Pulcinella, Stravinsky e l’Italia”: il concerto della Fondazione Paolo Grassi al Teatro Verdi di Martina Franca

0
204

Pulcinella, Stravinsky e l’Italia”: il concerto della Fondazione Paolo Grassi al Teatro Verdi di Martina Franca

Daniel Smith dirigerà l’Orchestra del Teatro Petruzzelli, il soprano Lidia Fridman, il tenore Luigi Morassi e il basso Gökmen Sahin

Martina Franca, Teatro Verdi, mercoledì 29 settembre alle 20.30

Sarà il Teatro Verdi di Martina Franca, martedì 29 settembre alle 20.30, ad ospitare il sesto appuntamento della rassegna organizzata dalla Fondazione Paolo Grassi in occasione del 50° anniversario della morte di Igor Stravinsky dal titolo “Stravinsky & Friends”. Un percorso che sta mettendo in luce il rapporto personale e artistico del compositore russo con gli intellettuali, i colleghi e la cultura dei paesi europei. Fra questi l’Italia occupa un posto importante nella vita di Stravisky e a questa speciale relazione è dedicato il concerto che vede protagonista l’Orchestra del Teatro Petruzzelli di Bari, diretta per l’occasione da Daniel Smith; solisti saranno invece il soprano Lidia Fridman, il tenore Luigi Morassi e il basso Gökmen Sahin.

Nel 1919, per comporre un balletto commissionatogli dal celebre coreografo russo Diaghilev, Stravinskij decise di rielaborare brani vocali e strumentali italiani del Settecento allora attribuiti a Pergolesi. Il musicologo Helmuth Hucke, alla fine degli anni sessanta del Novecento, scoprì che 11 brani su 20 non erano di Pergolesi ma di autori quasi sconosciuti come Domenico Gallo, Unico Wilhelm van Wassenaer, Carlo Ignazio Monza. Durante la permanenza in Italia, il compositore russo aveva avuto modo di apprezzare e conoscere la musica napoletana del settecento e la celeberrima maschera di Pulcinella, caratteristico plot da commedia dell’arte, alla quale decise di ispirarsi per questa composizione.

Il programma del concerto proseguirà con l’esecuzione della Serenata per archi in Mi bemolle maggiore di Ermanno Wolf-Ferrari, compositore contemporaneo di Stravinsky, la cui musica ebbe uno stretto legame con il Settecento, rievocando le maniera e le atmosfere della Venezia di quel tempo.

Il concerto si svolgerà nel pieno rispetto delle normative imposte dall’emergenza epidemiologica in corso, pertanto l’ingresso sarà consentito esclusivamente agli spettatori muniti di valido Green Pass. I biglietti, già in vendita, hanno un costo di 15 euro per la platea, 10 euro per la prima galleria e 5 euro per la seconda galleria. Sono previste riduzioni per gli over 60, gli under 30 e le famiglie. È possibile acquistarli online sui siti www.fondazionepaolograssi.it e www.vivaticket.com, nei punti vendita Vivaticket e presso la Fondazione Paolo Grassi di Martina Franca o al link https://festivaldellavalleditria.vivaticket.it/.

LASCIA UN COMMENTO