Covid-19: Anelli, ‘ i decessi e i contagi tra i medici hanno ricominciato a salire’

0
283

Una doppia preoccupazione, per i medici e per i cittadini: è quella espressa dall’Esecutivo della Fnomceo, la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri in un’interlocuzione informale con il Ministro della Salute Roberto Speranza.

“I decessi e i contagi tra i medici hanno ricominciato a salire. Il nostro memoriale, in procinto di essere aggiornato, conta stasera 221 nomi – spiega il Presidente Fnomceo Filippo Anelli -. Ringraziamo il Ministro Roberto Speranza per la disponibilità a trovare, in tempi rapidi, soluzioni concrete per avviare un monitoraggio dei rischi sul territorio e mettere in sicurezza tutti i medici”.
“L’altra preoccupazione che abbiamo espresso riguarda la salute dei cittadini – continua Anelli -. Non solo perché la pressione sugli ospedali – che fortunatamente, soprattutto nelle Regioni dove sono state applicate misure più restrittive, sta calando -porta a ‘trascurare’ la cura per le altre patologie, peggiorando gli indicatori sugli esiti. Dopo la pandemia temo che, alle vittime del Covid, dovremo aggiungere quelle per le patologie oncologiche, cardiovascolari, per i traumi, per le malattie croniche curate con ritardo”.
“A questo proposito, ci tengo a lanciare un appello: il Natale si avvicina, aumenta il desiderio, legittimo e sacrosanto, di ricongiungimento con i familiari lontani, di festeggiare insieme agli amici – conclude -. Facciamolo, ma con misura e prudenza. A Natale le misure restrittive messe in atto dal Governo avranno sicuramente raffreddato la curva dei contagi. Ma questo non significa un ‘liberi tutti’: il virus circola ancora, e in maniera molto più forte rispetto all’estate, quando uscivamo da due mesi di lockdown totale. Non ripetiamo gli errori di Ferragosto, non compromettiamo in pochi giorni mesi di sacrifici. Continuiamo a limitare gli spostamenti a quelli necessari e a rispettare le misure igieniche di prevenzione. Siamo tutti coinvolti in questa partita, solo impegnandoci nella stessa direzione possiamo abbassare la curva”.

Redazione

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO