T.P.L: Faisa Cisal presenta le priorità per riformare il settore al Ministero Infrastrutture e Trasporti

0
1294

T.P.L.: FAISA CISAL  PRESENTA LE PRIORITA’ PER RIFORMARE IL SETTORE AL MINISTERO INFRASTRUTTURE E TRASPORTI

Aumento del servizio e adeguamento finanziario – Rinnovo del CCNL e criteri di premialità nei bandi”

Roma 15 febbraio 2021: “Aumento del servizio di trasporto pubblico per rispondere alle mutate esigenze di mobilità dell’utenze conseguentemente alla pandemia ed azione diretta alla sostenibilità ambientale ed alla ricerca e sostentamento del Green Deal”.  Lo ha chiesto la Faisa Cisal in audizione in Commissione di studio istituita dal Mit per riformare il settore del Tpl. “Per ridurre il Gap tra Nord e Sud si richiedono interventi coraggiosi e responsabili, orientati al lungo periodo, partendo da una definizione chiara del quadro normativo del rapporto tra Stato e Regioni. Punto centrale della riforma del settore è il tema della dotazione finanziaria a carico dallo Stato che garantisca al Fondo Nazionale stesso un adeguamento attraverso un meccanismo di recupero inflattivo

“Elemento essenziale, per un armonico ed equilibrato sviluppo del settore del trasporto pubblico, è il CCNL di categoria, che deve essere puntualmente rinnovato, possibilmente in un unico CCNL della Mobilità”. Lo ha chiesto la Faisa Cisal in audizione in Commissione di studio istituita dal Mit per riformare il settore del Tpl. “Bisogna introdurre un sistema basato sulla premialità sostituendo quello fondato su criteri di penalizzazione e quindi nella fase di regolamentazione e redazione degli eventuali bandi di gara non ci si limiti a tener conto unicamente ‘dell’offerta economicamente più vantaggiosa’ ma si prevedano criteri di valorizzazione degli investimenti, della qualità dei servizi forniti e di meccanismi premiali per le offerte che tengano conto del miglior trattamento economico e normativo dei lavoratori.

Dichiarazioni rese dal Segretario Generale MAURO MONGELLI                   

   

LASCIA UN COMMENTO