Comuni Uniti per la Giornata della Memoria, “Yossl Rakover si rivolge a Dio”: spettacolo teatrale-musicale con Erica Mou e Cosimo Damiano Damato

0
178

In diretta sulla pagina Facebook del Comune di Putignano e dei Comuni aderenti all’associazione “Cuore della Puglia”

In occasione della “Giornata della Memoria”, Cosimo Damiano Damato ed Erica Mou portano in scena il testo di Zvi Kolitz “Yossl Rakover si rivolge a dio”. Un intenso e coinvolgente spettacolo teatrale-musicale, in programma domenica 31 gennaio alle ore 19:00, dal palco dell’Auditorium “Don Milani” di Acquaviva e in diretta streaming sulla pagina Facebook del Comune di Putignano e dei Comuni di Acquaviva, Altamura, Casamassima, Cassano, Cellamare, Corato, Gravina, Putignano, Rutigliano, Turi.

L’eventopromosso dal Teatro Pubblico Pugliese insieme ai Comuni dell’associazione Cuore della Puglia e ai Comuni di Bitetto e Bitonto «è un momento di riflessione collettiva sul passato, ma anche sul presente – dichiara Rossana Delfine, assessora alla Cultura di Putignano. Un modo per ricordare insieme le vittime della Shoah, un invito a non dimenticare gli orrori dell’Olocausto e a tenere sempre aperti gli occhi di fronte alle ingiustizie».

Durante lo spettacolo la narrazione di Damato sarà scandita dalle canzoni dal vivo eseguite dalla cantautrice Erica Mou, accompagnata al pianoforte da Antonio Iammarino, che attinge a un repertorio d’autore civile sulla Shoah e sulla condanna delle guerre, con una matrice da preghiera laica, fra cui Auschwitz di Guccini, La guerra di Piero di De Andrè, Into my arms di Nick Cave, Beautiful that way di Nicola Piovani, Il cielo di Austerlitz di Roberto Vecchioni e Sottovoce della stessa Mou.


L’OPERA

“Yossl Rakover si rivolge a Dio” è l’ultimo messaggio scritto da un combattente del ghetto di Varsavia mentre il cerchio della morte si stringeva intorno a lui e ritrovato «tra cumuli di pietre carbonizzate e ossa umane, sigillato con cura in una piccola bottiglia». Pochi conoscevano allora con precisione la storia della rivolta ebraica di Varsavia e della tragedia che con essa si consumò, ma subito il testo dell’ignoto combattente che chiama in causa Dio e il suo silenzio di fronte al trionfo dell’orrore, cominciò una lunga e singolare peregrinazione per il mondo fra Israele, Germania, Francia, Stati Uniti, diventando simbolo, lascito testamentario di chi si rivolta contro l’iniquità.


«Yossl Rakover si rivolge a Dio è una lettera breve, intensa e potente – commenta Damato – in cui si chiede conto a Dio sul perché abbia taciuto e chiuso gli occhi dinanzi allo sterminio del popolo ebreo. Un’orazione, una preghiera, un graffio di bestemmia in una supplica rabbiosa e allo stesso tempo devota che trasforma il sentimento di smarrimento, dolore e pietà in una fede incrollabile. Quasi una sfida a Dio di Rakover che continua a credere ostinatamente nel suo Dio anche mentre l’umanità brucia insieme ai suoi figli e alla sua casa. Ma non bruciano la speranza e la carità, virtù cardinali per ogni ebreo».


«Il dovere di noi che siamo venuti dopo – commenta Erica Mou – è quello di ricordare. Tenere in vita il ricordo è un obbligo morale, un impegno che abbiamo con la vita di chi ci è stato e di chi ci sarà. La musica in questo ci tende una mano, ci aiuta. Le canzoni hanno sempre uno spiraglio privilegiato nella memoria, attraversano intatte il tempo senza invecchiare. La selezione musicale per lo spettacolo è fatta di brani che hanno saputo interpretare l’atrocità che il mondo ha mostrato durante la seconda guerra mondiale, il lato oscuro dell’umanità, quell’altra faccia della luna nascosta ma presente. Eppure capaci, come solo la poesia sa fare, di interrogarsi e tendere verso la speranza, la pace, il domani».

GLI ARTISTI


Cosimo Damiano Damato (Margherita di Savoia, 1973)

Poeta, drammaturgo, sceneggiatore, regista e narratore. La Cineteca Nazionale gli ha dedicato la retrospettiva “Visioni, fantasie, sogni, rivoluzioni, poesie e follie”. Fra i suoi film “Una donna sul palcoscenico” (con Alda Merini e Mariangela), “Prima che il Gallo canti” (con Don Andrea Gallo, Vasco Rossi, Dario Fo, Claudio Bisio). Per il teatro ha scritto e diretto “Il bene mio” (con Lucio Dalla, Marco Alemanno e Moni Ovadia). Con Erri De Luca ha lavorato al film “Tu non c’eri” (con Piero Pelù e Brenno Placido), al recital “Se i delfini venissero in aiuto” e al graphic novel “L’ora X. Una storia di Lotta Continua” (con Paolo Castaldi) pubblicato da Feltrinelli. 


Erica Mou Erica Mou

Cantautrice pugliese, classe 1990. Nel 2012 arriva seconda al Festival di Sanremo, nella categoria giovani, vincendo il Premio della Critica Mia Martini. È candidata ai David di Donatello 2014 per la migliore canzone originale. Attualmente vive a Tolosa e sta lavorando al suo sesto album in studio.  Nel mare c’è la sete è il suo primo romanzo, edito da Fandango nella primavera 2020.

LASCIA UN COMMENTO