DAB Festival 2020 – I Edizione – 16 /25 ottobre 2020

0
160

COMUNE DI BARI

TEATRO PUBBLICO PUGLIESE

DAB Festival 2020 – I Edizione – 16 /25 ottobre 2020

FARDE MOI – 20 Ottobre, ore 21 – Teatro KismetOperA

LA SETTIMA e LE JEUNE HOMME ET LA VIE – 22 Ottobre, ore 21 – Teatro KismetOperA

Prosegue il DAB Festival dal titolo Siamo in ballo e balliamo. Il primo festival di danza contemporanea organizzato col Teatro Pubblico Pugliese nell’ambito di una stagione teatrale nuova, strana, difficile del Comune di Bari, ma non per questo meno stimolante, è in programma fino al 25 ottobre. Una programmazione che, come da tradizione, sarà ospitata al Teatro KismetOperA e al Nuovo Teatro Abeliano, due realtà di fatto partner del TPP per la diffusione del contemporaneo a Bari.

Domani, martedì 20 ottobre alle 21 al teatro Kismet è in programma in prima ed esclusiva regionale una versione completamente rivisitata di Farde moi, coreografia e regia di Francesco Colaleo e Maxime Freixas. Gli artisti italo francesi lo ripropongono dopo che due anni fa debuttò al Festival Civitanova danza, in una versione completamente nuova, rivisitata, dopo averlo smontato e rimontato in Francia, patria artistica che li ha adottati, per mostrarlo per la prima volta in Italia qui al DAB Festival in una versione per l’appunto reloaded.

C.ie MF | Maxime & Francesco

FARDE MOI / Prima ed esclusiva regionale

coreografia e regia di FRANCESCO COLALEO e MAXIME FREIXAS

con Francesco Colaleo, Maxime Freixas, Francesca Linnea Ugolini, Priska Gloanec

musiche Vincenzo Pedata

disegno luci Antonio Rinaldi

costumi Vittoria Papaleo e Maria Barbara De Marco

coproduzione Festival Oriente Occidente / CID Centro Internazionale della Danza

Farde-Moi, dal verbo francese “farder”, significa truccami/ingannami. Paesaggi emotivi soffici e delicati, instaurano una poetica del gesto sospesa e onirica che via via diviene energica e carnale. Cinque danzatori avvolti in enormi parrucche bianche creano l’inganno scenico di nuvole danzanti, per lasciare emergere, nello sviluppo della performance, l’essenzialità di una danza che parte e si muove dal corpo.

La necessità degli autori è di indagare e comprendere le modalità di adesione dello spettatore, osservando e ricercando, nelle sue reazioni allo spettacolo dal vivo, un metodo di scrittura del gesto, che possa restituire alla danza contemporanea un concettualismo differente, meno ermetico e più evocativo.

teaser: https://vimeo.com/339843509

Integrale: https://vimeo.com/301845989 (password: Farde-Moi2018)

https://www.ciemaximefrancesco.com/farde-moi-it

E ancora, sempre al Teatro Kismet il 22 ottobre alle 21 ci sarà la prima assoluta di La Settima di Altradanza, per la firma di Domenico Iannone. A distanza di oltre due secoli dalla sua creazione, la Settima, con i suoi contrasti elettrizzanti, è ritenuta tra le più alte e felici espressioni della creatività beethoveniana. La grandezza di questa partitura è un lascito che ancora ci parla e ci guida: è la “forcella di un rabdomante” che, pur gravemente mutilato dalla sordità, ha trasformato queste pagine in una materia febbricitante di vita, propulsiva per l’animo. Il lavoro sarà preceduto da Le Jeune Homme et la Vie, sempre con coreografia e regia di Domenico Iannone.

AltraDanza

LE JEUNE HOMME ET LA VIE /Prima assoluta

coreografia e regia di DOMENICO IANNONE

drammaturgia Ermanno Romanelli

con Cosimo Viesti e Domenico Linsalata

e Teresa Strisciulli, prima ballerina Arena di Verona

lighting designer Roberto De Bellis

costumista Claudia Emilio

consulenza musicale Nicola Scardicchio

Le Jeune Homme et la Vie nasce come riflesso specchiato e contrapposto di un capolavoro: “Le Jeune Homme et la Mort”, creato da Roland Petit e Jean Cocteau nel 1946. Rispetto al disagio di vivere e al vuoto di affetti e ideologie avvertiti in quegli anni, espressi superbamente in un dramma danzato di amore e morte, questa creazione afferma una risposta in positivo alle mille guerre e al funebre “cupio dissolvi” che governano il nostro tempo. Qui, al contrario, in cesura e continuità, l’amore è spiraglio di luce e speranza, è simbolo struggente di un ricordo che ancora pulsa, è memoria viva che si fa materia e simbolo di rinascita.

a seguire

AltraDanza

LA SETTIMA /Prima assoluta

coreografia e regia di DOMENICO IANNONE

drammaturgia Ermanno Romanelli

con Fabrizio Delle Grazie, Silvia Di Pierro, Cosimo Viesti, Serena Pantaleo, Miriana Santamaria, Domenico Linsalata, Giada Ferrulli, Sara Buccarella, Simona Cutrignelli, Sara Mitola, Marika Mascoli

lighting designer Roberto De Bellis

costumista Claudia Emilio

consulenza musicale Nicola Scardicchio

La Settima Sinfonia di L. V. Beethoven è una partitura tra le più “danzanti” nel grande repertorio della musica di ogni tempo, di Beethoven in particolare, come suggerisce Marino Mora: “Che la danza ed il ritmo penetrino in ogni settore della composizione è del tutto vero; il ritmo ne diviene categoria generatrice: dà forma ad incisi ed idee, innerva e vivifica la melodia, trasforma plasticamente i temi. Ma anche accelera i cambi armonici, concentra o disperde i motivi tra le varie fasce timbriche, sostiene e sospinge vigorosamente le dinamiche in espansione”.

