Contrasto alla povertà educativa in Puglia, priorità alla scuola e ai bisogni educativi, sociali e culturali di minori e adolescenti

0
171

presentazione on line mercoledì 17 marzo ore 12.30


Presentato oggi in Giunta il primo documento di strategia regionale per il contrasto delle povertà educative, a firma degli Assessori Sebastiano Leo (Istruzione, Formazione e Lavoro), Rosa Barone (Welfare) e Massimo Bray (Cultura). Il documento, frutto di un lavoro interdisciplinare indicato dal programma di governo, mette a sistema per la prima volta un quadro articolato di bisogni educativi e sociali per proporre una strategia d’intervento regionale complessa e interdisciplinare, sarà presentato on line mercoledì 17 marzo ore 12,30.


“La povertà educativa indica l’impossibilità per i minori di apprendere, sperimentare, sviluppare e far fiorire liberamente capacità, talenti e aspirazioni. Non possiamo permettere che migliaia di bambini/e e ragazzi/e siano privati degli strumenti per costruire il loro futuro e i loro sogni. Questo documento ci indica la strada da seguire con l’elaborazione di un piano di investimenti importante e trasversale che riporta la scuola e i bisogni educativi dei minori al centro, anche alla luce dell’esperienza del Covid” ha commentato l’assessore Leo.


“La forza di questa Strategia è l’assunzione di una complessità del fenomeno della povertà educativa nel nostro Paese, che richiede un approccio integrato per l’attivazione di misure strutturate per rendere più ricche, più larghe e più efficaci le nostre comunità educanti, perché abbiano a disposizione più servizi, più strutture e più risorse per sostenere il percorso educativo dei minori con una attività didattica più estesa ed inclusiva, ma anche e soprattutto aprendo il tempo-scuola e arricchendo i programmi didattici con la fruizione di contenuti e attività culturali nei luoghi della cultura (biblioteche di comunità, musei e parchi archeologici, centri polifunzionali) di cui il territorio pugliese è sempre più ricco e in cui i nostri bambini e bambine, ragazzi e ragazze devono essere protagonisti” è il commento dell’Assessore Bray.


“Quando bisogna lavorare in profondità su un progetto così importante e impattante, è fondamentale fare rete e agire su più livelli. Sono molto soddisfatta del bel lavoro svolto e ringrazio di cuore i miei colleghi e gli uffici. Il contrasto alla povertà educativa è la chiave di volta, per poter far sì che tutti possano avere un’alternativa, e che questa passa sempre da un rafforzamento delle basi, agendo su più livelli.”

È il commento dell’Assessora al Welfare Rosa Barone.


Il documento è stato elaborato da un gruppo di lavoro trasversale fra Istruzione, Welfare e Cultura, coordinato dalla consigliera per l’attuazione del programma di governo, on.Titti De Simone che ha quantificato anche le risorse necessarie.


“Siamo partiti dagli indicatori socio economici purtroppo aggravati da questa crisi, per indicare obiettivi ambiziosi ma non impossibili se uniamo le forze e le occasioni. È rilevante che la Strategia incroci i nuovi cicli di programmazione per avvalersi delle risorse che avremo a disposizione, per avvicinare la Puglia agli standard europei, a partire dagli asili nido. Questa strategia integra il lavoro che stiamo contemporaneamente sviluppando con l’Agenda di genere, trasversale alle diverse politiche regionali”.

facebook
twitter
linkedin
telegram

LASCIA UN COMMENTO