Stagione Concertistica Fondazione Petruzzelli: Giampaolo Pretto dirige l’Orchestra del Teatro Petruzzelli, solisti Lucas e Arthur Jussen (pianoforti)

0
148

Stagione Concertistica Fondazione Petruzzelli:

Giampaolo Pretto dirige l’Orchestra del Teatro Petruzzelli,

solisti Lucas e Arthur Jussen (pianoforti).

Venerdì 18 giugno alle 20.00 il maestro Giampaolo Pretto dirigerà l’Orchestra del Teatro Petruzzelli, solisti d’eccezione Lucas e Arthur Jussen (pianoforti).

In programma: Concerto per due pianoforti e orchestra, in Mi bemolle maggiore, KV 365 di Wolfgang Amadeus Mozart e Serenata n. 9, in Re maggiore, KV 320, “Posthorn” di Wolfgang Amadeus Mozart.

I pianisti Lucas e Arthur Jussen sono nati a Hilversum, dove hanno seguito le prime lezioni di pianoforte, si sono dimostrati subito grandi talenti. Già da bambini, sono stati invitati a suonare per la regina olandese Beatrix. Nel 2005 hanno studiato in Portogallo e Brasile per un anno su invito della pianista portoghese Maria João Pires, da cui hanno preso lezione assieme ad altri insegnanti prestigiosi.

Lucas ha perfezionato i suoi studi con Menahem Pressles negli Stati Uniti e con Dmitri Bashkirov a Madrid. Arthur si è diplomato al conservatorio di Amsterdam dove ha studiato con Jan Wijn.

Sono artisti esclusivi di Deutsche Grammophon dal 2010, e il loro album di debutto dedicato a lavori di Beethoven è diventato disco di platino e ha vinto l’Edison Klassiek Audience Award. Subito dopo hanno pubblicato un album dedicato a Schubert e un terzo, Jeux, dedicato a lavori pianistici francesi.

Ad ottobre 2015 hanno pubblicato un CD dei concerti per pianoforte di Mozart KV 365 e KV 242 diretti da Neville Marriner. Questo album è stato inserito da Gramophone UK nella lista “The greatest Mozart Recordings”. A marzo 2017 hanno invece pubblicato un album comprendente lavori di Poulenc e Saint-Saëns eseguiti con l’orchestra del Concertgebouw e diretti da Stéphane Denève.

Giampaolo Pretto è noto ed apprezzato sulla scena internazionale in qualità di solista, camerista, primo flauto e direttore d’orchestra. In ognuna di queste vesti sceglie da sempre di misurarsi col repertorio più ampio, spaziando abitualmente dal Barocco alle avanguardie. Conclusi a pieni voti gli studi italiani, ha conseguito il Premier Prix de Virtuosité a Parigi sotto la guida di Patrick Gallois. Si è poi diplomato anche in Composizione al Conservatorio di Torino ed ha studiato Direzione d’orchestra con Piero Bellugi.

Ha fondato il Quintetto Bibiena, gruppo di fiati premiato all’ARD di Monaco 1993, che per oltre un ventennio è stato ospite fisso di tutte le principali Stagioni musicali.

È assegnatario di numerosi premi e riconoscimenti, tra cui il “Barison” nel 1987, il “Siebaneck-Abbiati” nel 2003 con il Quintetto Bibiena, il “G.F. Pressenda” nel 2008.

Dal 1986 è primo flauto Rai, dapprima nell’Orchestra di Milano, poi nella Sinfonica Nazionale di Torino.

Attivo come compositore, negli ultimi anni ha spesso diretto o eseguito suoi brani come il concerto per flauto, violoncello e orchestra Nine rooms, il quartetto A flat, commissione dell’Ex Novo Ensemble di Venezia, il concerto per clarinetto Per quelli che volano, commissione della Haydn di Bolzano, Tre d’amore per orchestra da camera, scritto per l’Unimi di Milano.

Come didatta ha tenuto gremite masterclass in flauto e musica da camera per primarie istituzioni italiane come il MusicaRivaFestival, l’Accademia Perosi, l’Accademia Chigiana e la Scuola di Musica di Fiesole, ma anche in Francia, Slovenia, Corea. Dal 2000 al 2018 è stato docente dell’Orchestra Giovanile Italiana con l’incarico di Maestro preparatore dal 2012. Nel 2013 ha inoltre pubblicato un testo di tecnica flautistica, Dentro il suono, che ha incontrato subito il massimo interesse anche a livello internazionale e da cui ha preso presto vita un omonimo sistema didattico, denominato con l’acronimo Dils, basato –––su di un innovativo lavoro d’équipe e per il quale Pretto coordina un numero sempre crescente di docenti da lui stesso certificati.

Per il centenario debussiano del 2018 ha inciso un doppio cd per Warner Classics, Ouïr la lumière, che include l’intera opera per flauto di Claude Debussy, oltre ad alcune trascrizioni da opere dell’autore francese realizzate da Pretto, una delle quali – la versione per quintetto di fiati della Sonata n. 2 – è stata pubblicata da Durand.

Tra i molti altri lavori incisi spiccano inoltre l’integrale dei Concerti di Mozart con la European Union Chamber Orchestra e la Südwestdeutsches Kammerorchester Pforzheim, i Concerti brandeburghesi di Bach per la rivista “Amadeus”, il Concerto di Petrassi con l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, il concerto Ruah di Ivan Fedele (di cui è dedicatario) con l’Orchestra Nazionale della Rai, il Concierto Pastoral di Rodrigo con la Filarmonica di Torino.

Il canale tematico Sky Classica gli ha dedicato due ritratti monografici per le serie “I notevoli” e “Contrappunti”.

Biglietti in vendita sul sito  www.vivaticket.it.

I possessori di voucher potranno effettuare la conversione via mail scrivendo a botteghino@fondazionepetruzzelli.it, allegando foto o scansione del voucher e indicando il settore preferenziale e la data, i posti saranno assegnati dal botteghino in base alla migliore disponibilità.

Solo in casi eccezionali, per coloro che sono impossibilitati all’acquisto attraverso le modalità sopra indicate, sarà prevista la vendita direttamente in botteghino, previa prenotazione telefonica, chiamando il numero 080.9752810 dal lunedì al sabato dalle 13.30 alle 16.00.

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO