Continuano i casting per partecipare al format “Non è un paese per cuochi

0
187

Continuano i casting per partecipare al format “Non è un paese per cuochi.”.

Continuano i casting per partecipare al format “Non è un paese per cuochi”
Continuano le selezioni per i concorrenti del quiz “Non è un paese per cuochi”, il primo coking show a fornelli spenti che andrà in onda da lunedì 26 ottobre su 12 emittenti televisive pugliesi e con il quale si potranno vincere beni alimentari e buoni spesa offerta dagli sponsor, una cordata di imprenditori che si sono impegnati per sostenere l’emittenza locale.
Il format, prodotto dalla Frog srl, è condotto da Pako Carlucci e Umberto Sardella ed è scritto da Alessandro Tagliente e Michele Didone, che ne cura anche la regia. Andando contro il trend attuale che vede la produzione di format in cui vengono preparati piatti pregiati, da chef stallati e acclamati come delle super star, “Non è un paese per cuochi” da spazio a due concorrenti di giocare, divertirsi e vincere un bel montepremi, che prevede un maxi premio settimanale, attribuito nella puntata del venerdì.
“Stiamo ricevendo richieste di partecipazione da tutta Italia – ha affermato Rossana Cannone della Frog srl – oltre che dalla Puglia, anche da Roma, Napoli e Palermo. Nonostante ciò, in questa prima edizione stiamo dando spazio ai pugliesi. Questo per via degli spostamento e per ridurre al minimo i rischi di contagio da Covid-19, riducendo la mobilità”.
Proprio per via delle restrizioni, utili a contrastare il virus Sars-Cov-2, i provini per selezionare i concorrenti delle puntate del format sta avvenendo totalmente per via telematica. Bisogna innanzitutto inviare una mail a casting@noneunpaesepercuochi.it e successivamente la produzione, dopo una prima analisi, richiederà l’invio di video presentazioni. I concorrenti selezionati si cimenteranno con prove simpatiche e originali che tratteranno principalmente argomenti legati alla sfera enogastronomica, ma anche di altri. Per partecipare non dovranno percorrere grandi tragitti, ma dovranno recarsi a Bari, dove si svolgono le registrazioni del programma.
“Siamo tra i pochi nell’emittenza locale a dare la possibilità a chiunque di provare a vincere un montepremi importante, giocando, mettendosi in mostra e soprattutto divertendosi. Questo senza dover affrontare lunghe tratte per andare in città come Roma e Milano”.
Le puntate che vedranno impegnati i vari concorrenti selezionati saranno 30 in totale e andranno in onda (in ordine alfabetico) su Amica9, Antenna Sud, Canale 7, Canale 85, Radio Popizz Tv, TeleBari, Telefoggia, TeleOnda Gallipoli, TeleRama, Teleregione, Trm e Telesveva. Oltre a queste trasmissioni saranno proposte 6 puntate di “Non è davvero un paese per cuochi”, con la partecipazione di personaggi noti. Per la selezione dei concorrenti di queste puntate però si seguirà un iter differente e i premi in palio, in questo caso, saranno devoluti in beneficenza attraverso una rete solidale, fatta di enti e associazioni del terzo settore.

Redazione

LASCIA UN COMMENTO