Fondazione Petruzzelli: Julian Rachlin (violino) e Johann Pirto (pianoforte) in concerto

0
188

Nuovo appuntamento della Stagione Concertistica 2020 della Fondazione Petruzzelli: lunedì 26 ottobre alle 17.30 ed alle 20.30 è in programma il recital di Julian Rachlin (violino) e Johann Pirto (pianoforte).

Il concerto proporrà: Sinfonia n. 7 in do minore per violino e pianoforte, op. 30 n, 2 di Ludwig van Beethoven e Sonata n. 9 in La maggiore, per violino e pianoforte, op. 47 “A Kreutzer” di Ludwig van Beethoven.

Sono confermati tutti gli appuntamenti annunciati della “Stagione Concertistica 2020” della Fondazione Teatro Petruzzelli.
La Fondazione comunicherà a breve notizie in merito alla “Stagione d’Opera 2020”, per il momento sospesa.

Biglietti in vendita al botteghino del Teatro Petruzzelli (aperto dal lunedì al sabato dalle 11.00 alle 19.00) e su www.vivaticket.it
Informazioni: 080.975.28.10.

BIOGRAFIE

Julian Rachlin (violino)

Violinista, violista e direttore d’orchestra, Julian Rachlin è uno dei musicisti più emozionanti e rispettati del nostro tempo. Nei primi trent’anni della sua carriera, ha già suonato come solista con i migliori direttori e le orchestre più importanti al mondo.
Julian Rachlin è direttore ospite principale della Royal Northern Sinfonia, della Turku Philharmonic Orchestra e della Kristiansand Symphony Orchestra.
Nel prossimo futuro Julian Rachlin aprirà la nuova stagione della Indianapolis Symphony Orchestra con Krzysztof Urbański, si esibirà con la Los Angeles Philharmonic e Zubin Mehta, la Detroit Symphony con Juraj Valcuha, l’Orchestra RAI di Torino con Marc Albercht e l’Orchestra Filarmonica di Bologna in cui sarà solista e direttore, la RCO Young e Pablo Heras-Casado, la Vienna Symphony con Vladimir Fedoseyev, la Israel Philharmonic con Lahav Shani ed infine la Mariinsky Orchestra con Valery Gergiev. Inoltre, Julian Rachlin dirigerà in questa stagione la Chicago Symphony Orchestra, la City of Birmingham Symphony Orchestra, la Russian National Orchestra, la Warsaw Philharmonic, la Liverpool Philharmonic, la Prague Philharmonia e andrà in tournée in Giappone con la Munich Symphony Orchestra. Per la musica da camera, Julian Rachlin suonerà con Martha Argerich, Itamar Golan, Mischa Maisky, Denis Matsuev, Sarah McElravy e Jian Wang.
Tra i recenti successi si annoverano le sue esibizioni con la St. Petersburg Philharmonic e Mariss Jansons, la Montreal Symphony Orchestra con Christoph Eschenbach, la Boston Symphony Orchestra con Juanjo Mena, la Pittsburgh Symphony Orchestra con Manfred Honeck, la Filarmonica della Scala con Riccardo Chailly, il Maggio Musicale con Vladimir Ashkenazy, la Philharmonia Orchestra con Jakub Hrůša e la Bavarian Radio Symphony Orchestra con Susanna Mälkki. Julian Rachlin ha inoltre diretto la Vienna Symphony Orchestra, la Berlin Konzerthaus Orchestra, la Moscow Philharmonic, la St. Petersburg Symphony, la Strasbourg Philharmonic e la Trondheim Symphony Orchestra, solo per citarne alcune.
Nato in Lituania, Julian Rachlin si è trasferito a Vienna nel 1978. Ha studiato violino con il M° Boris Kuschnir al Conservatorio di Vienna e con il M° Pichas Zukerman. Dopo la vittoria del premio “Young Musician of the Year” all’Eurovision Competition nel 1988, è diventato il più giovane solista di tutti i tempi a suonare con la Vienna Philharmonic, debuttando sotto la direzione di Riccardo Muti.
Su consiglio di Mariss Jansons, Julian Rachlin ha iniziato gli studi di direzione orchestrale con Sophie Rachlin. Dal settembre del 1999 insegna violino alla Music and Arts University della città di Vienna.
Le sue registrazioni per Sony Classical, Warner Classics e Deutsche Grammophon hanno riscontrato un grande successo di pubblico e critica. Inoltre Julian Rachlin, ambasciatore UNICEF, investe molte energie nell’educazione e nella beneficienza.
Suona uno Stradivari “ex Liebig” del 1704 e una viola Lorenzo Storioni del 1785, gentilmente concessi in prestito dalla Dkfm Angelika Prokopp Privatstiftung. Le sue corde sono sponsorizzate da Thomastik-Infeld.

Johann Pirto (pianoforte, compositore)

Elogiato dalla critica per lo straordinario virtuosismo, lo stile libero e brillante, la sua profondità d’interpretazione ed il grande fascino espressivo, ha debuttato al fianco di un’orchestra a soli 10 anni con la Pori Sinfonietta eseguendo inoltre una sua composizione, Allegro per pianoforte e orchestra.
Ha studiato pianoforte all’Accademia “J. Sibelius” con Liisa Pohjola, Composizione con Tapio Tuomela e direzione d’orchestra con Jorma Panula ed ha frequentato diverse masterclass tra cui quelle tenute da András Schiff e Dimitri Bashkirov.
Attualmente sta terminando gli studi all’Universität für Musik und darstellende Kunst di Vienna con il professor Stefan Vladar.
Ha vinto diversi concorsi nazionali e internazionali, tra cui l’International Maj Lind Piano Competition di Helsinki nel 2012 di cui è giunto finalista nonché vincitore del voto del pubblico, il “Dorothy MacKenzie” Artist Recognition Awards di New York nel 2008 e l’Uuno Klami Composizione Contest for Youth nel 2007 con una sua composizione orchestrale intitolata Lumière.
Nel 2011, è stato invitato a presentare in anteprima la sua composizione Virta (Stream) al gala di inaugurazione del Musiikkitalo all’Helsinki Music Center. Molte delle sue opere orchestrali, commissionate e dirette da Jukka-Pekka Saraste, hanno goduto di prime di successo eseguite dalla Finnish Chamber Orchestra.
È inoltre Direttore artistico del Festival di musica da camera alla House of Nobility di Helsinki.
Si è esibito in numerose importanti festivals in Finlandia e all’estero, come Bergen Festival, Helsinki Festival, Turku Music Festival, Wiener Konzerthaus, Wien Modern, Sibelius Festival Lahti e Korsholm Music Festival. Si è esibito più volte al Gergiev Festival di Mikkeli, facendo il suo debutto in recital a 13 anni dopo un’entusiasmante audizione tenuta per Valery Gergiev.
Molto attivo anche in ambito cameristico, ha collaborato con Lilli Paasikivi, Mika Kares, Natalia Gutman e Julian Rachlin, solo per citarne alcuni.
Si è esibito da solista con la maggior parte delle orchestre in Finlandia, tra cui l’Orchestra Sinfonica della Radio Finlandese, l’Orchestra Filarmonica di Tampere, l’Orchestra Filarmonica di Helsinki e l’Orchestra da Camera Finlandese, e ha collaborato con direttori del calibro di Santtu-Matias Rouvali, Fabian Gabel, Sakari Oramo, Jukka-Pekka Saraste, Dima Slobodeniouk, Okko Kamu e Olari Elts.

Redazione

LASCIA UN COMMENTO