Sarà Luciano Ganci il protagonista del concerto conclusivo del Festival della Valle d’Itria

0
138

Sarà Luciano Ganci il protagonista del concerto conclusivo del Festival della Valle d’Itria

Per un’improvvisa indisposizione del tenore Joseph Calleja, sarà il tenore Luciano Ganci a salire sul palco di Palazzo Ducale per l’omaggio ad Enrico Caruso e Astor Piazzolla

Martina Franca, Palazzo Ducale, giovedì 5 agosto, ore 21

A causa di un’improvvisa indisposizione di Joseph Calleja, sarà il tenore Luciano Ganci il protagonista del concerto conclusivo del Festival della Valle d’Itria, giovedì 5 agosto alle ore 21, al Palazzo Ducale di Martina Franca. A Ganci, in queste settimane impegnato come Radamès nella produzione dell’Aida di Verdi al Macerata Opera Festival nel centenario della prima opera allo Sferisterio, vanno i ringraziamenti del Festival della Valle d’Itria per aver accolto l’invito a poco più di ventiquattr’ore dal concerto.

L’appuntamento conclusivo, dal titolo 1921: Caruso Piazzolla è dedicato a due importanti centenari: quello della nascita del compositore argentino Astor Piazzolla e quello della morte del tenore Enrico Caruso. Luciano Ganci sarà accompagnato dal virtuosismo del bandoneón di Mario Stefano Pietrodarchi e dall’Orchestra della Magna Grecia diretta da Gianluca Marcianò.

Il programma prevede l’esecuzione di brani legati alla storia interpretativa di Caruso, il tenore napoletano che ha conosciuto la fama mondiale, re indiscusso del nascente mercato discografico attraverso cui ha influenzato la nuova generazione di cantati. Così si ascolteranno le arie “Questa o quella per me pari sono” da Rigoletto di Verdi e “E lucevan le stelle” da Tosca di Puccini che si alterneranno con le musiche di Astor Piazzolla, creatore del Tango Nuevo e di un modo di far musica che mescola idee, storie e generi differenti.

I biglietti, da 20 a 40 euro, sono in vendita sul sito www.festivaldellavalleditria.it e presso il box office del Festival è aperto in piazza Roma 14, tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 21. Negli stessi orari sarà anche attivo il numero telefonico 080.4834714 e l’indirizzo e-mail biglietteria@festivaldellavalleditria.it.

Luciano Ganci
Tenore tra i più interessanti della nuova generazione, muove i primi passi nel Coro della Cappella Musicale Pontificia Sistina diretto dal Maestro Domenico Bartolucci. Studia sin da bambino canto, pianoforte ed organo conseguendo i diplomi rispettivamente presso i conservatori di Roma, Frosinone eLatina. Agli studi musicali affianca quelli tecnici di geometra e di ingegneria civile, conseguendo la laurea in Urbanistica e pianificazione territoriale. Dal 2006 intraprende lo studio del canto lirico, principalmente sotto la guida del Maestro Otello Felici.
Tenore dalla voce ampia e luminosa, è in attività dal 2009 con debutti nelle Nozze di Figaro e in Gianni Schicchi, nel 2010 canta per la prima volta come Alfredo nella Traviata, seguito dai ruoli pucciniani di Rodolfo e Pinkerton, di Oronte nei Lombardi alla prima crociata e Turiddu nella Cavalleria rusticana.
Il 2012 segna il debutto a livello internazionale con La traviata a Salisburgo. Pochi mesi dopo debutta ne L’amico FritzChristus Am Ölberge di Beethoven, Requiem di Mozart e Trovatore. Sempre nel 2012 incide un disco di brani inediti di Mascagni per l’etichetta Chandos. Da quel momento, i debutti si susseguono con Il Corsaro, Nabucco, Attila e la Messa di Requiem di Verdi nel 2013; Mario Cavaradossi in Tosca, Macduff in Macbeth e la IX Sinfonia di Beethoven nel 2014; Rodolfo nella Luisa Miller di Verdi, Amenofi nel Mosè di Rossini (disponibile in DVD) e Pollione nella Norma nel 2015; Carlo VII nella Giovanna d’Arco (anche in DVD) nel 2016; Gustavo III in Un ballo in maschera, il ruolo del titolo in Stiffelio di Verdi (disponibile in DVD), la Messa di Gloria di Puccini e Don José nel 2017. L’anno successivo debutta come Malatestino in Francesca da Rimini, Edgardo in Lucia di Lammermoor, la Petite Messe Solennelle di Rossini. Nel 2019 è per la prima volta Don Alvaro ne La forza del destino e Andrea Chénier nel ruolo del titolo. Nel 2020 debutta come Radamès e nel 2021 come Maurizio in Adriana Lecouvreur al Teatro Comunale di Bologna. Tra gli altri impegni del 2021 spiccano il Gala di riapertura del Teatro Ponchielli di Cremona con Anna Pirozzi e l’inaugurazione del Macerata Opera Festival come Radamès nell’Aida del centenario del MOF. A seguire sarà ancora per Aida in Cina, al Wexford Festival Opera e al New National Theatre di Tokyo.
Canta nei teatri più prestigiosi, dalla Scala al San Carlo, Arena di Verona, Teatro Massimo di Palermo, Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, Teatro Regio e Festival Verdi di Parma, Haus Fur Mozart di Salisburgo ed Opernhaus di Graz, Konzerthaus di Berlino, Palau des Art de la Reina Sofia di Valencia, Gran Liceu di Barcellona, Sferisterio di Macerata, Petruzzelli di Bari, Comunale di Bologna, Herodes Atticus di Atene, Edmonton Opera in Canada, Bolshoi e Marinskij in Russia, Opera di Anversa e Gent in Belgio, Royal Opera di Muscat in Oman, Teatro di Abu Dhabi negli Emirati Arabi, Teatro di Astana in Kazahstan, NCPA di Pechino, Hyogo Opera Festival in Giappone, Art Center di Seoul e allo Spring Festival di Budapest.
Ha tenuto concerti e recital a Roma, Napoli, Parma, Carrara, Milano, Brescia, Padova, Ancona, Perugia, Lucca, Verona, Busseto oltre che in India, Canada, Svizzera, Slovenia, Repubblica Ceca, Corea, Giappone, Ungheria, Oman, Malta, Ucraina e Russia.

Martina Franca, Palazzo Ducale
5 agosto 2021, ore 21

1921: CARUSO PIAZZOLLA
A cento anni dalla morte di Enrico Caruso e
dalla nascita di Astor Piazzolla

Luciano Ganci tenore
Mario Stefano Pietrodarchi bandoneón
Gianluca Marcianò direttore
Orchestra della Magna Grecia

GEORGES BIZET
“Ouverture” da Carmen
“La fleur que tu m’avais jetée” da Carmen 

NINO ROTA
Pagine dalle colonne sonore dei film
La Dolce VitaAmarcord e 81/2 di Federico Fellini

GIUSEPPE VERDI
“Questa o quella per me pari sono”
da Rigoletto

ASTOR PIAZZOLLA
Oblivion
Adiós Nonino

FRANCESCO CILEA
“Intermezzo” da Adriana Lecouvreur
“È la solita storia del pastore” da L’arlesiana 

ASTOR PIAZZOLLA
Concierto de Nácar

GIACOMO PUCCINI
“E lucevan le stelle” da Tosca

Informazioni
www.festivaldellavalleditria.it
info@festivaldellavalleditria.it

Martina Franca, 4 agosto 2021 (ft)

Redazione

LASCIA UN COMMENTO