Dialoghi di Trani, il programma di giovedì 24 settembre

0
167

Ai Dialoghi apre Amin Maalouf con la questione dell’identità. Si discute anche di pandemia, diseguaglianze e della Chiesa di Papa Francesco.

Finale di serata con Francesco Piccolo e la “bottega della poesia”

Giovedì 24 settembre, i Dialoghi entrano nel vivo con il primo appuntamento online (ore 10) che vede lo scrittore franco-libanese Amin Maalouf confrontarsi sul tema “Identità e Civiltà” con la giornalista della Domenica del Sole24Ore, Cristina Battocletti.

Maalouf, autore del libro Il naufragio delle civiltà (La Nave di Teseo), una lucida analisi storica della disgregazione del mondo arabo, è vincitore del Premio letterario internazionale Terzani 2020. Ai Dialoghi di Trani, l’autore del Naufragio della civiltà dimostrerà come queste pagine sono capaci di renderci tutti più consapevoli degli intrecci che hanno portato il Libano e il mondo arabo alle polveriere attuali, “delle promesse che potevamo mantenere e che non siamo stati capaci di custodire, delle sfide e dei rischi che il futuro ci presenta”.

Il dibattito sull’attualità si sposta quindi sulla crisi sanitaria globale dei nostri giorni: “Pandemia. Apprendere per prevenire” è il tema del dialogo online (ore 11.30) che vedrà confrontarsi esperti e accademici come Gilda Cinella (professore di anestesia e rianimazione all’Università di Foggia), Nicola Paparella (preside della Facoltà di Scienza Umanistiche dell’Università Telematica Pegaso), il magnifico rettore dell’Università di Foggia, Pierpaolo Limone e l’epidemiologo Pier Luigi Lopalco, responsabile del coordinamento emergenze epidemiologiche della Regione Puglia. L’incontro è coordinato dal giornalista di Repubblica-Bari Cenzio Di Zanni.  

I Dialoghi riprendono nel pomeriggio con il primo incontro in presenza da Palazzo Beltrani (ore 17) su “La Chiesa di Papa Francesco”, dove Tonio Dell’Olio, presidente della Pro Civitate Christiana di Assisi e il direttore di Avvenire Marco Tarquinio (in collegamento) si domanderanno “quanto la comunità cristiana è stata finora in grado di rispondere alla sfida di uscire dalla propria comodità per aprirsi alle periferie del mondo, indossando il grembiule del servizio”. Coordinerà il confronto il giornalista di Telenorba, Giovanni Di Benedetto.

A seguire (18.30) torna il secondo appuntamento con il Premio Fondazione Megamark – Incontri di Dialoghi, che con “La parola alle case editrici” offre uno sguardo inedito dietro le quinte dei romanzi finalisti della V edizione del Premio. La giornalista e direttore di IlikePuglia Annamaria Ferretti incontra e dialoga con i rappresentanti di Nnedizione, Mesogea e Tunuè.

Non c’è più tempo” è il titolo-allarme che i Dialoghi propongono per il primo momento di analisi sui temi dell’inquinamento ambientale e lo spreco di risorse. L’incontro in modalità online (ore 19.30) vede la partecipazione del climatologo Luca MercalliGiorgia Mira (attivista di Fridays for Future Bari) e il giornalista Rai Gaetano Priscinatelli.

Alle 20 presso la sede del Circolo del Cinema Dino Risi a Trani il regista e scrittore Gianfranco Angelucci, amico e collaboratore storico di Federico Fellini per oltre vent’anni, rievocherà la vita del Maestro in “Glossario Felliniano”. 

A seguire, sulla terrazza di Palazzo Beltrani si parlerà di “Diseguaglianze economiche e sociali: diritti, welfare e ambiente” (ore 19.45), con il segretario della CGIL Maurizio Landini, la direttrice dell’Istat Linda Laura Sabbadini, il presidente della Fondazione Con il Sud Carlo Borgomeo e la vicepresidente dell’Emilia-Romagna Elly Schlein (in collegamento) e in presenza l’economista Carlo Cottarelli e il giornalista e storyteller Giampaolo Colletti.

Alle 20 un omaggio speciale alla poesia: dalla veranda del locale Il Vecchio e il mare sul porto di Trani, il poeta Vittorino Curci aprirà la “Bottega della poesia” e proporrà un viaggio ideale intorno al mondo della poesia dialogando con la giornalista di Repubblica-Bari Francesca Savino e la giornalista della Gazzetta del Mezzogiorno Lucia De Mari.

La lunga giornata dei Dialoghi si conclude alle 21, nuovamente online, con il dialogo dal titolo “La leggerezza delle piccole cose” con lo scrittore e sceneggiatore Francesco Piccolo, già Premio Strega con i suoi “Momenti Trascurabili” che dialogherà con il giornalista di Bonculture Felice Sblendorio, sull’importanza delle piccole cose della vita quotidiana al tempo della pandemia. L’incontro sarà trasmesso in streaming anche sul portale LaFeltrinelli.it, media partner dei Dialoghi 2020.

Tutti gli incontri, in presenza e online, saranno trasmessi in streaming sulla piattaforma ufficiale dei Dialoghi (www.idialoghiditrani.com) e sulla pagina facebook e canale Youtube del Festival.

E’ possibile prenotarsi agli incontri dal vivo, registrandosi sulla piattaforma ufficiale del Festival: www.idialoghiditrani.com

Redazione

LASCIA UN COMMENTO