Al via da novembre la Rassegna Internazionale Cinema Scuola 2020-2021 del Nuovo Fantarca

0
229

Ambiente, legalità, parità di genere, relazioni e rispetto interpersonale, cittadinanza attiva e digitale sono i temi della quindicesima Rassegna Internazionale Cinema Scuola, organizzata dal Nuovo Fantarca, con la direzione artistica di Rosa Ferro. La rassegna, realizzata con il contributo del MIUR MIBACT – Piano nazionale Cinema per la Scuola (grazie al quale l’accesso ai film e ai materiali didattici è totalmente gratuito per il pubblico), riflette la volontà di stimolare i ragazzi sugli argomenti principali dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile e del nuovo piano ministeriale di Educazione Civica. La grande novità è che questa seconda parte della Rassegna di Cinema Scuola 2020 (la prima si era bruscamente interrotta nello scorso marzo per il lockdown) si svolgerà tutta on line, sulla nuova piattaforma www.rics.clouddal 23 novembre 2020 sino a marzo 2021: al momento, ci sono state già circa quattromila adesioni (studenti di diverse scuole di Bari e provincia, ma il progetto è aperto a chiunque, anche in ambito nazionale).

«Il Covid-19 – spiega Rosa Ferro – ci ha spinti a ripensare l’attività di cinema per la scuola, nelle modalità di fruizione ma anche nella tipologia dei film e dei supporti didattici. Non potevamo lasciare vuoto uno spazio che dal punto di vista della cultura cinematografica e della pedagogia ha sempre dato buoni risultati, pur sapendo che la relazione in presenza con i ragazzi e la magia della sala non possano essere sostituiti dalle piattaforme».

La Rassegna – intitolata «Incontri di Civiltà» – presenterà ben 15 titoli, tra lunghi, medio e cortometraggi, per età diverse (dai 4 anni in su), linguaggi e temi differenti. La visione dei film sarà accompagnata da video introduttivi realizzati dagli autori, da testimoni privilegiati o da esperti e critici cinematografici. Ogni titolo sarà inoltre corredato da schede filmiche digitali utili per approfondire, in maniera interdisciplinare, temi e linguaggi delle opere proposte. Le prenotazioni alla Rassegna vanno effettuate attraverso il modulo presente nella piattaforma. Tutti i dettagli su www.nuovofantarca.it oppure alla mail info@rics.cloud (infotel: 080.467.34.86 – 338.774.62.18 – 393.831.62.15).

Quanto ai generi, si va dai film di finzione ai documentari, sino all’animazione realizzata con tecniche diverse. Il tema ambientale è particolarmente focalizzato in questa nuova edizione, attraverso i film «La tierra en mis manos», del regista argentino Nicolas Conte: trattasi di una splendida serie animata adatta ai più piccoli, che mostra i buoni comportamenti da assumere per non sprecare acqua e risorse naturali, per rispettare e preservare la natura. All’ecosostenibilità ambientale si rifà «La fattoria dei nostri sogni» di John Chester, mentre il pluripremiato documentario per ragazzi «My letter to the oilman», girato in Nigeria dal regista olandese Xander de Boer, è una straordinaria testimonianza di un ragazzino di 14 anni della distruzione del proprio territorio, operata dalle multinazionali del petrolio. Un altro documentario per ragazzi, sulla scia dell’esperienza collettiva dei «Friday for Future», avviata da Greta Thumberg, è «JovannaForFuture» di Mirjan Marks che testimonia, attraverso l’adolescente Jovanna, una bellissima esperienza di attivismo ambientale che coinvolge figli e genitori. Per i più piccoli altri due corti in animazione, «Plastic» di Sebastien Baillou (sull’inquinamento dei nostri mari) e «Look» del regista lituano Meinardas Valkevicius, sugli effetti dei comportamenti errati dell’uomo verso l’ambiente.

Sul tema della legalità e del rispetto saranno presentati i film «La Mèlodie» del regista franco-algerino Rachid Hami, e il pluripremiato «La Grande Onda» di Francesco Tortorella, che per la prima volta ci spiega in maniera chiara e precisa i meccanismi, gli interessi, i comportamenti della ‘ndrangheta, dei suoi agganci con la politica e dell’impatto sulla vita delle persone. Sempre sul tema della legalità il bellissimo documentario «Letizia Battaglia: shooting the mafia», sulla prima donna italiana fotografa che entra a far parte di una redazione giornalistica occupandosi di mafia. Per i più piccoli invece sono in programma due delicatissimi cartoni animati: «I Racconti di Parvana», dell’irlandese Nora Towmey (già candidata agli Oscar nel 2019) e lo svedese «Gordon Paddy e il mistero delle nocciole rubate», premiato a Berlino 2018, di Linda Hamback.

Come ogni anno, Il Nuovo Fantarca presta attenzione al ricordo della Shoah e anche questa volta sono stati selezionati due film, il cartone animato «La stella di Andra e Tati» di Rosalba Vitellaro e Alessandro Belli, messo a disposizione gratuitamente da Rai Ragazzi, che racconta la storia vera di Andra e Tatiana Bucci, sopravvissute al campo di sterminio di Auschwitz; per i più grandi, il film di finzione «La Primavera di Christine», dell’austriaca Mirjam Unger.Per il tema della cittadinanza sarà presentato il corto «Yousef» del regista Mohamed Hossameldin, egiziano da più di vent’anni in Italia, già in concorso a numerosi festival internazionali e ai David di Donatello. Mentre sulla cittadinanza digitale a febbraio sarà organizzato il workshop in streaming #Tutteacasa, con la presentazione in prima nazionale di alcune sequenze del documentario partecipativo sperimentale «#Tutteacasa- donne, lavoro, relazioni al tempo del Covid-19», ideato da 16 donne italiane (di cui tre baresi) conosciutesi on line e che a vario titolo lavorano nel mondo del cinema (a marzo scorso hanno deciso di lanciare una call rivolta alle donne per raccontarsi durante il lockdown). Il documentario, attualmente in fase di postproduzione ha raccolto circa 4000 video e attraverso il workshop porterà ai ragazzi un’esperienza unica e straordinaria di come utilizzare il proprio smartphone per raccontare il presente o immaginare il futuro, dando voce anche ai soggetti e ai cittadini più fragili.

Redazione

LASCIA UN COMMENTO