Protocollo d’intesa tra Procura della Repubblica di Bari e Sezione ANFI Bari

0
251

In data 09.06.2021 presso la sede della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bari, alla presenza del Comandante Regionale della Guardia di Finanza Puglia, Gen. D. Francesco Mattana e del Comandante Provinciale della Guardia di Finanza Gen. B. Roberto Pennoni, è stato stipulato un importante protocollo di intesa tra la medesima Procura della Repubblica, rappresentata nella circostanza dal Procuratore Capo dott. Roberto Rossi, e la Sezione ANFI BARI, rappresentata nella circostanza oltre che dal Comm. Antonio Fiore, presidente della Sezione ANFI BARI, anche dal Ten. Avv. Antonio Maria La Scala, consigliere della Sezione di Bari e vice presidente nazionale ANFI, nonché il vice presidente della Sezione Anfi di Bari, Lgt. Giovanni Di Grumo.
Il protocollo, intitolato “Insieme per la Giustizia”, prevede che alcuni volontari della Sezione ANFI Bari vengano impiegati, a titolo gratuito, all’interno di taluni uffici amministrativi della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bari, per fornire concreto ausilio al personale della medesima Procura e per promuovere, pertanto, una effettiva e celere amministrazione della giustizia nel territorio di competenza. L’attività di volontariato che sarà svolta dai soci ANFI sarà fatta a titolo personale, spontaneo e gratuito e senza alcun fine di lucro.
Questo protocollo è stato fortemente voluto dal Procuratore Capo Roberto Rossi e dal Responsabile delle risorse esterne della Procura della Repubblica di Bari, dott. Marcello Quercia, che da sempre nutrono profonda stima umana e professionale nei confronti dell’Associazione Nazionale Finanzieri di Bari.
Trattasi di iniziativa già avviata in altre Procure italiane, presenti nell’Italia Centro- Meridionale, territorio di competenza del vice Presidente Nazionale LA SCALA, tra cui Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma, Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli, Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona.

Redazione

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO