Cus Bari – Regata di rankin nazionale organizzata dal Comitato Puglia e Basilicata

0
113

Il Cus Bari ottime prestazzionie primo tra i giovani a livello regione

Domenica 30 maggio a Senise si è svolta la regata di rankin nazionale organizzata dal Comitato Puglia e Basilicata, che ha visto far bene gli atleti del Cus Bari che confermando il buon livello fisico hanno ottenuto 32 medaglie, 14 oro, 9 argento e 9 bronzo.

Sebbene le condizioni meteorologiche non fossero delle più favorevoli, vista la pioggia, le regate della terza gara regionale del 2021 si sono svolte regolarmente. Ci sono state gare di velocità e distanza su percorsi di 500, 1000, 1500e 2000 metri, suddivise per tutte le categorie dagli juniores ai master, quindi con un ventaglio d’età dagli 11 ai 50 anni.

Con la compagine giovanile abbiamo confermato la posizione – ha affermato il tecnico Saverio Binetti – siamo primi provvisoriamente nella ‘Classifica D’aloja’ riservata alle categorie giovanili. Domenica abbiamo confermato questa nostra buona condizione sia nel medagliere che nei classifica punti”.

Andrea Annacontini, Miriam Loconsole, Andrea Licciardi, Orlando Pinnola, Eva Gatto, Donatella Castro, Gabriele Loconsole, Giuliana Di marzo, Vanessa Cutrignelli, Davide Barletta, Andrea Antezza, Giuseppe Garofalo, Filippo Postiglione, Anna Colella, Anna Piro, Riccardo Patruno Marco Montrone, Francesco Armenise, Gennaro Fortunato e Vito d’Agostino sono i canottieri cussini che hanno conquistato la medaglia d’oro.

Anche con gli adulti abbiamo ottenuto un buon risultato. Abbiamo confermato quello che stiamo facendo di buono in vista dei campionati italiani a Gavirate, nel Varese, tra due settimane. Siamo soddisfatti di questo risultato che gratifica il grande impegno profuso per migliorare costantemente la preparazione atletica di tutti”.

Obiettivo del Cus Bari adesso è sia l’imminente competizione nazionale per le categorie ragazzi e under 23, ma anche il “Festival dei giovani”, che si svolgerà sempre a luglio a Varese, nel quale i baresi vorranno confermare il loro primato, estendendolo anche a livello italiano.

Redazione

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO