Festival della Valle d’Itria: due appuntamenti nelle masserie con le star della lirica Marianna Pizzolato e Veronica Simeoni

0
226

Due appuntamenti nelle masserie con le star della lirica Marianna Pizzolato e Veronica Simeoni

Ultimi biglietti per i due concerti del 27 luglio alla Masseria Belvedere di Mottola e del 28 luglio alla Masseria Palesi di Martina Franca

La seconda settimana del Festival della Valle d’Itria prende il via con gli ultimi due appuntamenti della rassegna Il canto degli ulivi dedicati entrambi alla voce di mezzospranoprimo dei due concerti sarà martedì 27 luglio alle ore 21 con Marianna Pizzolato alla Masseria Belvedere di Mottola, mentre mercoledì 28 luglio (sempre alle 21), sarà protagonista alla Masseria Palesi di Martina Franca, Veronica Simeoni. Sarà sempre presente il Consorzio di Tutela del Primitivo di Manduria che offrirà al pubblico, al termine di ogni spettacolo, delle degustazioni di una delle doc più apprezzate.

Interprete di riferimento per il repertorio rossiniano, Marianna Pizzolato ha interpretato i ruoli del Cigno di Pesaro nei teatri di tutto il mondo, oltre ad aver affrontato innumerevoli pagine del belcanto e del barocco riscuotendo sempre grandi successi. Alla soglia dei vent’anni di carriera la Pizzolato fa il suo debutto al Festival della Valle d’Itria proponendo, accompagnata al pianoforte da Daniela Pellegrino, un programma che include certamente brani di Rossini come “O Patria… Di tanti palpiti” dal Tancredi e “Per lui che adoro” e “Cruda sorte” da L’Italiana in Algeri, entrambe opere del 1813 ed esemplari capolavori del repertorio serio e buffo, ma anche brani da camera e arie di Vincenzo Bellini, Anotnio Caldara e Tommaso Giordani.

Veronica Simeoniproporrà invece un programma composto esclusivamente da arie del repertorio francese – da sempre suo territorio d’elezione – e tedesco: “Divinités du Styx”, da Alceste di Gluck, manifesto della “riforma gluckiana” aprirà il concerto che si snoderà poi fra le pagine di Berlioz con “Ah! Ja vaismourir… Adieu, fièrecité” da Les Troyens e “Ȏ ma lyre immortelle” da Sapho. Quindi un interessante accostamento fra i brani cameristici di Richard Strauss e di Gustav Mahler. Ad accompagnare la cantante sarà il pianista Vincenzo Rana.

I biglietti hanno un costo da 20 a 40 euro e possono essere acquistati direttamente la sera del concerto nelle masserie oppure online sul sito del www.festivaldellavalleditria.it o sul circuito VivaTicket. Il box office del Festival è aperto in piazza Roma 14, tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 21. Negli stessi orari sarà anche attivo il numero telefonico 080.4834714 e l’indirizzo e-mail biglietteria@festivaldellavalleditria.it.

Informazioni
www.festivaldellavalleditria.it
info@festivaldellavalleditria.it

redazione

LASCIA UN COMMENTO