Comune di Foggia, Viminale, Landella e altri consiglieri incandidabili

0
171

Dopo lo scioglimento del Comune di Foggia per infiltrazioni mafiose, Il ministero dell’Interno ha chiesto la dichiarazione di incandidabilità dell’ex sindaco di Foggia Franco Landella (Lega) e per altri nove consiglieri comunali. Questi i consiglieri coinvolti: Leonardo Iaccarino, ex presidente del Consiglio comunale (arrestato e ora tornato libero il 30 aprile scorso con le accuse corruzione, tentata induzione indebita e peculato), Antonio Capotosto, Consalvo Di Pasqua, Dario Iacovangelo, Liliana Iadarola, Erminia Roberto, Bruno Longo, Pasquale Rignanese e Lucio Ventura. Tutti – secondo la richiesta avanzata dal Ministero – sono ritenuti responsabili dello scioglimento per mafia del comune di Foggia. L’udienza davanti al Tribunale di Foggia è stata fissata il prossimo 14 dicembre. E’ in corso anche una inchiesta su un presunto giro di tangenti e che vede coinvolte 14 persone tra cui lo stesso ex sindaco e alcuni consiglieri comunali di maggioranza.

redazione

LASCIA UN COMMENTO