Ss 275 Maglie-Leuca, dal Ministero chiarimenti e prescrizioni, Maurodinoia: ‘ Auspico un rapido intervento dell’Anas per porre correttivi’

0
116

Ss 275 MAGLIE-LEUCA, DAL MINISTERO CHIARIMENTI E PRESCRIZIONI

MAURODINOIA: “AUSPICO UN RAPIDO INTERVENTO DELL’ANAS PER PORRE CORRETTIVI”

“Preoccupazione e delusione” per il nuovo intralcio sulla strada statale 275, Maglie-Leuca.

Così si riassume il pensiero dell’Assessore regionale alla Mobilità e ai trasporti della Regione Puglia Anita Maurodinoia, in merito alla sfavorevole decisione della commissione tecnica di verifica dell’impatto ambientale presso il Ministero della Transizione Ecologica.

In sostanza, la sottocommissione Via, ha sollevato nei confronti dell’ANAS SpA, alcune criticità nell’ambito del progetto definitivo, in ottemperanza a prescrizioni previste dalla delibera CIPE 76/2009 al fine di garantire “tutele ambientali”.

“Si, non lo nascondo – dichiara l’Assessore – sono preoccupata e delusa perché dopo aver chiesto da tempo al Governo nazionale il commissariamento della strada  statale 275 al fine di accelerare e sbloccare definitivamente il cantiere di un opera strategica per il Salento e la Puglia, siamo costretti, -in attesa dell’inserimento della Maglie-Leuca nel secondo elenco di opere da completare, così come preannunciato dal ministro delle Infrastrutture  Enrico Giovannini, – a rallentare il passo ancora una volta, per consentire all’Anas SpA, soggetto proponente, di uniformare gli elaborati tecnici alle prescrizioni e rendere così il progetto compatibile.

Auspico -conclude l’assessore- un rapido ed efficace superamento delle criticità da parte di Anas SpA, in quanto la realizzazione di quest’ opera, tra l’altro inserita nel Tavolo di approfondimento del settore “Strade di interesse Nazionale”, non può subire ulteriori intralci autorizzativi e procedurali”.

“Ma come Regione Puglia, non saranno certamente questi ostacoli a farci desistere. Da parte nostra – argomenta l’Assessore – continueremo sia con la richiesta di commissariamento ai sensi di legge affinché si possa sbloccare l’opera e favorire l’individuazione dei finanziamenti necessari anche per il secondo lotto, sia monitorando tempi e procedure per evitare spreco di altro tempo. Non ci stancheremo di far sentire e amplificare la voce del Salento, rappresentata da colleghi consiglieri, comitati, associazioni, organi di stampa e cittadini che insieme ai rappresentanti istituzionali chiedono a gran voce che la Maglie-Leuca non resti nel libro dei sogni”.

redazione

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO