Lavoratori dello sport e della cultura danneggiati dal Covid: dal Comune di Ruvo stanziati 80.000 euro per ristori e ripartenze

0
289


LAVORATORI DELLO SPORT E DELLA CULTURA DANNEGGIATI DAL COVID:

DAL COMUNE STANZIATI 80.000 EURO PER RISTORI E RIPARTENZE

L’epidemia da COVID19 e le conseguenti limitazioni alla socialità necessarie al contenimento del contagio hanno fortemente penalizzato in questi mesi diversi settori economici. Tra questi, lo sport e la cultura hanno subìto un colpo particolarmente duro con pesanti ricadute soprattutto in ambito occupazionale.

Per questo l’Amministrazione Comunale di Ruvo di Puglia ha inteso destinare complessivi 80.000 euro a beneficio di queste categorie, per supportare le spese sostenute e soprattutto per incoraggiare la ripartenza, auspicata in particolare per i mesi della primavera prossima, da marzo 2021 in poi.

Tre sono gli step per l’erogazione di queste risorse: ristoro dei soggetti professionisti, affidamento di una rassegna di spettacolo dal vivo, sostegno per la ripartenza della vita associativa della città.

Per l’erogazione dei primi contributi è stato pubblicato in queste ore un primo avviso, dedicato agli operatori professionisti dei settori Cultura e Sport.

La dotazione qui prevista è di 20.000 euro di contributi per il settore cultura e 25.000 per lo sport.

Gli interessati dovranno presentare domanda secondo le modalità riportate sul sito del Comune entro e non oltre le ore 10 del 18/12/2020. 

Gli uffici dell’Area 6 – Attività Educative del Comune effettueranno un’istruttoria delle istanze pervenute e stileranno una graduatoria pubblicata sul sito del Comune (nel rispetto delle norme sulla privacy).

Il secondo avviso, con scadenza invece alle ore 12 del 21/12/2020, prevede l’affidamento a un soggetto economico specializzato dell’organizzazione di una rassegna musicale che coinvolga prevalentemente band e artisti locali e organizzi un ecosistema di servizi e attrazioni collaterali incentrati sulla creatività e l’artigianato, su food and beverage e che sia caratterizzato da soluzioni di sostenibilità ambientale dell’evento e del “RuvoPlasticFree”, per migliorare l’impatto nell’ambito commerciale/turistico.

Per questo evento il Comune impegna complessivi 15.000 euro da affidare con procedura negoziale.

Questa rassegna farà parte del programma “RINASCENZE | primavera 2021” che l’Assessorato alla Cultura del Comune vuole organizzare, impegnando anche i contributi rimanenti dal primo stanziamento. Con un ulteriore provvedimento infatti, l’Amministrazione individuerà anche una modalità per sostenere le associazioni dilettantistiche e amatoriali di entrambi i settori, che non rientrano ora tra i beneficiari del primo avviso. 

“Questo primo intervento è rivolto specificamente ai professionisti della Cultura e dello Sport – dichiara l’assessora Monica Filograno – perché si tratta di operatori pesantemente danneggiati dalle misure restrittive di contrasto alla diffusione del virus fin da marzo scorso. A Ruvo di Puglia siamo riusciti già a sostenere alcune attività culturali durante l’estate e fino all’inizio di ottobre, con la prima sezione del festival Talos cofinanziato da Regione Puglia, ma poi tutto si è fermato ancora. Riteniamo fondamentale per un ente pubblico far sì che il comparto in oggetto, spesso nemmeno inquadrabile nelle misure di ristoro nazionali e regionali, possa essere sostenuto con fondi pubblici locali e così aiutato a rimettersi in moto e a far ripartire turismo ed economia cittadine, con una attenzione particolare per i lavoratori di questi settori”.

Per ogni informazione è possibile contattare l’Ufficio Cultura e Sport dal lunedì al venerdì dalle 9,30 alle 12,30 telefonando al numero dedicato 080 950 7402 o scrivendo all’indirizzo e.mail: teresa.barile@comune.ruvodipuglia.ba.it

Redazione

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO