Francesco Crudele e Michele Laricchia: una “corda spezzata” e un futuro politico da ridisegnare

0
1142

Francesco Crudele e Michele Laricchia, due protagonisti indiscussi dello scenario della politica a Capurso, nel bene o nel male sotto l’occhio attento della cittadinanza, di fatto due amici da sempre.

Francesco Crudele ha terminato il suo duplice mandato come sindaco, per candidarsi a queste ultime Elezioni Regionali in Puglia nelle file di “Italia in Comune”, il movimento dell’ex grillino Federico Pizzarotti, attualmente sindaco di Parma.

Per Crudele, alla sua prima esperienza alle Regionali, una importante affermazione: oltre 7 mila voti e primo della lista. Nessun seggio, tuttavia, non avendo il movimento raggiunto la soglia del 4%. “Un peccato” , sono in molti a sostenere in paese, sia per lo sforzo compiuto da Crudele che per la mancata possibilità di poter ancora una volta essere rappresentati in Regione da un proprio compaesano. Non si può non considerare il ruolo determinante delle elezioni comunali che ha visto contrapposte le liste civiche di Laricchia a quelle del centro sinistra di Rocco Abbinante. Nessuna convergenza su Crudele, nonostante il sostegno al candidato presidente Michele Emiliano.

Crudele ha raccolto 2.689 voti, una buona cifra ma forse al di sotto delle aspettative, considerando anche la schiacciante vittoria di Michele Laricchia con 6.047 preferenze e i “santini” distribuiti, fronte e retro con i volti dei candidati in questione. Una lista quella di “Italia in Comune” che non ha visto l’affermazione dell’ex prefetto Antonio Nunziante, pochi voti e non in grado di dare la spinta necessaria alla vittoria.

L’immagine della corda tirata dai due candidati Crudele- Laricchia è stata affissa in paese e divulgata sul web in tutta questa campagna elettorale. Le strade sembrano in questo momento divise, salvo sorprese dell’ultimo momento.

Resta una politica probabilmente da ridisegnare, considerando anche l’impronta marcatamente piddina (Partito Democratico) della Regione Puglia. Un Partito Democratico locale ancora commissariato che non ha brillato riuscendo, tuttavia, a conquistare un seggio.

Antonio Carbonara

LASCIA UN COMMENTO