Ruvo di Puglia, 400 casi di positività al Covid – 19 e tre decessi: ordinanza restrittiva

0
743

Ordinanza restrittiva emanata dal sindaco d Ruvo di Puglia, Pasquale Chieco. La decisione dopo l’aumento dei numeri dei contagi al Covid 19 arrivati a 400 casi. Purtroppo, si sono registrati tre decessi e tra loro due coniugi. . Il primo cittadino è vicino ai parenti delle vittime e invita la cittadinanza alla massima prudenza e al rispetto delle regole in vigore. Questo il contenuto del post su facebook.

“Dai dati ufficiali il nostro possesso, in questo momento le persone positive al coronavirus a Ruvo di Puglia sono esattamente 400, mentre 277 sono le persone in isolamento fiduciario in attesa di tampone. Purtroppo dobbiamo registrare anche tre decessi di persone malate di covid. Ai parenti di questi nostri concittadini la nostra più stretta vicinanza. Tra loro due coniugi: una famiglia completamente distrutta. Come vedete la curva dei contagi in città continua a salire: siamo in controtendenza rispetto alla maggioranza dei comuni della Città Metropolitana di Bari e permangono le ragioni che ci hanno indotto sabato a emanare un’ordinanza più restrittiva. La maggior parte dei contagi deriva da focolai di natura familiare, inoltre registriamo un cluster molto esteso che si è sviluppato in occasione di un funerale. Devo dire che ancora non mi capacito di come, dopo un anno di continui inviti alla prudenza e alla responsabilità, con un bollettino quotidiano di morti e contagiati, con le regole di comportamento ripetute all’infinito possano ancora verificarsi focolai di contagio così vasti. Noi, per parte nostra non molliamo, non possiamo mollare: abbiamo intensificato i controlli a domicilio nelle abitazioni dei positivi e negli ultimi due giorni sono state elevate dieci contravvenzioni per assembramento. La buona notizia di oggi è che a partire dal 29 di aprile il nostro Drive Through di via Floricoltori sarà gestito della Protezione Civile sempre sotto la direzione del servizio di Igiene e Sanità Pubblica dell’area Nord e sarà aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 14 alle ore 18. Potremo incrementare e fare almeno un migliaio di tamponi a settimana realizzando un monitoraggio molto più dettagliato della situazione.Impegnamoci tutti per evitare nuovo dolore alle nostre famiglie. Non vi nascondo che la notizia della scomparsa per covid di nostri concittadini continua a scuotermi profondamente. Il virus non cessa di seminare angoscia e disperazione nella nostra città.Vi chiedo uno sforzo comune per fermare tutto questo dolore, vi chiedo più attenzione, vi chiedo più responsabilità. È il solo modo che abbiamo per venirne fuori”.

Antonio Carbonara

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO