSICALE BARESE:
PEPPE BARRA E FABIO CONCATO

Il novembre artistico della Camerata Musicale Barese si chiude con due grandi Eventi della Stagione degli 80 anni: un sommo artista, icona di una Napoli regina dell’immaginario, Peppe Barra, il 24 novembre, e un cantautore milanese con il jazz nel sangue, Fabio Concato il 28.
Entrambi gli spettacoli sono programmati al Teatro Petruzzelli.
Peppe Barra presenterà “Tiempo”, un evento che è un po’ la somma di tutto il suo percorso artistico, espressione di una napoletanità dal sapore passato e dalle sonorità contemporanee. La sua voce gli consente di raggiungere in scena risultati sorprendenti, con il sostegno di musicisti straordinari che da lungo tempo sono i suoi compagni di viaggio: Paolo Del Vecchio (chitarre, mandolino), Luca Urciuolo (pianoforte, fisarmonica), Ivan Lacagnina (percussioni), Sasà Pelosi (basso acustico) e Mario Conte (elettronica e tastiere).
Peppe restituisce allo spettatore un repertorio che parte dalla contaminazione di brani della tradizione di autori come G.Basile, E. A. Mario, Leonardo Vinci, Ferdinando Russo, ad autori contemporanei come Pino Daniele, Giorgio Gaber, Bob Marley, Enzo Gragnaniello.
Entra nella sua Napoli di ieri e di oggi, ne canta l’amore, il sogno, ma anche la deturpazione data dallo scempio ambientale che ha subìto. Incita il pubblico ad alimentare il sogno, a mettere in armonia quello che è perduto e quello che verrà e lo fa in maniera particolarmente accorata e realista, ma al tempo stesso così scanzonata e poetica, da riuscire a toccare in tutti modi i nostri cuori.
Napoli e Peppe Barra sono una cosa sola, una sola storia, una simbiosi totale tra l’artista e la sua città, frutto di quarant’anni di vita e di “mestiere”. Questo è il termine che può definire meglio l’arte di Peppe, mito del palcoscenico, da sempre interprete della sua arte come un autentico lavoro di artigianato: musica e parole si compongono in un unico canovaccio di straordinaria intensità emozionale.
Il 28 novembre la Grande Musica italiana d’autore torna finalmente a Bari, protagonista Fabio Concato, che, proporrà un concerto tanto intimo quanto suggestivo, in cui – tra ricordi ed emozioni – guiderà il pubblico in un lungo viaggio tra i suoi successi: dalle prime canzoni fino ai brani più recenti.
Il live fa parte del «Musico Ambulante Tour», che prende il nome dalla raccolta di successi pubblicata lo scorso gennaio. L’opera, divisa in due dischi, contiene 22 tra i più grandi singoli del cantautore milanese (da «Fiore di maggio» a «Domenica bestiale»), rivisti e riarrangiati in una versione più essenziale, solo chitarra e voce.
A questi, si aggiunge la bonus track in dialetto milanese «L’Umarell», i cui proventi sono stati devoluti in beneficenza per la lotta contro il Covid-19. Una scelta che è valsa l’anno scorso a Concato l’Ambrogino d’Oro”.
Con lui sul palco, i suoi amici Musici, ovvero: Ornella D’Urbano (arrangiamenti, piano e tastiere),
Larry Tomassini (chitarre), Stefano Casali (basso) e Gabriele Palazzi (batteria).
Per i due spettacoli di “Teatro Musicale” la Camerata propone un abbonamentino dalle condizioni particolari. Per informazioni e prenotazioni gli interessati possono rivolgersi presso gli uffici della Camerata infotel 080/5211908, sul sito www.cameratamusicalebarese.


redazione

LASCIA UN COMMENTO