Capurso: nasce l’Agenzia Eurodesk

0
315

Nasce a Capurso Eurodesk la rete ufficiale del programma europeo Erasmus+ per l’informazione sui programmi e le iniziative promosse dalle istituzioni comunitarie in favore dei giovani.

Eurodesk è la rete istituita dall’Unione Europea per rendere realizzabile la mobilità educativa per l’apprendimento dei giovani prevista nella nuova generazione dei programmi europei del settennato 2021-2027. In Italia, la rete nazionale opera per implementare i quattro cardini (promuovere, informare, orientare e progettare) della sfida da vincere (a tutti i livelli) per incrementare la partecipazione attiva dei giovani nella società e la loro migliore occupabilità nel mercato del lavoro.

Oggi Eurodesk è presente in 36 paesi europei con strutture di coordinamento nazionali e oltre 1.000 punti di informazione decentrata sul territorio. La Rete Nazionale Italiana Eurodesk è composta da circa 80 Punti Locali presenti in 17 regioni (dato aggiornato al 2020). La Regione Puglia annovera 4 punti locali fra cui, a partire da metà marzo del 2021, il Comune di Capurso in qualità di Agenzia per la Mobilità Transnazionale per l’Apprendimento dei giovani.

“Con l’intento di accorciare le distanze tra mondo giovanile e istituzioni e tra il centro e le “periferie” dell’Unione Europea, ho creduto fortemente nella necessità di rivolgermi ai giovani capursesi e dei paesi limitrofi attraverso un servizio utile a favorire l’accesso ad opportunità concrete di mobilità internazionale, cultura, formazione formale e non formale, lavoro, volontariato.- afferma l’assessore Raffaella Rubino, che aggiunge – I principali destinatari dell’Agenzia Eurodesk di Capurso saranno gli studenti delle scuole secondarie, giovani ricercatori, giovani in cerca di prima occupazione, giovani che vogliano fare esperienza di formazione o di volontarianto all’estero”.

La “scrivania per l’Europa” sarà ubicata presso il “Saper Space”, l’ex casa del custode della scuola Venisti. In futuro i servizi offerti da Eurodesk saranno integrati nel progetto “Porta Futuro”.

Tale progetto offrirà servizi di orientamento, di bilancio delle competenze, di supporto alle start-up, di matching domanda-offerta di lavoro e formazione.

“L’idea è quella di collegare servizi e sportelli di diverso tipo (informagiovani, centri per l’impiego, servizi di informazione europea, ecc.) attivati dal nostro ente” afferma l’assessore.

Il Comune di Capurso, attraverso un accordo di partenariato, si è impegnato ad attivare un servizio informativo e orientativo gratuito per la sua cittadinanza e non solo. A partire da questo momento si avvicenderà la fase di promozione su tutti i siti web e i social network.

“È fondamentale sensibilizzare sul tema delle politiche giovanili e insieme all’assessore Rubino, stiamo pensando di farlo coinvolgendo anche gli amministratori dei Comuni vicini al nostro. – afferma il Sindaco Michele Laricchia, e conclude – Solo insieme si può agire nell’ottica del grande programma dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile che, fra i 169 traguardi comuni da raggiungere, annovera quelli che ruotano attorno al mondo giovanile, della formazione e del lavoro”.

Redazione

LASCIA UN COMMENTO