Comune di Bari: questa mattina la sigla del protocollo per il Tavolo permanente per le politiche industriali della città

0
98

IL COMUNE COMUNICA – questa mattina la sigla del protocollo per il Tavolo permanente per le politiche industriali della città di Bari

 

QUESTA MATTINA LA SIGLA DEL PROTOCOLLO

PER IL TAVOLO PERMANENTE PER LE POLITICHE INDUSTRIALI DELLA CITTÀ DI BARI

Su iniziativa del vicesindaco e assessore alle Politiche attive del lavoro Eugenio Di Sciascio, è stato siglato questa mattina, nella sala consiliare di Palazzo di Città, il protocollo d’intesa per l’istituzione di un tavolo permanente dedicato all’individuazione di progettualità e di politiche condivise e al monitoraggio delle criticità e linee di sviluppo dei diversi comparti produttivi della città di Bari. Sarà compito del tavolo proporre iniziative condivise per sviluppare e qualificare il lavoro e formare le competenze dando vita a un osservatorio privilegiato su questi temi, individuando inoltre idonei strumenti di welfare per sostenere le persone che rischiano di essere marginalizzate dai processi legati all’innovazione.

A siglare l’accordo i rappresentanti di: Comune di Bari, Università degli Studi di Bari Aldo Moro, Politecnico di Bari, Università LUM, CNR Area della Ricerca di Bari, ARTI Puglia, Città Metropolitana di Bari, Consorzio ASI, Attività di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale, Distretto produttivo dell’informatica, CGIL Bari, CISL Bari BAT, UIL Puglia, Confindustria Bari e BAT, Confartigianato Bari, CNA dell’area Metropolitana di Bari, Confcommercio Bari e BAT e Confcooperative Bari e BAT.

Il Comune infatti ha voluto aprire un confronto permanente con i principali portatori di interesse attivi nel territorio comunale per lo sviluppo del tessuto industriale della nostra città, individuando i temi della formazione accademica e della ricerca, della formazione specializzata, dell’impresa e dello sviluppo economico, dell’aggregazione e rappresentanza del tessuto economico-produttivo, della valorizzazione dei lavoratori nonché dell’attuazione tecnico-operativa delle politiche di sviluppo regionali, nazionali ed europei.

Il tavolo, che sarà aperto anche alla partecipazione e al contributo di altri stakeholder, lavorerà per favorire lo sviluppo economico e sociale dell’area metropolitana di Bari, anche con l’obiettivo di rappresentare le esigenze del territorio in vista delle opportunità offerte dalla nuova programmazione regionale e dal PNRR.

“In verità l’iniziativa che formalizziamo oggi – ha dichiarato Eugenio Di Sciascio – è nata prima dell’estate e in questi mesi, nell’ambito di tavoli tematici, ha prodotto già i primi risultati che stiamo ora portando avanti per la programmazione prevista dal PNRR.

L’elemento essenziale di questo accordo risiede nel confronto e nella capacità progettuale che dovremo mettere in campo, in un contesto di grandi cambiamenti in cui ciascuno, per le proprie competenze, è chiamato ad operare con l’obiettivo comune di contribuire alla crescita della nostra città, del nostro territorio e del Paese intero.

Di fronte alle sfide che ci attendono e che ci chiamano in causa tutti, un altro fattore determinante è rappresentato dal tempo che, ora più che mai, dovremo impegnarci a ridurre il più possibile per centrare gli obiettivi di ripresa.

Nel ringraziare tutti i presenti per aver condiviso l’idea di un tavolo di lavoro comune, desidero sottolineare l’importanza di coinvolgere i più giovani in questo percorso di analisi e programmazione che guarda di fatto alla next generation e che pertanto non può fare a meno della loro partecipazione.

Grazie alla piattaforma Platone, messa in via sperimentale a disposizione di questa iniziativa e per cui ringrazio ConfCooperative, potremo lavorare anche condividendo progetti e documenti di lavoro in modo da proseguire spediti, mentre immaginiamo una serie di appuntamenti aperti a chi sia interessato a conoscere l’avanzamento dei lavori del tavolo. Ringrazio anche Porta Futuro, che ancora una volta dimostra la sua capacità di essere uno strumento fondamentale al servizio della comunità barese”.

Di seguito, nel dettaglio, gli obiettivi principali dell’accordo siglato questa mattina, che avrà durata triennale:

– Individuare, approfondire ed attuare progettualità condivise di sviluppo industriale, produttivo e, in generale, economico-sociale della città di Bari, intercettando e ottimizzando politiche, strumenti e risorse di natura regionale, nazionale e comunitaria

– Monitoraggio costante delle criticità e delle opportunità di sviluppo rivenienti da reti e competenze delle Parti nonché da fonti e strumenti esterni ai componenti della presente rete (studi, ricerche, analisi)

– Condividere linee di sviluppo e progettualità, proprie locali o derivanti dalle reti territoriali, anche nazionali ed europee, al fine di individuare strumenti condivisi da proporre anche a soggetti istituzionali sovraterritoriali quali Regione, Governo centrale, organismi comunitari

– Condividere pratiche e conoscenze utili per l’innovazione di processo e di prodotto, da portare all’attenzione delle organizzazioni / aziende / enti afferenti alle parti

– Condividere scenari, cambiamenti, opportunità e minacce che, secondo una logica di osservatorio, possono prevenire o massimizzare problematiche e opportunità per la città di Bari, in una logica di sviluppo resiliente e condiviso

– Mettere a disposizione spazi fisici e virtuali per la diffusione di informazioni relative ad opportunità / strumenti utili per lo sviluppo cittadino e rivenienti dalle rispettive reti di riferimento

– Proporre e presentare i risultati delle progettualità condivise in vista delle opportunità rappresentate dalla nuova programmazione regionale e dal PNRR.

– Condividere esperienze, attraverso incontri di approfondimento o studio organizzati in occasione di eventi che ogni parte organizza nell’ambito delle proprie ordinarie attività o anche eventualmente nell’ambito del protocollo.

LASCIA UN COMMENTO