Be Nicholas, non serve essere santi per fare miracoli – Al via il progetto partecipativo dedicato a San Nicola

0
189

Al via il progetto dedicato a San Nicola che prevede un processo partecipato e la realizzazione di un’opera raffigurante il Santo e costituita da 60mila mattoncini. E ancora, laboratori di scrittura, urban touch point e un catalogo dei “miracoli possibili”

Una comunità di persone che condivide la volontà di essere protagoniste di una nuova forma di cittadinanza attiva e partecipata, per realizzare, insieme, cambiamenti sociali a partire dal proprio contesto quotidiano di vita. Be Nicholas deve il suo nome alla figura da cui trae ispirazione: San Nicola. Uno dei più popolari, se non il più popolare al mondo, San Nicola è un santo le cui azioni sono sempre state guidate da una solida coscienza e da qualità semplici, tratti caratteristici e umani, in cui ciascuno si può riconoscere. La sua è una personalità che si potrebbe addirittura definire “imperfetta”: si arrabbia, impreca, si lascia scappare un ceffone, si sporca le mani, ma lo fa sempre per perseguire il bene. Donatore per eccellenza, insegna e ispira generosità, apertura verso l’altro e la straordinarietà delle scelte – piccole o grandi che siano – che possono condurci ad un cambiamento positivo. È da lui, nella sua veste di “uomo Nicola”, che Be Nicholas trae la sua visione: quella per cui una scelta o un’azione di ogni giorno, praticata insieme agli altri per raggiungere un obiettivo comune, è ciò che si può definire un “miracolo possibile”. 

Non santi, quindi e nemmeno (super)eroi ma persone normali, ordinarie, disponibili tuttavia ad acquisire una nuova consapevolezza e una nuova responsabilità sociale.

Nei giorni in cui ricorre la festività di San Nicola di maggio e nei quali, per il secondo anno consecutivo, non sarà possibile dar vita al tradizionale corteo, Be Nicholas apre la sua chiamata a tutti coloro che hanno voglia di riconoscersi come parte della comunità, secondo un’identità che si ispira ai tratti tipici del Santo e li traduce in azioni umane e possibili: un popolo trasversale, senza confini geografici e differenze, che si incontra, per ora solo online, sul sito www.benicholas.org dove potrà prendere parte ad un’opera rappresentativa dell’intero progetto, un vero e proprio San Nicola di mattoncini, di dimensioni reali (1,90m). Un’opera, commissionata alla Brick Vision di Riccardo Zangelmi – primo e unico Lego® Certified Professional italiano – costituita da 60mila mattoncini e che sarà presentata pubblicamente il prossimo 6 dicembre. Ogni mattoncino è singola unità e parte di una costruzione, così, per essere parte di questa, basterà richiedere (gratuitamente) la propria “Carta di Identità di Be Nicholas”: un documento informale, scaricabile dal sito, in cui ciascuno si riconosce come membro della comunità e si fa promotore, attraverso le sue qualità e le sue azioni, di alcuni dei tratti caratteristici del Santo, per contribuire a realizzare il cambiamento sociale. Ad ogni carta d’identità sarà associato un codice identificativo, tramite il quale sarà possibile cercare il proprio mattoncino all’interno dell’opera in fase di composizione.  

A raccontare le qualità di San Nicola che più lo rendono vicino a noi, è l’inconfondibile stile narrativo di Alessio Giannone, in arte “Pinuccio”, sceneggiatore e interprete di una serie di brevi video dal titolo “Sono Nicola”, che saranno diffusi sui canali social di Be Nicholas: storie, episodi, aneddoti e leggende legate al Santo, private del sovrannaturale e capaci, così, di rivelare il suo lato più umano e ispirare ognuno di noi a perseguire l’idea di un bene possibile e collettivo. 

I prossimi step 

Quando, a partire dal prossimo autunno, sarà possibile realizzare azioni collettive in presenza e in totale sicurezza, il progetto darà vita alla sua seconda fase: la costruzione dei “miracoli possibili”. Attraverso laboratori, incontri e “urban touch point” (luoghi fisici, dislocati in alcuni spazi cittadini, in cui chiunque potrà esprimere la propria idea di miracolo possibile), si lavorerà concretamente e in maniera collettiva alla raccolta di idee, spunti, proposte reali di cambiamento, a partire dal proprio contesto sociale. Proposte che, al termine, saranno raccolte in un vero e proprio “Catalogo dei miracoli possibili”, che sarà pubblicato e presentato a gennaio del 2022, e che costituisce il punto di arrivo ma anche il punto di ripartenza del progetto.

Be Nicholas è un progetto di Eventialevante, in collaborazione con La Capagrossa, promosso da Regione Puglia, Pugliapromozione, Teatro Pubblico Pugliese, nell’ambito del POR FESR – FSE 2014-2020″ e sostenuto da Chimica D’Agostino S.p.A e Coop Alleanza 3.0.

Il progetto gode del patrocinio del Comune di Bari, della rete sociale Barisocialbook, del Garante Regionale dei diritti delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà, del Garante Regionale dei diritti dei minori, del Corpo Consolare di Puglia, Basilicata e Molise. 

Sito ufficiale Be Nicholas

www.benicholas.org

Facebook e Instagram 

@benicholascommunity 

Gruppo Facebook

Be Nicholas PEOPLE

Link al video intro di “Sono Nicola” di e con Pinuccio  

Ufficio stampa 

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO