La Regione Puglia parte civile al processo per le aggressioni ai militanti antifascisti

0
273

“La Regione Puglia ha deciso di costituirsi parte civile, nel processo incardinato dalla Procura di Bari a seguito dei fatti del 21 Settembre 2018 in cui soggetti marcatamente fascisti aggredivano militanti antifascisti durante una manifestazione”.

A darne notizia su Facebook Michele Emiliano, governatore della Regione Puglia. Nel testo i motivi della decisione.

“La Regione Puglia, da sempre impegnata a combattere e a contrastare tale fenomeno, anche al fianco delle varie associazioni, ha da tempo siglato il protocollo d’intesa che istituisce l’Osservatorio regionale sui neofascismi, approvato con delibera della Regione Puglia a seguito di intesa con Act, Anpi, Arci, Cgil, Libera, Rete della Conoscenza e Unione degli Studenti. L’Osservatorio regionale oggi è impegnato nel costante monitoraggio, su tutto il territorio regionale, degli episodi, delle iniziative, delle attività di singoli o di gruppi organizzati che rivelino ispirazione e caratteri fascisti, razzisti, xenofobi, fornendone adeguata documentazione all’Osservatorio”.

Redazione

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO