Incendi a Bari: Monterisi risponde alla consigliera comunale Francesca Ferri

0
314

Di qualche giorno fa l’intervento con il quale la consigliera comunale a Bari, Francesca Ferri, entrava nel merito della questione incendi, divenuti preoccupanti e pericolosi. A rispondere all’esponente politico barese e’Nino Monterisi, coordinatore regionale del movimento politico “Io sud”.

Monterisi, che di sicurezza se ne intende per la sua attività professionale, tiene a puntualizzare altro.

“Vorrei tranquillizzare la consigliera comunale Francesca Ferri. Gli incendi nel nostro territorio non sono un problema ,men che meno una emergenza.
A parte gli autobus della municipalizzata barese che prendono fuoco periodicamente come attrazione turistica, gli interventi che impegnano i Vigili del Fuoco nell’estinzione degli incendi sono minimi rispetto alle chiamate quotidiane ridicevute e sono causati per lo più da incidenti domestici ; stufe difettose, perdite di gas , sovraccarico elettrico ecc.
Mobilitare una task force delle Istituzioni non è propriamente una buona idea. Sarebbe più opportuno proporre iniziative circoscritte alle attività proprie municipali. L’intervento della consigliera Ferri stupisce in quanto è un segnale positivo ,ovvero l’opposizione nel Consiglio Comunale di Bari non è estinta. Approfitterei infatti di questa occasione per chiederle di sensibilizzare l’Assise comunale sulla necessità di procedere speditamente nella attività di adeguamento, delle scuole e degli altri edifici comunali alle norme di sicurezza e promuovere azioni ispettive dei presidi di sicurezza antincendio esistenti ; non è sporadico che nei rari casi di utilizzo risultano inefficienti.
Gli incendi si combattono con la prevenzione e per essa la formazione. Basterebbero poche ore in un anno,già a partire
dalle scuole medie inferiori ,per una efficace responsabilizzazione collettiva .
In molti anni di attività di formazione professionale in tema di sicurezza antincendio ho rilevato personalmente crescente interesse da parte dei discenti ,ma poche iniziative da parte delle istituzioni .
I continui interventi normativi dovrebbero stimolare una maggiore azione di sensibilizzazione al tema, questa si che sarebbe una azione economica utile e determinante” (Nino Monterisi)

Redazione

LASCIA UN COMMENTO