Covid 19: 42 casi positivi e 26 in attesa di tampone a Capurso

0
644

Peggiora la situazione Covid 19 a Capurso, con 42 casi positivi e 26 in attesa di tampone. A darne notizia il sindaco Michele Laricchia.

“42 capursesi positivi. 26 in attesa di tampone, quasi tutti conviventi dei positivi e tutti in attesa di tampone. Tutti in sorveglianza e isolamento domiciliare. Questi i dati della Prefettura. Poi ci sono dati che corrono più veloci e mi arrivano attraverso messaggi e telefonate. Cittadini che chiedono aiuto. Perché il virus fa male anche quando si sta a casa e si riesce a evitare il ricovero in ospedale. Perché le giornate in attesa di un tampone sono interminabili e la paura di aver contratto il virus è tantissima. C’è un solo modo per evitare tutto questo: rispettare le regole! Certo, può capitare che succeda comunque, ma il rispetto delle regole, può essere d’aiuto a evitare il peggio. Allora, utilizziamola questa mascherina, manteniamo le distanze, evitiamo gli assembramenti, disinfettiamo spesso le mani, evitiamo le feste di compleanno e gli abbracci, restiamo il più possibile in casa uscendo quando è strettamente necessario. Dobbiamo avere pazienza, prima o poi le cose cambieranno. Ma adesso è il momento della responsabilità. Il Presidente Emiliano ha chiuso le scuole. Non entro nel merito della sua decisione. Sarà sicuramente stata sofferta. Ma ricevere, in orario scolastico, telefonate di cittadini che segnalano gruppi di bambini e genitori tranquilli a giocare sulle giostrine della villa, assembrati e con la mascherina abbassata, non è stato bello. Così come, non è stato bello per me, chiedere ai vigili di recarsi sul posto per consigliare loro di andare a casa. Le scuole le hanno chiuse per evitare problemi più seri. Bisogna restare a casa ed evitare assembramenti. Chiedo a tutti di essere responsabili, per se stessi ma soprattutto per gli altri e in particolare per gli anziani. Oggi è la festa di Halloween. Faccio una preghiera ai genitori: stasera chiedete ai vostri figli di evitare il tradizionale giro del dolcetto scherzetto. Non è proprio il caso di andare in giro. Ci andrete l’anno prossimo. Quest’anno evitate! Il comandante della Polizia Locale ha disposto un servizio di pattugliamento specifico e i controlli dei Carabinieri saranno attivi anche stasera. A proposito di Halloween, l’uomo in foto non è mascherato, è il mio amico Gianluca Vurchio, Sindaco di Cellamare e soccorritore del 118. “Questa foto – spiega Gianluca in un post su facebook – rappresenta tutti gli operatori sanitari che quotidianamente sono in trincea. È stata una giornata difficile, davvero – scrive – Ho visto gente soffrire, ho trasportato pazienti critici, ho scrutato in loro e nei loro parenti il dolore e la paura di non farcela o di non riveder mai più il proprio caro. Il virus esiste, per davvero. E fa male, molto male”. Grazie Gianluca. Grazie a te e a tutti quelli che sono tornati in trincea per difenderci da questo virus maledetto. Noi faremo i buoni. Utilizzeremo la mascherina, non ci assembreremo e rispetteremo la distanza interpersonale di sicurezza. La notte di Halloween la festeggeremo l’anno prossimo. Lo faremo per noi, per i nostri parenti e per tutte le persone che stanno lottando contro il virus. Forza ragazzi!!! Non fatemi fare brutta figura”.

Redazione

LASCIA UN COMMENTO