Prestigioso riconoscimento per l’Associazione MusicaInsieme di Molfetta

0
207

Prestigioso riconoscimento per l’Associazione MusicaInsieme di Molfetta

Il Miur (Ministero Istruzione Università e Ricerca) ha pubblicato in questi giorni l’elenco degli enti accreditati e riconosciuti per la promozione dei Temi della Creatività per l’A.S. 2020/21. A seguito di un corposo bando nazionale sono state selezionate solo 92 istituzioni nazionali con alle spalle anni di attività musicale, di didattica e di ricerca artistica. L’Associazione MusicaInsieme di Molfetta è l’unica istituzione pugliese selezionata in ambito musicale.
L’Associazione MusicaInsieme presieduta dalla violinista Annalisa Andriani opera da anni a Molfetta come scuola di musica. Sin dal 1995 mantiene l’affiliazione all’Istituto Suzuki Italiano poiché è l’unica Scuola Suzuki del territorio che porta avanti i corsi di Children Music Laboratory, Pianoforte e Vìolino per bambini dai 3 anni in poi. Negli anni ha stipulato convenzioni per i Corsi Preaccademici con il Conservatorio “Nino Rota” di Monopoli e ha rivolto una particolare attenzione a bambini con disabilità attuando il Metodo Anch’io suono della Prof. Cecilia Spagnoletti. Oltre all’insegnamento di tutti gli strumenti, l’associazione promuove i percorsi per bambini da 0 a 3 anni e ha ampliato la sua visione anche alla musica pop con il canto, la batteria, il pianoforte jazz.
L’accreditamento al Miur si inserisce in un’ottica di modernità didattica e completezza di formazione musicale poiché la molteplicità di competenze, di docenti specializzati e di offerta formativa sono un punto fermo sia nell’educazione musicale che per la progettazione didattica con istituti scolastici di ogni ordine e grado. Il riconoscimento del Miur all’associazione molfettese è un orgoglio per la nostra città da sempre ricca di musica e arte e suggella anni di lavoro meticoloso e professionale, inoltre è una iniezione di fiducia in un momento in cui le arti vivono una difficile crisi da cui si spera di risalire presto. Complimenti a tutto lo staff docenti e alle famiglie che credono nella formazione musicale.

Redazione

LASCIA UN COMMENTO