Terza edizione del Premio Nino Rota – Teatro comunale Niccolò Piccinni

0
90

 

FESTA DEL MARE BARI 2021

IL 4 E 5 SETTEMBRE AL TEATRO PICCINNI

LA TERZA EDIZIONE DEL PREMIO NINO ROTA

RICONOSCIMENTI A PINO DONAGGIO, CLAUDIO SIMONETTI E NTÒ

Nell’ambito della quarta edizione di Festa del Mare, sabato 4 e domenica 5 settembre il Teatro comunale Niccolò Piccinni ospita la terza edizione del Premio Nino Rota, per la direzione artistica di Gianluigi Trevisi.

Nel corso delle due serate, condotte dal giornalista Alceste Ayroldi, il riconoscimento intitolato al grande compositore, barese d’adozione, sarà assegnato a tre importanti compositori di musica per cinema e tv, rappresentanti di tre diverse generazioni.

“Tra le tante cose che una città di mare come Bari mi ha insegnato, ci sono il valore della contaminazione delle sensibilità culturali e la bellezza delle diversità che la contraddistinguono – dichiara l’assessora alle Culture Ines Pierucci -. Attraverso il Premio Nino Rota, che con il sindaco Decaro abbiamo fortemente voluto, e grazie alla passione di Gianluigi Trevisi, celebriamo la storia di un ineguagliabile maestro e consegniamo un riconoscimento in suo nome ad autori di musiche per il cinema e la tv. Questo weekend, quindi, renderemo omaggio alla storia immensa di Pino Donaggio e Claudio Simonetti e a un nuovo talento, il rapper Ntò, che guarda al futuro della musica, esattamente come ha fatto nel corso della sua straordinaria carriera l’indimenticabile Nino Rota”.

In occasione dei suoi 80 anni, il sindaco Antonio Decaro consegnerà il riconoscimento al grande Pino Donaggio, raffinato cantautore di successo e vincitore di Sanremo negli anni Sessanta (80 milioni di copie per “Io che non vivo senza te”), poi immaginifico creatore di musica per il cinema nella sua Venezia con il regista Nicolas Roeg per “A Venezia un dicembre rosso schocking”, poi ancora ad Hollywood accanto a Brian De Palma (“Carrie, lo sguardo di Satana”, “Omicidio a luci rosse”, “Blow-out”, “Vestito per uccidere”) e in Italia accanto a Pupi Avati, Dario Argento, Lucio Fulci, Giuseppe Ferrara, Liliana Cavani, Tinto Brass, Troisi&Benigni, Sergio Rubini e molti altri. Negli ultimi anni si è cimentato con la Tv: sue le musiche delle due fiction più fortunate della Rai “Il Maresciallo Rocca” e “Don Matteo”. Per l’occasione sarà anche presentato dal giornalista e critico cinematografico Anton Giulio Mancino “Come Sinfonia” (Baldini+Castoldi 2021), biografia del compositore veneziano scritta a quattro mani da Mancino e dallo stesso Donaggio. A corredo del riconoscimento, il concerto delle musiche di Donaggio eseguito dalla sua pianista del cuore, Isabella Turso, autrice di un intero progetto di immagini e suoni dedicato al maestro e presentato tempo fa con grande successo a New York.

Il secondo riconoscimento andrà ad un compositore che ha legato indissolubilmente il suo nome a quello di Dario Argento. L’assessora alle Culture Ines Pierucci premierà, infatti, Claudio Simonetti, autore fra le altre delle memorabili colonne sonore di “Profondo rosso” e “Suspiria”. Musica/suspence, capace di evocare come poche partiture per il cinema il sentimento della paura. Suoni impiantati stabilmente nell’immaginario di più di una generazione come immediato richiamo all’angoscia e al terrore. Con la sua band proporrà un recital di suoni e immagini da queste fortunate avventure cinematografiche, proponendo inoltre in anteprima il suo nuovo lavoro.

Il terzo riconoscimento dell’edizione 2021del Premio Rota sarà assegnato dall’assessora al  Mare Carla Palone al rapper napoletano Ntò, molto noto per aver fondato la crew Co Sang. Il riconoscimento gli verrà assegnato per aver composto le canzoni, sigle comprese, presenti nella serie “Gomorra”. A lui si deve l’aver ricucito con dei testi molto forti il contesto socio-culturale delle vicende criminali presenti nella celebre serie televisiva. Con la sua Nuje vulimme ‘na speranza (oltre 30 milioni di visualizzazioni) ha dato un punto di vista politico alle contraddizioni di quella terra invocando, per l’appunto, la speranza come via di fuga dall’opzione malavitosa.

Ad aprire il concerto e la premiazione la giovane producer romana Lili Refrain e i suoi lavori per immagini inediti.

Di seguito il programma nel dettaglio:

PREMIO ROTA 2021

TEATRO NICCOLÒ PICCINNI

Sabato 4 settembre

ore 20

·        Presentazione del libro “Come sinfonia” (Baldini&Castoldi, 2021)

autobiografia di Pino Donaggio scritta a 4 mani con Anton Giulio Mancino

intervengono gli autori

·        Consegna del Premio Rota 2021 a Pino Donaggio

·        Concerto Omaggio a Pino Donaggio con Isabella Turso

·        Concerto di Claudio Simonetti e la sua band

·        Consegna del Premio Rota 2021 a Claudio Simonetti

Domenica 5 settembre

ore 20

·        Presentazione del libro “In seicento, a spasso con Nino Rota. Ricordi e documenti dagli archivi dei suoi amici” (NeP edizioni), alla presenza dell’autore di Tino Sorino

·        Open act Lili Refrain

·        Consegna del Premio Rota 2021 a Ntò

·        Concerto di Ntò (Co Sang)

Gli appuntamenti del Premio Rota 2021, inizialmente in programma nella piazza di Torre a Mare, si terranno nel teatro comunale Piccinni a causa del forte maltempo previsto per il weekend. Entrambe le serate sono a ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili, con prenotazione obbligatoria al numero 338 595 7238.

Festa del Mare è promossa da Regione Puglia e realizzata dal Teatro Pubblico Pugliese con la consulenza artistica del Comune di Bari nell’ambito del protocollo d’intesa 2021 con Puglia Promozione, operazione finanziata a valere sul POC PUGLIA 2014/2020 Azione 6.8 “Interventi per il riposizionamento competitivo delle destinazioni turistiche”.

Redazione

LASCIA UN COMMENTO