Carl Orff Music Festival 2021: in scena ” Le quattro stagioni” di Antonio Vivaldi

0
100

SABATO 4 SETTEMBRE “LE QUATTRO STAGIONI” DI VIVALDI

AL “CARL ORFF MUSIC FESTIVAL” 2021

Saranno “Le quattro stagioni” di Antonio Vivaldi a inaugurare sabato 4 settembre alle ore 21 nella chiesa di San Domenico a Putignano (BA) la XV edizione “Carl Orff Music Festival”, il festival internazionale di musica da camera organizzato dall’Associazione Artistico Musicale “Carl Orff”, con il sostegno dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Putignano e il patrocinio del Club Imprese per la Cultura Confindustria Bari-BAT.

A interpretare le celebri composizioni del “prete rosso” sarà lo straordinario violino solista del maestro tedesco Gernot Süßmuth accompagnato per l’occasione dalla AYSO String Orchestra.

L’attore Dino Parrotta leggerà i sonetti che accompagnano i quattro “concerti”.

Ingresso libero con prenotazione obbligatoria e presentazione del Green Pass o esito negativo nelle48 ore antecedenti all’evento. Info al 3349377483 o 3383017268

 Di seguito il programma nel dettaglio:

Sabato 4 settembre alle ore 21:00,

nella Chiesa di San Domenico, in Piazza S. Domenico, 19 a Putignano (BA)

Concerto di apertura del XV Carl Orff Music Festival

Le Quattro stagioni

Di Antonio Vivaldi

Con

AYSO String Orchestra

Violino solista: Gernot Süßmuth

Voce recitante: Dino Parrotta

Programma:

Concerto in mi maggiore per violino e orchestra ‘La primavera’, op. 8 n. 1, RV 269

Allegro – Largo – Allegro

 Concerto in sol minore per violino e orchestra ‘L’Estate’, op. 8 n. 2, RV 315

Allegro non molto – Adagio -Presto

 Concerto in fa maggiore per violino e orchestra ‘L’Autunno’, op. 8 n. 3, RV 293

Allegro – Adagio molto – Allegro

 Concerto in fa minore per violino e orchestra ‘L’Inverno’, op. 8 n. 4, RV 297

 Allegro non molto –  Largo – Allegro

LO SPETTACOLO

Le Quattro stagioni è il titolo con cui sono noti i primi quattro concerti solistici per violino dell’opera “Il Cimento dell’armonia e dell’invenzione” di Antonio Vivaldi (1678 – 1741), pubblicata nel 1725. Ciascun concerto si divide in tre movimenti, dei quali il primo e il terzo, sono in tempo di Allegro o Presto, mentre quello intermedio è caratterizzato da un tempo di Adagio o Largo. Ogni concerto ‘narra’ una delle quattro stagioni: la Primavera, l’Estate, l’Autunno e l’Inverno. Si tratta di uno dei primissimi esempi di musica a programma, cioè di composizioni a carattere prettamente descrittivo.

IL CAST

Gernot Süßmut  ha una attività concertistica molto intensa come musicista da camera, violino solista e direttore d’orchestra su tutti i palchi più importanti del mondo. È stato Concertmaster presso la Berlin Staatskapelle, sotto la direzione di Daniel Barenboim. É Concertmaster presso la Weimer Staatskapelle e professore al Conservatorio Frantz Liszt di Weimar. É uno dei più ricercati musicisti da camera in Germania.

Nella sua carriera internazionale, di circa tre decenni, é stato membro dell’acclamato  Petersn String Quartet, direttore artistico dell’Orchestra da camera dell’Unione Europea, Concertmaster dell’Oregon Bach Festival ed Intendente del Nordrhein-Westfalen Festival Westfalen Classic.

AYSO String Orchestra è composta da musicisti dell’Apulian Youth Symphony Orchestra (AYSO), l’orchestra giovanile che riunisce giovani esecutori soprattutto pugliesi provenienti da diversi conservatori italiani diretta stabilmente dal M° Teresa Satalino.

AYSO nasce nel 2018 per dare valore ai giovani musicisti pugliesi di talento con l’obiettivo di sostenerli e dare loro la possibilità di tenere concerti su palcoscenici di fama nazionale e internazionale. Tutti i musicisti di AYSO frequentano OrchestrAcademy, una accademia di formazione orchestrale, che costituisce un prezioso trait d’union tra il sistema dell’Alta Formazione Artistica e Musicale e il mondo del lavoro nelle orchestre professionali.

I giovani musicisti di AYSO hanno la preziosa opportunità di lavorare costantemente con docenti, prime parti di grandi orchestre sinfoniche nazionali e  internazionali: sono stati ospiti di AYSO tra gli altri alcuni solisti dell’Orchestra Nazionale della RAI (Andrea Corsi, Francesco Pomarico, Luca Ranieri), dall’Orchestra del Teatro alla Scala (Giuseppe Russo Rossi, Sandro Laffranchini, Emanuele Pedrani), dall’Orchestra Nazionale di Santa Cecilia (il concertmaster Carlo Parazzoli), dalla Israel Philarmonic Orchestra (Emanuele Silvestri), dalla Rotterdam Philarmonish Orchestra (Alex Elia), dal Concertgebouw di Amsterdam (Calogero Palermo e Omar Tomasoni).

In circa tre anni di attività AYSO ha rivisitato l’idea tradizionale del concerto di musica classica in favore di una visione più fresca, contemporanea, comunicativa e vicina alla cultura odierna. L’innovazione è nell’approccio artistico, nella scelta dei brani e in una filosofia che mira a vivere e a far vivere la fruizione della musica classica con gioia ed entusiasmo.

L’orchestra è stata inserita nel cartellone del prestigioso festival Internazionale organizzato dalla Fondazione Walton presso il teatro greco dei Giardini de “La Mortella” ad Ischia ed è stata ospite del Napoli Teatro Festival suonando al Palazzo Reale; ha tenuto concerti al Teatro Apollo di Lecce, al Nuovo Teatro Verdi di Brindisi, in luoghi artistici di grande pregio come il Castello svevo di Bari in collaborazione con la Direzione regionale dei musei. AYSO ha inaugurato l’Italian Brass Week al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino eseguendo con gli Ottoni del Maggio solisti una world premiere con patrocinio della Agenzia Spaziale Italiana ed ha inoltre collaborato con la CMC Orchestra di New York.

In trent’anni di attività Dino Parrotta ha recitato e diretto diversi spettacoli di prosa e teatro ragazzi sul territorio nazionale.

Dopo gli inizi a Roma con la Compagnia “Circo a Vapore” e con Emmanuel Gallot la-Vallé con cui si perfeziona nella mimica e nella clownerie inizia la sua attività in Puglia con la Compagnia delle Vigne e la Compagnia La Difference con cui porta in scena classici e contemporanei (Shakespeare, Pirandello, Cervantes, Ibsen, Wilde tra gli altri).

Dal 1995 al 2000 lavora come attore e aiuto regia con la Compagnia Vitha, formata da attori con disabilità (con sostegno Asl/Ta 1) realizzando spettacoli e cortometraggi promossi sul territorio nazionale.

Realizza eventi a carattere culturale e sociale, tiene progetti di formazione realizzando laboratori per bambini e ragazzi con disabilità, carcerati, ragazzi con svantaggio sociale, tossicodipendenti, anziani.

Ha scritto, diretto e interpretato Jasenovac – Omelia di un Silenzio, I Colori che non so – omaggio a Fabrizio de Andrè e numerosi spettacoli per bambini. Ha inoltre lavorato per la tv e per il cinema.

Tra le sue principali partecipazioni segnaliamo il Festival Aurillac a Roma e Festival della Valle d’Itria.

Il “Carl Orff Music Festival” prosegue domenica 5 Settembre, alle ore 10:30 con  “La Musica è una cosa semplice sul Pianeta Orff’ , Matinee riservato ai bambini dai 3 ai 6 anni con giochi e attività musicali a cura del Maestro Vito Amatulli sempre a Putignano nel Chiostro della Biblioteca “F. De Miccolis Angelini”.

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO