A settembre la libreria Vecchie Segherie Mastrototaro di Bisceglie ospita Francesco Carofiglio, Maurizio Fiorino, Enrico Franceschini, Alessandro Zan, Marco Petrella e Filippo Golia

0
176

A settembre la libreria Vecchie Segherie Mastrototaro di Bisceglie ospita
Francesco Carofiglio che martedì 7 presenta in prima assoluta il nuovo libro Le nostre vite,
Maurizio Fiorino, Enrico Franceschini, Alessandro Zan, Marco Petrella e Filippo Golia

Francesco Carofiglio che presenta in prima assoluta il nuovo Le nostre vite, Maurizio Fiorino, Enrico Franceschini, Alessandro Zan in un dialogo con Nunzia De Girolamo e Marco Petrella e Filippo Golia sono gli ospiti di settembre delle Vecchie Segherie Mastrototaro di Bisceglie.  Un mese ricco di appuntamenti con nove presentazioni  tra narrativa, politica, attualità e grapich novel con autori pugliesi e nazionali. Si parte martedì 7 settembre alle ore 19.30 con Francesco Carofiglio che presenta in prima assoluta Le nostre vite,  edizioni Piemme in uscita proprio il 7 settembre, accompagnato da Luca de Ceglia, appuntamento in collaborazione con il circolo dei lettori di Bisceglie. La storia è uno squarcio sugli anni luminosi della giovinezza, è un tuffo dove non si tocca, nel flusso dei misteri insondabili che compongono le esistenze. Come essere immersi in un’acqua immobile, e in movimento, che non è mai la stessa. Francesco Carofiglio non fa sconti e non cerca un conforto in queste pagine drammatiche, delicate, potenti. Eppure, incrociando i destini di queste vite spezzate, segna una direzione, per la salvezza, oppure la sogna. E salva magicamente un po’ anche noi.

Giovedì 16 settembre Maurizio Fiorino presenta Macello, edizioni e/o. Anni ’70. In un Sud desolato e arcaico, Biagio, figlio unico e orfano di madre, viene cresciuto dal padre, Bruno, macellaio del paese, uomo prigioniero dei propri silenzi. Sarà proprio la sua figura irrequieta e instabile a insinuare in Biagio il dubbio che quell’incomunicabilità piena di spigoli nasconda una verità mai detta. Maurizio Fiorino è nato a Crotone nel 1984. Ha esposto in diverse gallerie statunitensi e frequentato gli ambienti artistici newyorchesi per quasi un de­cennio. Attualmente scrive di cultura su diverse testate, tra le quali La RepubblicaRobinsonIl Venerdì e L’Espresso.

Giovedì 23 settembre arriva il giornalista Enrico Franceschini per presentare il romanzo Ferragosto, edizioni Rizzoli, accompagnato da Fulvio Totaro. Tra commedia gialla e fantasmi del passato, Enrico Franceschini torna con una nuova avventura del Grande Lebowski romagnolo: un’indagine su un misterioso episodio della nostra storia, un viaggio erotico e dissacrante attraverso il mito nazionalpopolare dell’estate italiana.

Sabato 25 settembre spazio all’attualità con Alessandro Zan che dialogacon Nunzia De Girolamo per presentare  Senza Paura, edizioni Piemme, con la partecipazione del gruppo Ricchitoni. Alessandro Zan è diventato uno dei politici più noti di questa legislatura. Questo libro è molte cose insieme: un racconto autobiografico intimo e privato in cui l’autore condivide con il lettore il suo percorso faticoso ma consapevole di militante Lgbt, dagli inizi nella piccola provincia padovana fino ai banchi della Camera dei deputati. Ma non solo: Alessandro Zan spiega le necessità di una legge che combatta l’odio, l’omotransfobia, la misoginia, l’abilismo.

Domenica 26 settembre Marco Petrella e Filippo Golia presentano la graphic novel  il bacio fantasma, amori, poesia e follia di Richard Brautigan, edizioni Mattioli 1885, accompagnati da Giorgia Antonelli.. A metà strada tra il pop dei Beatles, il beat e il nascente movimento hippie, Brautigan non faceva davvero parte di nessun gruppo: era piuttosto un poeta ingenuo e spontaneo come i lirici greci – che amava molto – sofisticato come gli autori di haiku giapponesi e visionario come i surrealisti francesi. Alle spalle un’infanzia difficile ma libera tra le foreste e i fiumi dell’Oregon dove, un po’ Huckleberry Finn un po’ Nick Adams, già andava a pesca, anche per sopravvivere; tanti lavori tra i più umili, una famiglia disfunzionale, che aveva tentato di sostituire con altre; infine, un grande amore – Linda – che lo aveva respinto. E tutto questo, in fondo una comune adolescenza a stelle e strisce del dopoguerra, era confluito nel trauma dell’internamento in manicomio e dell’elettroshock. Brautigan si toglie la vita nel 1984 a Bolinas, in California, a 49 anni.Spazio anche al territorio con due presentazioni. Il 10 settembre Mariella Medea Sivo, Zaccaria Gallo, Serena Mansueto e Piero Mieli presentano C’era una nota in Puglia, Besa Muci editore, antologia di scrittori pugliesi contemporanei a cura di Mariella Sivo con racconti di Antonella Caputo, Cinzia Cognetti, Giuseppe Cristaldi, Alfredo De Giovanni, Luciana De Palma, Francesco Dezio, Andrea Donaera, Fulvio Frezza, Zaccaria Gallo, Vito Introna, Rita Lopez, Federico Lotito, Francesca Malerba, Serena Mansueto, Piero Meli, Daniela Palmieri, MariaPia Romano, Giuseppe  Scaglione, Florisa Sciannamea, Irene Stolfa e Mariella Strippoli. Il 24 settembre infine Demetrio Rigante, accompagnato da Donato de Cillis, presenta Pedòte de paróle du córe per la solidarietà… tra i sentieri della poesia.

Tutti gli appuntamenti sono organizzati nel rispetto delle norme anti COVID  per informazioni sulle modalità di ingresso 0808091021 e info@vecchiesegherie.it)

Redazione

LASCIA UN COMMENTO