Libro Possibile: seconda giornata di appuntamenti

0
153

Gli scenari della geopolitica analizzati da Gennaro Sangiuliano, il focus sul fine vita di Marco Billi e Marco Cappato, lo spettacolo tra note e problematiche ambientali con Enzo Favata e Mario Tozzi, i romanzi di Diego De Silva e Lorenzo Beccati. Seconda serata di appuntamenti del Festival Il Libro Possibile l’8 giugnocon protagonista un parterre di grandi nomi del mondo della letteratura, della politica, dell’attualità, della scienza, dell’impresa, dello spettacolo e della musica.Prosegue il programma formato eXXtra, messo a punto in occasione del ventesimo anniversario del Libro Possibile, con il doppio delle date e location: il 7, 8, 9 e 10 luglio “nel blu dipinto di blu” di Polignano a Mare (Ba) e altre quattro, il 22, 23 e il 29, 30 luglio nella “perla del Gargano”, Vieste (Fg). Cinque lelocation che fanno da palcoscenico a presentazioni letterarie, dibattiti e tavole rotonde:lungomare Cristoforo Colombo, piazza Aldo Moro, piazza San Benedetto, la Terrazza dei tuffi e la Terrazza Peppino Campanella. Al Libro Possibile Caffè di Polignano si concentreranno poi gli eventi dedicati ai giovani lettori.

Il Libro Possibile è sostenuto dalla Regione Puglia, con il patrocinio dei due Comuni che accolgono gli eventi del festival -Polignano e Vieste – del Ministero della cultura, del CNR, dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, del Politecnico di Bari, dell’Università di Bari, del Premio Asimov e del Distretto Tecnologico Aerospaziale.

Il racconto tra attualità e storia

L’attualità è la grande protagonista degli appuntamenti della seconda giornata del festival, declinata sui palchi da grandi nomi del settore dell’informazione.Sguardo ai (fragili) equilibri nello scacchiere delle grandi potenze mondiali alle 20.30 in piazza Aldo Moro nell’analisi del direttore del Tg2 Rai, Gennaro Sangiuliano. Si discute de La nuova geopolitica globale in piazza Aldo Moro insieme a Giuseppe De Tomaso, già direttore de La Gazzetta del Mezzogiorno, in un dibattito che spaziadall’egemonia degli Usa al‘mondo multipolare’.

Alle 21 sul palco del Lungomare Cristoforo Colombo rivive gli anni bui del ‘terrorismo rosso’ Mario Calabresi, già direttore dei quotidiani La Stampa e La Repubblica, in Quello che non ti dicono (Mondadori). Pagine in cui scava nei suoi ricordi e in una Milano scossa dagli ideali rivoluzionari delle classi operaie, per ricostruire il contesto storico in cui perse la vita il padre Luigi. Sul palco il direttore de La Gazzetta del Mezzogiorno, Michele Partipilo. L’autore televisivo e scrittore Pif (Pierfrancesco Diliberto)e il giornalista de Il Fatto Quotidiano Marco Lillo raccontano la storia straordinaria – e paradossale – delle sorelle Maria Rosa e Savina Pilliu: dopo aver fatto incriminare un costruttore legato ai clan, si sono viste recapitare a casa una cartella esattoriale dallo Stato da 23mila euro per un risarcimento mai avuto. Io posso, due donne sole contro la mafia (Feltrinelli) viene presentato sul lungomare Cristoforo Colombo alle 22.30 con il giornalista de La Repubblica Giuliano Foschini.Tema sempre al centro delle cronache è quello del fine-vita, analizzato alle 21  sotto il profilo giuridico dall’avvocato Marco Billi, con la testimonianza sul palco di piazza Aldo Moro del politico e attivistaMarco Cappato, affinché “il legislatore trovi la forza per arrivare a un punto di incontro unitario tra le diverse posizioni culturali e i diversi approcci ideologici e intervenga (seppure tardivamente) a dettare una disciplina”. Il direttore della Fondazione Pirelli, Antonio Calabrò è ospite alle 22.15 sul palco del lungomare Cristoforo Colombo con un volume dedicato a uno dei palazzi simbolo dello skyline milanese: il Pirellone, raccontato in Storie del grattacielo (Marsilio). L’incontro, presentato dal direttore di Tgnorba24, Enzo Magistà, vede anche la prima incursione del comico Dario Vergassola alla XX edizione del Libro Possibile con le sue pungenti domande. Alle 23.15 lo ritroviamo nei panni di scrittore con un libro legato a filo stretto alla sua Liguria: Storie vere di un mondo immaginario. Cinque racconti delle Cinque Terre (Baldini+Castoldi), presentato dal conduttore Mauro Pulpito. Da sempre a difesa dei più deboli nel mondo, l’organizzazione umanitaria Amnesty International è presente alle 19.30 sul palco del lungomare Cristoforo Colombo con il portavoce della sezione italiana Riccardo Noury: rievoca Sessant’anni dalla parte dei diritticon la testimonianza dell’attoreMoni Ovadia nell’incontro condotto dalla giornalista di Rainews24 Francesca Biagiotti. Il presente di uno Stato in continuo fermento è al centro dell’incontro con lo storico Franco Cardini, autore di Turchia, ieri, oggi, domani (Edizioni Dedalo). In piazza San Benedetto alle 20 una narrazione-ponte tra passato, presente e futuro per scoprire perché la nazione guidata da Erdogan si propone sempre più come nuova potenza mondiale indipendente.Massimo Bontempelli, lo scrittore artefice del Realismo magico che Borges considerò un maestro, è al centro del saggio firmato da Paolo Aquilanti, Il caso Bontempelli, una storia italiana(Sellerio). Ne discute con il giornalista de La Gazzetta del Mezzogiorno, Michele De Feudis, sul lungomare Cristoforo Colombo alle 19. Anche nella seconda giornata del festival un contributo dedicato a Dante Alighieri nel 700esimo anniversario della morte. Lo omaggia l’editorialista del Corriere della Sera Aldo Cazzullo in A riveder le stelle (Mondadori). Introduce alle 20 in piazza Aldo Moro la docente Irene Martino.