Il nostro bisogno, la nostra poetica, nasce dal senso di smarrimento che respiriamo collettivamente nei nostri giorni: triste refrain e forca caudina, pienamente avvertiti, devitalizzano il tempo che stiamo vivendo. A tutto ciò vogliamo “opporre resistenza” con la danza che sappiamo fare, per intraprendere, all’opposto, un percorso verso la gioia, una “zona” ormai abbandonata dal comune sguardo sul mondo.

DAB FESTIVAL è in collaborazione con BIG ff – Bari International Gender Festival. Diretto da Tita Tummillo e Miki Gorizia. Promosso e organizzato da Cooperativa Sociale Al.i.c.e. Alternative Integrate Contro l’Emarginazione.

Per la promozione del pubblico si ringrazia Vincenzo Losito.

PROMOZIONE DEL PUBBLICO

(Abbonamento Full e Biglietti Ridottissimi DANCE STUDENT e DANCE FRIEND: per danzatori e coreografi non ospitati dal Festival, studenti Liceo Coreutico e UniBa, allievi e docenti Scuole di danza, Associati BIG Festival e Equilibrio Dinamico Ensemble, ridotti per convenzionati, abbonati Stagione 2019/20 Piccinni e DAB Piccinni, abbonati Camerata Musicale Barese, studenti Adisu.

UNIVERSITÀ

Confermato il percorso di studi con l’Università di Bari- Dipartimento Lettere Lingue Arti. Italianistica e Culture Comparate -Corso di Laurea Triennale in Lettere e Corso di Laura Magistrale in Scienze dello Spettacolo: formazione del giovane pubblico teatrale per gli studenti universitari. Un progetto che unisce lo studio delle arti performative alla visione e messa in scena in teatro. Per il I semestre viene proposta una sezione dedicata all’arte della DANZA. Tre coreografi dialogheranno con gli studenti sui temi della ricerca, dei codici e del rapporto col pubblico. L’attività fa parte di DAB Festival 2020 – I Edizione; il Festival di danza contemporanea della Città di Bari” che si svolgerà dal 16 al 25 ottobre 2020 nei Teatri Abeliano e Kismet (vedi calendario in allegato).  Il primo appuntamento è giovedì 15 ottobre ore 11.30. Gli incontri si svolgeranno su Piattaforma Microsoft Teams dell’Università degli Studi di Bari. Gli studenti potranno iscriversi presso la segreteria di Dipartimento inviando una mail a maria.altieri@uniba.it. La partecipazione darà diritto al riconoscimento di crediti formativi).

Costo dei biglietti DAB Festival al Teatro Kismet e Abeliano

INTERO RIDOTTO Posto unico Kismet / Abeliano € 12,00

€ 8,00** Ridottissimo Dance Student e Dance Friend

Per Coreutico, UniBa, Scuole di danza, Associati BIG Festival e Equilibrio Dinamico Ensemble€ 6,00*** 

ABBONAMENTI DAB Festival 2020

DAB Festival Abb. Full (6 Ingressi) – SOLO per Dance Student e Dance Friend

Per Coreutico, UniBa, Scuole di danza, Associati BIG Festival e Equilibrio Dinamico Ensemble€ 30,00*** DAB Festival CARD

(4 ingressi a scelta)€ 28,00  

** Ridotti per convenzionati, abbonati Stagione 2019/20 Piccinni e DAB Piccinni, abbonati Camerata Musicale Barese, gruppi di almeno 10 persone

* Abbonamento Full e Biglietti Ridottissimi DANCE STUDENT e DANCE FRIEND: per Danzatori e Coreografi non ospitati dal Festival, studenti Liceo Coreutico e UniBa, allievi e docenti Scuole di danza, Associati BIG Festival e Equilibrio Dinamico Ensemble

***L’evento “LA CARAVAN ELECTRIQUE” del 16 ottobre è a ingresso GRATUITO.

Agevolazioni ADISU

Gli studenti beneficiari Adisu (risultati idonei) possono accedere agli spettacoli programmati nei teatri del Circuito del Teatro Pubblico Pugliese al prezzo ridottissimo di 5 euro comprando il biglietto on line su www.vivaticket.it. L’acquisto deve essere effettuato inserendo il codice sconto corrispondente al numero di matricola adisu dello studente. L’agevolazione è valida per un totale di 4 biglietti corrispondenti a 4 spettacoli.

Il TPP è accreditato a 18app e Carta del Docente per consentire l’acquisto di abbonamenti e biglietti rispettivamente ai giovani 18enni e ai docenti titolari del bonus.

Vendita dei Biglietti

A partire dall’1 ottobre si accettano prenotazioni telefoniche e via mail ai seguenti contatti:

Vincenzo Losito – 389.2389142

promozione@teatropubblicopugliese.it

Sempre dall’1 ottobre sarà possibile acquistare online su www.vivaticket.com i biglietti per gli spettacoli di DAB FESTIVAL. La sera di spettacolo sarà possibile acquistare i biglietti al botteghino del Teatro Kismet o Teatro Abeliano, a partire dalle 19.30 

Per informazioni: 

Teatro Pubblico Pugliese / 080.5580195

www.teatropubblicopugliese.it

promozione@teatropubblicopugliese.it

Redazione

LASCIA UN COMMENTO