Raimondo Innamorato, sindaco di Noicattaro nell’indagine sui “furbetti dei vaccini”

0
796

“Ho appreso di essere coinvolto nell’indagine sui “vaccinati fuori lista”. Il 30 aprile sarò ascoltato per chiarire formalmente la mia posizione, già ampiamente rappresentata pubblicamente nei mesi scorsi. Avevo personalmente auspicato di avere la possibilità di chiarire il prima possibile la mia assoluta buona fede e serenità d’animo in questa vicenda. Fare chiarezza servirà a mettere la parola fine a questa vicenda e a ribadire la mia estraneità alle accuse che mi sono state rivolte in questi mesi”.

Sono queste le parole su facebook di Raimondo Innamorato, sindaco di Noicattaro e dopo aver saputo della indagine a suo carico per il vaccino che lo stesso ha ricevuto mesi fa. Con lui anche due imprenditori baresi Domenico e Luigi De Bartolomeo, il primo ex presidente di Confindustria Puglia, Nicola Canonico e appunto il sindaco di Noicattaro. Gli stessi sono stati convocati per il 30 aprile insieme con altri 23 indagati. Altre 26 persone saranno sentite dagli inquirenti baresi il 10 maggio (cf. Ansa Puglia).

Sono nel totale 53 gli indagati che risponderanno a vario titolo a violazione del piano vaccinale, false dichiarazioni sulla identità, truffa aggravata ai danni del Sistema sanitario nazionale e di falso ideologico.

Vito Bombacigno


Biofarma

LASCIA UN COMMENTO