“Si tocca l’orecchio mentre in un comizio cita Vendola”: il video diventa virale sul web e il consigliere comunale si difende

0
588

E’ polemica dopo il gesto del consigliere comunale pugliese di Minervino Murge, Luigi Roccotelli , già sindaco e attuale consigliere comunale di Minervino (Barletta-Andria-Trani), candidato con la lista civica “SiAmo Minervino”, a sostegno della sindaca uscente Lalla Mancini. Roccotelli a dire di alcuni pare abbia toccato il suo l’orecchio destro mentre in un comizio citava l’ex presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola. Il video ha fatto il giro del web e lo stesso Roccotelli è immediatamente intervenuto respingendo ogni accusa e parlando di strumentalizzazione. Il gesto è stato involontario – si difende Roccotelli che respinge le accuse di omofobia. Una persona che ammiro e stimo – continua Roccotelli parlando di Vendola. Una “macchina di fango” e “accuse di omofobia pretestuose” sottolinea Roccotelli che   ha presentato denuncia, chiedendo alla Polizia di rimuovere il video e di verificare l’identità di chi lo ha offeso.

Immediata la risposta di Vendola su facebook.

“Non mi sono turbato del gesto cavernicolo di un politicante di un bellissimo paese delle mie Puglie: Minervino Murge. Il quale politicante, ancora oggi, nel 2021, sente il bisogno di alludere alla mia omosessualità con il gesto della mano che scrolla la polvere dell’orecchio. Come in un rituale tamarro, con un eco di Carmina burana, in un tanfo di “piccolo mondo antico”. Ma io, lo dico sinceramente, non mi offendo. Piuttosto sorrido per compassione. Magari mi preoccupo pensando se quel tribuno murgiano dovesse mai avere un figlio gay. Ma al contempo sorrido perché ho la forza per sorridere. Me lo sono costruito giorno dopo giorno, anno dopo anno, questo sorriso che mi protegge. Tanti però non hanno né sorrisi né difese, sono vulnerabili, e di loro dovremmo preoccuparci. Perché l’omofobia non è solo il cabaret degli idioti e dei bulli: può far piangere, può ferire, talvolta può persino uccidere.

Antonio Carbonara

LASCIA UN COMMENTO