“Nel nome del Padre”: il Magna Grecia Awards dona una sala Beauty alle pazienti oncologiche del ‘Miulli’ di Acquaviva

0
351

«NEL NOME DEL PADRE»: IL MAGNA GRECIA AWARDS DONA UNA SALA BEAUTY ALLE PAZIENTI ONCOLOGICHE DEL «MIULLI» DI ACQUAVIVA

Un segnale forte di come la lotta contro la malattia non deve spaventare. Un percorso che, per quanto difficile e sofferto, non deve mai togliere la dignità o intaccare la propria personalità. Anche dal lato esteriore, quello troppo spesso preda delle conseguenze che un cammino oncologico può lasciare. Proprio per questo il Magna Grecia Awards rilancia il suo impegno nel sociale, a favore di chi vive particolari situazioni di vita, e annuncia la realizzazione di una sala «Beauty» per le pazienti oncologiche dell’ospedale Miulli di Acquaviva delle Fonti (BA). Questo luogo speciale sarà allestito grazie alla preziosa collaborazione dell’associazione Una rosa blu per Carmela e sarà pronto entro la primavera del 2021, in occasione della nuova edizione della consegna del Premio ideato dal patron Fabio Salvatore.
Il progetto sarà presentato durante l’incontro che si terrà sabato 19 dicembre alle ore 12:00 presso il Reparto di Oncologia del Miulli. Sarà un’occasione davvero particolare. Infatti il cantautore Giovanni Caccamo regalerà un profondo ed emozionante momento di condivisione con le pazienti oncologiche e il personale sanitario da sempre in prima linea, specialmente in questo periodo caratterizzato dall’emergenza Covid. L’artista siciliano e Salvatore consegneranno alle donne in terapia presso l’ospedale i turbanti e le mascherine donate dal MGA.

«La cura e l’attenzione per i nostri pazienti fa sì che la bellezza del corpo diventi anche la bellezza dell’anima» commenta il Prof. Gianmarco Surico, direttore di Oncologia del Miulli e direttore della Rete Oncologica regionale. «Il reparto da me diretto guarda in maniera prioritaria non solo agli aspetti clinico-terapeutici, ma soprattutto all’umanizzazione delle cure. Al rapporto e alla centralità del benessere del paziente. Accettare la malattia significa accettare se stessi in un momento di estrema fragilità e criticità, e tutto ciò che può aiutare ad accettare la violenza di una trasformazione fisica, soprattutto nelle donne, è motivo da parte nostra di grande attenzione». Essere vicini a queste realtà diventa sempre più importante «Ringraziamo il Magna Grecia Awards per la vicinanza negli intenti – conclude il Prof.Surico – per il supporto, la donazione, a noi come struttura ma soprattutto ai nostri pazienti che ne beneficeranno».

La giornata di Acquaviva delle Fonti rientra nella serie di incontri con il mondo sociale, sanitario, culturale ed economico del territorio denominata «Nel nome del Padre», una nuova pagina di cuore del Magna Grecia Awards che lancia un messaggio di forte coesione sociale, che permetterà di raggiungere gli ultimi e i bisognosi in questo Natale segnato dalla pandemia.
Per Fabio Salvatore, fondatore e direttore artistico del Magna Grecia Awards, è un simbolo tangibile per onorare il cuore solidale della comunità e ricordare quanto oggi sia ancora più importante lo spirito di condivisione. In un periodo così delicato e complesso il Natale deve diventare l’occasione per riunirci e ricongiungerci attraverso i valori dell’amore, dell’impegno, della solidarietà e della cultura per tornare alla sua vera e profonda origine che spesso dimentichiamo.
In un anno difficile come questo, la magia del Natale assume un significato ancora più speciale che raccoglie lo spirito dell’iniziativa messa in campo dal Magna Grecia Awards, Teatro Pubblico Pugliese e dall’agenzia di comunicazione PromoStudio 360 di Bari.

Redazione

LASCIA UN COMMENTO