Contributi tra medicina, scienza e ambiente

Altri temi del contemporaneo vengono approfonditi sui palchi del Libro Possibile. Non si può prescindere dal raccontare l’attualità senza nominare la pandemia: sul palco del lungomare Cristoforo Colombo alle 2015 l’infettivologo Matteo Bassetti, in prima linea per una corretta informazione sul Covid-19, spiega come affrontare il tema senza abbandonarsi al panico e al catastrofismo in Una lezione da non dimenticare (Cairo). Segueil matematicoAlfio Quarteroni svela gli Algoritmi per un nuovo mondo (Edizioni Dedalo). Un approccio che sfrutta formule e numeri per descrivere la nostra realtà quotidiana, muovendosi dalle curve epidemiologiche del Covid-19 all’intelligenza artificiale.Nei due appuntamenti, presentati dal giornalista del Tgr Rai Renato Piccoli, è atteso anche il comico Dario Vergassola che mette al centro delle sue incursioni satiriche i due luminari. Il direttore scientifico dell’Irrcs Saverio De Bellis di Castellana Grotte, Gianluigi Giannelli, e il l’ex magistrato Armando Spataroalle 19.15trovano un link tra giurisprudenza e medicina per raccontare il metodo scientifico tra indagine penale e ricerca sanitarianell’incontro intitolato In cerca della verità. Modera la giornalista de La Gazzetta del Mezzogiorno Carmela Formicola. Il mondo dei robot, tra innovazione, sfide e pericoli, è presente alle 21.30 in piazza San Benedetto nel contributo di Paolo Gallina, docente dell’Università degli Studi di Trieste. Torna anche l’appuntamento con la sezione Parole di scienza: alle 19 nella stessa location Giovanni Ciani (Università degli studi di Bari e Istituto nazionale di Fisica Nucleare), Ivana Fuscello (Politecnico di Bari) sviluppano i loro approfondimenti sul tema a partire dai termini ‘Desideri’ e ‘Spazio’ con Marco Circella della sede di Bari dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. 

Uno speciale appuntamento alle 18.45 tra scienza e jazz nella suggestiva Terrazza di Peppino Campanella con il musicista Enzo Favata e il geologo Mario Tozzi. L’inedita performance Uno scomodo equilibrioracconta con musica e nozioni come l’uomo sta stravolgendo l’ambiente, portandosi all’autodistruzione.Tema che ritorna in piazza San Benedetto alle 22 – con un occhio speciale sulla sostenibilità – grazie ai contributi di Nicola Armaroli, scienziato dirigente del Centro nazionale ricerche,ed Elena Ioli, fisica teorica autrice di diversi volumi sul tema. Un incontro focalizzato suIl clima che cambia e l’emergenza energia, con un importante appello:“Non abbiamo più tempo”. Le storie di chi ogni giorno combatte per salvare il pianeta tra le pagine di Come osate, l’ultimo libro di Gianfranco Mascia, che alle 23.30 chiude gli appuntamenti della piazzadando parola al movimento ‘Fridays for Future’ in Italia. Si va Al cuore della migrazionealle 23con Anita Paolicchi e Carolina Paolicchidell’organizzazione umanitaria europea Sos Méditerranée Italia. In piazza San Benedetto presentano un’opera collettiva, costruita da più di 60 scrittori, poeti e artisti provenienti da tutto il bacino Mediterraneo (e non soltanto), per raccontare un fenomeno in crescita. Presenta il ballerino e attivista Sonny Olumati.

La grande narrativa al Libro Possibile

La narrativa rimane protagonista al festival. Dopo aver conquistato la giuria del Premio Selezione Campiello e ispirato un film, il romanzo Certi bambini di Diego De Silva torna a Polignano in un’edizione aggiornata curata da Einaudi. Alle 21.30 sul palco del lungomare Cristoforo Colombo si vive una Napoli dominata dalla camorraattraverso gli occhi del piccolo Rosario. Si ride e si riflette alle 22 in piazza Aldo Moro con la coppia Giobbe CovattaPaola Catella, autori di Donna Sapiens (Giunti). Un racconto surreale, intelligente, esilarante per diffondere una lezione: “In natura l’essere superiore è la femmina”. Si muove tra rigorosa realtà storica e finzione narrativa, lo scrittore Lorenzo Beccati.Il pescatore di Lenin (Oligo), presentato alle 23 sul lungomare Cristoforo Colombo dall’inviato di Striscia La Notizia Alessio Giannone (Pinuccio),muove le fila da un frammento di vita del rivoluzionario russo più famoso di sempre. Affonda le radici nella storia anche l’ultima opera di Luigi Panella: alle 20.30 in piazza San Benedetto scopriamo la spy story Nel nome di Dio (Rizzoli), che si dipana tra le macerie fumiganti della Roma di Nerone e l’avanzata inarrestabile delle cariche della cavalleria templare. Presenta il giornalista de La Gazzetta del Mezzogiorno Massimiliano Scagliarini.È un romanzo sull’impietoso trascorrere del tempo, e su come nel ripercorrerlo si possano incontrare il perdono e la tenerezza,Sembrava bellezza(Mondadori). Alle 21 in piazza San BenedettoTeresa Ciabatti scava a fondo nell’animo umano, comprendendone le debolezze nascoste.Presenta la giornalista di Mediaset Maria Luisa Sgobba.Sono ‘diversi’, o per meglio direSpatriati, i protagonisti dell’omonimo romanzo di Mario Desiati: Claudia e Francesco, così lontaniper carattere, ma legati da un destino comune, che incontreremo alle 22.30 in piazza Aldo Moro. Cos’è Un cuore pieno di robba (Il seme bianco)? L’attrice Federica Zacchia lo svela alle 23.30 nell’incontro conclusivo della piazza: “Una raccolta di ricordi, annotazioni e pensieri che si sommano e si sgranano uno dopo l’altro, senza un ordine preciso”. Ogni famiglia ha un segreto, piccolo o grande che sia: è l’incipit da cui muove la penna della scrittrice Corinna De Cesare in Ciao Per sempre (Salani), attesa alle 23 nella Terrazza dei Tuffi.Che accoglie alle 22.30 l’abbraccio tra le atmosfere del noir e il mondo dello streaming doIl segreto di Mr Willer (Les Flaneurs) di Chicca Maralfa.Segue alle 23 Anna Martellato, che ci accompagnaalla scoperta delle bugie che hanno connotato la vita di Mia, protagonista di Il nido delle cicale (Giunti). L’avvocato Michele Di Donnaracconta alle 19.30 in piazza San Benedetto una storia di cambiamento vissuta attraverso gli occhi del protagonista de L’alienazione del bene (Kimerik).

Non mancano gli incontri ‘in musica’. A partire dal rocker Marco Ligabue, atteso alle 18 sulla Terrazza di Peppino Campanella, che in Salutami tuo fratello (Pendragon) rievoca i ricordi dell’infanzia e di quel momento in cui tutto cambiò per sempre: l’improvviso successo del fratello Luciano. Si passa dal rock alla musica classica alle 22.30 in piazza San Benedetto con il pianista Emanuele Arciuli, autore deLa bellezza della nuova musica (Edizioni Dedalo).I critici Ugo Sbisà e Nicola Gaeta presentanoin Terrazza dei Tuffi alle 20.30 Alchimia dell’istante (Auditorium),opera postumadelvirtuoso del pianoforte, Gianni Lenoci.

Spazio ai giovani lettori negli incontri in programma al Libro Possibile Caffè. Pamela Giotta e Vitantonio Fanizza raccontano alle 17.30 la storia di un’amicizia apparentemente impossibilenella favola illustrata La bambina e la gallina (Creativity Communications Labs). Segue alle 18 Trifone Gargano con il suo Dante Pop e Rock (Progedit editore), presentato insieme agli alunni dell’Istituto Comprensivo ‘Balilla-Imbriani’di Bari. Sono invece gli studenti della ‘Massari-Galilei’ di Bari a intervenire alle 18.30 durante la presentazione del libro di Dario Vergassola, Storie vere di un mondo immaginario.

Tra gli altri autori che si alterneranno sui palchi del festival ci sono ancheGiuse Alemanno, Giuseppina Bonaviri, Domenico Diacono, Tommaso Forte, Andrea Maricelli, Francesco Minervini, Roberto Riccardi.

L’ingresso è a pagamento, previa prenotazione dal sito www.libropossibile.com, per il lungomare Cristoforo Colombo e piazza Aldo Moro. Il biglietto costa 3 euro ed è valido per tutti gli incontri relativi alla piazza e alla giornata selezionata. L’intero ricavato della vendita sarà devoluto in beneficenza. Non è previsto il pagamento, ma è comunque necessaria la prenotazione, invece, per piazza San Benedetto, mentre per la Terrazza dei Tuffi l’accesso è libero fino ad esaurimento dei posti. Tutte le info sul sito del festival Il Libro Possibile.

Il programma completo del festival è consultabile sul sito www.libropossibile.com.

redazione

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO