Evento Adivit – Roma

0
330

Più che un evento è stato un mix di emozioni e di pathos fino al termine. La kermesse “RINASCITA Abiti sartoriali in passerella” svoltasi a Villa Fravili nella tenuta dei Sesterzi di Loredana e Alessandra Fravili ha convinto tutti, addetti ai lavori e non; e ciò è avvenuto proprio grazie all’impegno della event planner romana Anna Capitano che nonostante fosse alla sua prima esperienza ha realizzato per i suoi ospiti una manifestazione di beneficenza a favore della ADIVIT  ( Associazione in difesa del paziente affetto da vitiligine ), il cui responsabile scientifico è il dottor Matteo Bordignon.
La conduzione dell’evento è stata affidata a Celeste Silvestro e Cancia Lorenzo, figlio ventiduenne di Anna Capitano alla sua prima esperienza artistica, e la “Rinascita Abiti sartoriali in passerella” di Anna Capitano si è aperto sulle note della Carmina Burana, e successivamente la conduttrice accompagnata dalle note di Ennio Morricone, C’era una volta in America, ha inaugurato la passerella in abito da sposa retro’ che Anna Capitano aveva indossato il giorno del suo matrimonio nel 1997. La suggestiva visione del ricordo del suo matrimonio ha destato molta emozione per Anna e suo marito, ma anche per i figli nati appunto da quel matrimonio. La perfezionista Capitano, con il supporto di suo marito Roberto Cancia, ha pensato in maniera professionale proprio a tutto e questo ha permesso di portare in scena un prodotto fuori dal comune in cui moda e charity si sono fuse insieme per dare vita ad uno spettacolo di alta caratura sociale. L’organizzatrice dell’evento commossa ed entusiasta della riuscita del suo “piccolo gioiello” si è detta molto soddisfatta soprattutto nel momento in cui le è stato confessato da un addetta ai lavori che la sua sfilata ha avuto delle note di originalità e di intensità che hanno reso l’atmosfera magica e incantata, merito anche delle scenografie e gli allestimenti di Cristina Gorsovschi.
Un attestato di stima per Anna Capitano condiviso da tutti i vari brand che si sono alternati durante l’evento a partire da SARTORIA RECENS  di Rita E Stefania Mannarini, RITA MORELLO, VINCENZO ZINNO, TAILOR LAB di Eugenia Guidoni, DEMODE’ ATELIER   di Anna Maria Iovane e Sara Lanzoni, OPERA di Carlotta Bellucci, ELINS MODA di Eleonora Giamberduca, SARTORIA FABRIZIO di Fabrizio Terragnoli, DAMIANA FIORENTINI GIOIELLI per le collane che hanno adornato come accessori gli abiti degli stilisti, e dalla collezione ne è stata devoluta una dalla signora Fiorentini per la riffa di beneficenza. La Capitano ha tenuto a sottolineare che dietro le quinte tra tutti i brand c’è stata molta collaborazione e un’armonia che risulta difficile da trovare negli stessi contesti. Le acconciature sono state affidate a SergioLookmaker che ha realizzato delle stupende creazioni artistiche Butterfly collection hair da lui ideate. All’interno delle sfilate le modelle (SARA CANCIA, figlia di Anna Capitano ); LAURA IVANOV, CAMILLA GROSSI, LUDOVICA TORQUATI, GIUSY BUDA ) si sono distinte per classe, eleganza e semplicità, e hanno dato un senso alle accortezze delle coreografie che la event planner ha scelto per far sì che non si trattasse di una sfilata qualsiasi fine a se stessa, ma anzi ne hanno valorizzato l’aspetto emozionale entrando in passerella con petali estratti dai cestini, bambini sorridenti insieme alle modelle, con un sottofondo di musiche romantiche.
I momenti di spettacolo sono stati messi in risalto e inseriti al momento giusto durante la serata per dare anche un senso all’intrattenimento per le persone accorse all’evento: singolare è stata l’interpretazione delle cantanti liriche Maria Pia Nobile e Sabrina Fardello; spazio anche alla disciplina del canto grazie al tango eseguito da Sergio Tirletti ed Eva La Certosa per Infiniti Eventi; Lorenzo Cancia che ha fatto da spalla alla pin-up Paola Cremonesi in arte BlondeBombShell.

L’agguerrita Capitano conclusa questa avventura si è già rimessa a lavoro per confermare la sua professionalità, la sua competenza come event planner in un altro evento fissato per dicembre 2020, senza trascurare altri dettagli innovativi che è solita tenere presente per stupire i suoi ospiti; ma l’aspetto familiare prevale sopra tutto. Il clima che Anna Capitano è riuscita a stabilire grazie alla presenza della sua famiglia durante tutte le fasi dell’evento è facilmente ravvisabile e lo ha trasmesso in maniera incondizionata a tutti i presenti, e per questo motivo è opportuno farle un applauso doppio. Per dare un’idea della forza trainante dell’evento, è riassumibile in una frase che la Capitano scrive sui suoi social:

“RINASCITA, non è stato solo un grande evento, ma è stata la giornata dell’amore , quello vero di molte anime che si sono trovate.”


Flavio Iacones
Giornalista

LASCIA UN COMMENTO