WellMe Festival, l’importanza della salute mentale sul lavoro

0
370

L’importanza dell’aspetto umano nel gioco d’azzardo deve essere sempre presa in considerazione, è una sfumatura fondamentale anche nel mondo del gambling. Mentre ci si avvia ad un secondo periodo di forti limitazioni della libertà personale, è sempre d’uopo tenere d’occhio l’aspetto mentale che una quarantena-bis può portare. Evidente che il gioco d’azzardo possa influire sulla salute psicofisica del consumatore, ma l’intento dell’industria del gambling è quello di tutelarne tutti gli aspetti.

Per questo, nelle slot machine e nei casinò online, sono stati presi diversi provvedimenti per diminuire il rischio di dipendenze patologiche. Dai design alle musiche e le schermate, Inghilterra e Germania sono stati i promotori di queste iniziative. Ma la salute mentale è importante anche in ambito lavorativo e GVC Holdings PLC lo sa.

Il colosso del gambling online, come si legge su Gaming Report, ha organizzato il primo WellMe Festival per i propri dipendenti a tutela della salute mentale. GVC Holdings si impegna da tempo per la creazione di un ambiente di lavoro sereno, moderno, funzionale ma anche e soprattutto di crescita professionale e umana.

L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), d’altronde, conferma: è provato che un lavoratore che gode di una buona salute mentale rende di più in ambito professionale. In questo senso, la persona riesce a far fruttare le sue capacità, affronta meglio lo stress e risulta più produttivo. GVC ha sancito anche una partnership con Mind, associazione benefica a tutela della salute mentale. L’obiettivo è quello di fare una dichiarazione: sostenere che la salute mentale, sul posto di lavoro, è una priorità per ben 400 aziende. Un percorso che, come illustrato da Faye McGuinness di Mind, si articola in 6 step.

Standard uno: dare priorità alla salute mentale sul posto di lavoro sviluppando e realizzando un programma sistemico di attività

Secondo standard: assicurare in modo proattivo che il design del lavoro e la cultura organizzativa portino a risultati positivi in termini di salute mentale

Terzo standard: promuovere una cultura aperta intorno alla salute mentale.

Standard Quattro: Aumentare la fiducia e la capacità organizzativa

Standard Cinque: fornire supporto e strumenti per la salute mentale.

Sesta norma: Aumentare la trasparenza e la responsabilità attraverso la rendicontazione interna ed esterna.

Un altro argomento affrontato nel WellMe Festival è stata la gestione dello stress. Si tratta di una condizione che ognuno sperimenta nel sovraccarico di lavoro. La docente di riferimento è stata Heather Bolton di Unmind, che ha spiegato come rilevare lo stress e come alleviarlo con esercizi di respirazione. Come si riconosce? I sintomi sono di tre tipi: fisici, emotivi o comportamentali. Mal di testa, spossatezza, stanchezza, frustrazione possono essere avvisaglie di stress. L’ex atleta Leon Taylor ha affrontato l’argomento stress in ambito fisico.

Come si supera lo stress sfruttando il proprio corpo? Con esercizi di respirazione metodici: inspirare per ben quattro secondi, trattenere il respiro e poi espirare per sei secondi. A GVC si continua a lavorare per creare un ambiente di lavoro che sia professionale, all’avanguardia nel campo del gioco, eticamente ma che sfrutti appieno il potenziale dei dipendenti mettendoli nelle migliori condizioni mentali possibili.

Michele Traversa

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO