IX edizione del “Premio Puglia a Tavola”: conclusa con successo

0
376

Quattro strutture ricettive hanno conquistato il prestigioso  «Premio Puglia a Tavola», la cui nona edizione si è svolta all’Istituto Professionale «A. Perotti» di Bari.

Organizzata dalla Fondazione Nikolaos e dall’Istituto Perotti, col patrocinio di Regione Puglia, Assessorato all’Istruzione e al Diritto allo Studio della Regione Puglia, Città Metropolitana di Bari, Comune di Bari e di Confcommercio Provincia di Bari e BATl’edizione 2021 del «Premio Puglia a Tavola» è stata dedicata ai giovani professionisti pugliesi che hanno avviato in Puglia nuove start up nel food nonostante il difficile periodo di crisi dovuta alla pandemia.

Durante la cena di gala, presentata dalla giornalista Patrizia Camassa, supportata dal dirigente scolastico dell’Istituto Perotti Rosangela Colucci e dal vicepresidente della Fondazione Nikolaos Vincenzo Capobianco -, sono stati consegnati i «Premi Puglia a Tavola» alle startup del settore food che nel 2021 che, con impegno e straordinaria dedizione, nonostante le difficoltà dovute al periodo di pandemia, hanno contribuito a rafforzare l’immagine del territorio, incrementandone la visibilità e l’eccezionale attrattiva turistica della Puglia. 

I premi sono stati offerti da Maioliche Pugliese di Fasano, mentre la serata è stata sostenuta da numerosi sponsor privati, quali: Acqua Orsini, Ad Horeca, AssiPan – Confcommercio, Book Bar Di Marsico, Caggianelli, Cippone & Di Bitetto, EddyCart, Guastella Communication srl; Holly Tour, Idro Alimentari, Intelletto Fruit, Maioliche Pugliesi, Marr, Matarrese Ristorazione Automatica, Siciliani Carni.

Per la ristorazione sono stati premiati: Eddycola di Bari, in cui tradizione, modernità e arte si incontrano in un’atmosfera conviviale, senza snaturare il patrimonio culinario pugliese; Varietà Caffè Bistrot di Bari, un contemporaneo ed eclettico bistrot, che si distingue per il concetto di esclusiva poliedricità rendendolo un punto di riferimento per un target ampio e diversificato, e per la proposta gastronomica incentrata su eccellenze e specialità della tradizione pugliese, rivisitate in un’ottica contemporanea; Bloom Restaurant di Angela D’Errico – una giovane chef che ha già accumulato tanti anni di esperienza professionale -, per interpretare un concetto di cucina in cui la grande tradizione culinaria regionale si rinnova di continuo con creatività e ricercatezza; Laboratorio Contemporaneo di Bitetto di Rocco Violante, ex alunno dell’istituto Perotti, che ha dato vita a una linea di prodotti dolciari come pastiere, crostate di pasticceria moderna e biscotti di pasta frolla utilizzando materie prime di qualità e un packaging moderno e funzionale.

Durante la serata, alla famiglia D’Agostino è stata consegnata una targa in memoria dello chef Lello D’Agostino, da tutti conosciuto come il “Maestro”, scomparso nel marzo scorso.

Un’altra targa è stata assegnata a Paolo Aprile, dirigente scolastico dell’Alberghiero “Aldo Moro” di Santa Cesarea Terme, della rete Made in Italy  di cui fa parte anche il Perotti.

La cena al Perotti ha visto i migliori chef locali, formatisi nell’istituto barese e guidati da Antonio De Rosa, cimentarsi nella rivisitazione della tradizione enogastronomica pugliese.

Molte le personalità del mondo politico, economico e sociale del territorio che hanno partecipato alla nona edizione del «Premio Puglia a Tavola»: tra loro, Anna Cammalleri, già Direttore Generale dell’USR Puglia, oggi Consigliere del Presidente della Giunta della Regione Puglia, per le Politiche integrate, Formazione, Occupazione e Cittadinanza Attiva nel Sistema Puglia, Marella Lamacchia funzionario dell’assessorato alla Formazione della Regione Puglia, Paola Romano, assessore all’Istruzione del Comune di Bari, e Marco Bronzini, consigliere delegato alla Programmazione Scolastica ed Edilizia Scolastica della Città Metropolitana di Bari. 

All’evento hanno preso parte anche i rappresentanti della FIC (Federazione Italiana Cuochi) e una delegazione Argentina, con cui è stato avviato un programma di interscambio accademico con lo scopo di realizzare una attività di formazione proprio nello stato sudamericano.

Il Perotti ha mostrato un’organizzazione eccellente, con numerosi studenti impegnati tra il ricevimento, il servizio in sala e in cucina, supportati da docenti e Chef noti tra cui Antonio De Rosa che hanno prestato la propria opera. L’evento, organizzato in modalità ridotta a causa delle restrizione dovute alla pandemia, è stata molto apprezzata dai 60 ospiti intervenuti, e si è conclusa con l’arrivederci alla prossima edizione.

«In un momento in cui la crisi legata al Covid-19 sembra ormai prendere il sopravvento in tutto il Paese – dichiara Vito Giordano Cardone, presidente della Fondazione Nikolaos – alcuni dei maggiori professionisti del settore si ritroveranno per lanciare un messaggio forte e positivo attraverso un grande e gioioso evento conviviale: la festa dell’enogastronomia organizzata da Fondazione Nikolaos e dall’Istituto Perotti, uniti in un partenariato in rete che prevede lo scambio di esperienze e visite finalizzate a promuovere la cucina mediterranea anche all’estero».

«Ringraziamo – commenta Vincenzo Capobianco, vicepresidente della Fondazione Nikolaos – l’istituto Perotti per l’impegno nell’organizzare questo evento di alto livello, volto alla valorizzazione del territorio pugliese e delle sue eccellenze enogastronomiche, che attraggono sempre più turisti da tutto il mondo».

«Sebbene la pandemia di Covid-19 sia ancora in corso – spiega Rosangela Colucci, dirigente scolastico dell’Istituto Perotti di Bari – siamo orgogliosi di continuare a ospitare e promuovere questo evento di alto livello, volto alla valorizzazione del territorio pugliese e delle sue eccellenze enogastronomiche. Quest’anno abbiamo voluto premiare le start-up del food e i giovani imprenditori pugliesi che, con tanta tenacia e, forse, un pizzico di incoscienza, hanno deciso di investire nel settore food nonostante il periodo di grosse difficoltà per la ristorazione».

Si ringraziano: Apulian Consortium, AssoApulian, Coldiretti Puglia, Federalberghi Bari-BAT, National Institute Italian Food, TerrAntica. Con il contributo di: Acqua Orsini, Ad Horeca, AssiPan – Confcommercio, Book Bar Di Marsico, Caggianelli, Cippone & Di Bitetto, EddyCart, Guastella Communication, Holly Tour, Idro Alimentari, Intelletto Fruit, Maioliche Pugliesi, Marr, Matarrese Ristorazione Automatica, Siciliani Carni.

Media Partner dell’evento: RadioBari, TeleBari, PugliaLive, LSD Magazine.

La Fondazione Nikolaos è da sempre impegnata nella promozione e valorizzazione delle relazioni interculturali attraverso la realizzazione di iniziative di carattere, culturale, artistica ed enogastronomica.

L’IPSSAR “Perotti” è un istituto alberghiero di Bari che si distingue per l’alta qualificazione dell’istruzione e formazione professionale impartite agli alunni.  

redazione

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO