Faraualla in concerto per il Festival Kantun Winka

0
131

SABATO 7 AGOSTO A MOLA DI BARI,

FARAUALLA IN CONCERTO PER IL FESTIVAL KANTUN WINKA

Sabato 7 agosto, alle 20.30, il quartetto polivocale delle Faraualla si esibisce presso il Chiostro Santa Chiara, a Mola di Bari, presentando lo spettacolo “Ogni male fore” e, in anteprima, alcuni brani del prossimo disco.

L’ensemble – apprezzato a livello internazionale per la straordinaria capacità di usare la voce come “strumento” attraverso la pratica della polifonia e di espressioni e tecniche vocali di diverse etnie e periodi storici – ci condurrà nell’affascinante territorio della medicina popolare Pugliese in un immaginifico percorso di guarigione fisica e spirituale attraverso la musica.

(ecco un assaggio della loro musica: https://www.youtube.com/watch?v=ZoaFq7hMFPs)

Questo importante appuntamento della rassegna “Suoni dal Mondo” del festival Kantun Winka è stato organizzato per ricordare, a oltre trent’anni dalla sua scomparsa, la poetessa molese Mariantonietta Verga. Per condividere con quanti la conobbero il piacere di ritrovare le sue parole ancora fortemente significative, per far conoscere i suoi versi, pieni di struggente pathos, a chi non si è ancora avvicinato alla sua opera.

L’attrice Elisabetta Aloia leggerà alcuni dei versi dall’opera postuma “Marianto” (ed. Realtà Nuove, 1991) ripubblicata grazie ad amici ed estimatori attraverso un crowd-funding.

Per prenotare il tuo posto contatta il numero 3471344467.

L’evento fa parte del progetto ‘SUD CHIAMA SUD’ selezionato dalla Regione Puglia nell’ambito del “Programma Straordinario 2020 in materia di Cultura e Spettacolo’, coordinato dall’associazione Alma Terra con il patrocinio della Regione Puglia, il Comune di Mola di Bari e Comune di Polignano A Mare ed in collaborazione con Archivio di Genere, Smurare mediterraneo, Università degli Studi di Bari Aldo Moro, LaBottega – Laboratorio Urbano Conversano, Associazione Culturale Origens, WondeRadio, associazione Canto della Terra, asd Vita in Cerchio, Centro Studi Erasmo Onlus, Associazione culturale In folio.


Mariantonietta Verga, nata a Mola il 22 novembre 1948, dal 1974 al 1988 ha lavorato in fabbrica presso le Officine Calabresе di Bari. Nel 1975 era stata tra le fondatrici della sezione molese dell’UDI (Unione Donne Italiane). Le sue poesie, prima abitudine riservata dedicata agli amici a cui regalava i suoi versi (è grazie ad alcuni amici che molti di quei componimenti sono stati ritrovati), verso la metà degli anni ’80 hanno cominciato a circolare. È morta suicida il 21 marzo del 1990. Da due anni era in cassa integrazione.

Nel 1991 il periodico mensile Realtà Nuove portò a termine un progetto di pubblicazione delle sue poesie, iniziato con lei, rispettando la sistemazione in raccolte da lei proposta: “Un anno di tredici lune” (1983), “Rubando il telefono al cielo” (1984), “Cuore di gomma” (1986-87), titoli che restituivano il suo percorso emotivo interiore, passando da un irrinunciabile desiderio di felicità alla presa d’atto di una realtà sempre più faticosa. Nacque così il volume Marianto (poesie scelte 1983-90) ormai esaurito e oggi ristampato dall’associazione Alma Terra.

Il quartetto Faraualla è nato nel 1995. Dopo aver approfondito singolarmente lo studio e la pratica della vocalità in ambiti musicali differenti, le quattro cantanti – Loredana Savino, Gabriella Schiavone, Maristella Schiavone, Teresa Vallarella, accompagnate dalle percussioni di Pippo D’Ambrosio – hanno trovato un interesse comune nella ricerca e sull’uso della voce come “strumento”. Gli esiti di questo lavoro si ritrovano nelle composizioni originali come nei brani tradizionali. La Puglia è presente nel suono che connota la formazione barese, negli strumenti che accompagnano l’esecuzione e nel nome stesso del gruppo: Faraualla è infatti una grotta dell’altopiano carsico delle Murge.

Elisabetta Aloia, attrice pugliese, ha studiato recitazione presso il CUT di Perugia-TSU approfondendo la formazione artistica con Paolo Panaro, Massimo Verdastro, Claudio Morganti, Danio Manfredini, Giorgio Barberio Corsetti, e altri. È membro del Libero Gruppo LGSAS di Claudio Morganti e dal 2009 lavora con la Compagnia Diaghilev occupandosi anche di corsi di formazione. Ha scritto e diretto monologhi di cui è interprete.

redazione

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO