I dialoghi di Trani (XIX edizione), 23-27 settembre

0
130

IL TEMPO DELLE DOMANDE
23-27 settembre 2020 – XIX edizione
Nei giorni e nei tempi lunghi della pandemia, delle fasi di ritorno ad una ‘normalità’ tanto desiderata quanto temuta, si evocano e riaffermano interrogativi e inviti alla ripresa e al cambiamento che rischiano di rimanere generici, inefficaci e contingenti. I Dialoghi di Trani vorrebbero allora tentare, con l’aiuto di tutti, di focalizzare l’attenzione su alcune domande che emergono con forza e che riguardano le trasformazioni tecnologiche che investono tutte le sfere, la tutela dell’ambiente e della salute, la tenuta della democrazia, le nuove sfide del mercato del lavoro, del mondo della comunicazione, dell’educazione, ecc. Come continuare (o riprendere) a produrre, a mantenere stili di vita cui larghe parti del mondo occidentale si sono abituate, e che le altre parti del mondo aspirano a raggiungere rapidamente, e allo stesso tempo tutelare la salute degli individui, delle città, del globo con strategie sostenibili e condivise? A quali modelli, storie, tradizioni possiamo ancora riferirci?
La XIX edizione de I Dialoghi di Trani, intitolata “Il tempo delle domande”, in programma dal 23 al 27 settembre, sarà un’edizione straordinaria, come i tempi che stiamo vivendo, secondo una modalità mista, con appuntamenti online e alcuni incontri dal vivo presso Palazzo delle Arti Beltrani, nel pieno rispetto dei protocolli di sicurezza anti-Covid19.
A suggerire riflessioni sul «confuso presente» che stiamo vivendo, alcuni tra i più autorevoli pensatori del nostro tempo, che interverranno a Trani in presenza o in collegamento, come: lo storico e saggista Alessandro Barbero; la politologa e giornalista Nadia Urbinati; lo scienziato e climatologo Luca Mercalli; il giornalista Sigfrido Ranucci, autore e conduttore di “Report”; lo scrittore Nicola Lagioia; il sindacalista Maurizio Landini, segretario generale della CGIL; l’ex eurodeputata e attuale vice-presidente dalla Regione Emilia-Romagna Elly Schlein; l’editore Massimo Bray, già Ministro dei beni e delle attività culturali; la statistica Linda Laura Sabbadini, direttore dell’ISTAT; l’economista e statistico Enrico Giovannini; il giornalista ed ex direttore di Repubblica, Ezio Mauro; il giornalista e saggista Federico Rampini, corrispondente per Repubblica dagli Stati Uniti; la giornalista Giovanna Botteri, corrispondente RAI da Pechino; la deputata e già presidente della Camera, Laura Boldrini; l’architetto e urbanista Livio Sacchi; il filosofo Carlo Sini; il sociologo Luca Ricolfi; il giornalista e scrittore libanese Amin Maalouf; lo scrittore e divulgatore scientifico David Quammen, autore del bestseller Spillover; il giornalista e direttore di Avvenire, Marco Tarquinio; l’economista e editorialista Carlo Cottarelli; la giornalista e direttrice di LEFT, Simona Maggiorelli; Paolo Vineis, epidemiologo di fama internazionale e attualmente professore al Centre for Environment and Health School of Public Health dell’Imperial College di Londra; lo scrittore e sceneggiatore Francesco Piccolo; il sociologo e saggista Stefano Allievi; lo scrittore Maurizio de Giovanni, autore di una delle più fortunate serie di romanzi gialli; il regista Alessandro Piva; l’attrice e regista teatrale Sonia Bergamasco; la giurista e giudice della Corte Costituzionale, Silvana Sciarra; la giornalista scientifica Alessandra Viola; il giornalista e autore satirico Luca Bottura; il giornalista di Radio Rai e conduttore di Quante Storie (Rai3) Giorgio Zanchini; lo scrittore e magistrato barese Gianrico Carofiglio; il giornalista e conduttore di Tutta la città ne parla (Radio3) Pietro Del Soldà; Cristina Battocletti, giornalista della Domenica del Sole24Ore e saggista; don Tonio Dell’Olio, presidente della Pro Civitate Christiana di Assisi; il filosofo e responsabile di MicroMega, Paolo Flores d’Arcais; la presidente del Fondo nazionale per l’innovazione, Francesca Bria; Marco Bellezza Ad Infratel Italia – INVITALIA;

Carlo Borgomeo, presidente della Fondazione con il sud; il giornalista e storyteller digitale, Giampaolo Colletti, fondatore di Wwworkers, la prima job community di lavoratori della rete; il politico ed ex sindaco di Riace Mimmo Lucano; Gabriella Nobile, autrice di “I miei figli spiegati a un razzista” (Feltrinelli).
Anche per questa 19° edizione ritorneranno le sezioni con “Gli incontri di MicroMega” curati da Paolo Flores d’Arcais e “I Dialokids”, una rassegna di libri e autori dedicati ai bambini.
La Scuola Holden diretta da Alessandro Baricco, che lo scorso anno ha partecipato alla serata conclusiva della XVIII edizione dei Dialoghi, ha voluto essere presente anche quest’anno con un “dialogo sull’arte” con la partecipazione del critico d’arte e autore teatrale Carlo Vanoni e di Francesco Fabris, avvocato specializzato in diritto dell’arte e cofondatore del network ArtLawyers.
La Fondazione Megamark organizza per il quinto anno consecutivo, nell’ambito dei Dialoghi, il “Premio Fondazione Megamark – Incontri di Dialoghi” dedicato alle opere prime di narrativa italiana, che si sta affermando come uno dei concorsi letterari più prestigiosi nel panorama nazionale.
Tutti gli incontri, in presenza e online, saranno trasmessi in streaming sulla piattaforma ufficiale dei Dialoghi, e attraverso i canali social del festival e quelli di alcuni media partner come Rai Cultura, Rai Radio 3, Treccani, Repubblica-Bari, IBS.it, La Feltrinelli.it, Bonculture, Greenaccord Onlus e Lifegate, principale network di informazione nazionale sui temi della sostenibilità.
Inaugurerà la XIX edizione della rassegna lo scrittore Maurizio de Giovanni, che mercoledì 23 settembre (ore 20) sulla terrazza di Palazzo Beltrani presenterà il suo nuovo libro “Troppo freddo per settembre” edito da Einaudi e in libreria dal 15 settembre.
A chiudere la manifestazione sarà lo scrittore Gianrico Carofiglio, che domenica 27 settembre (ore 21) presso Palazzo Beltrani con una lectio presenterà il suo nuovo libro “Della gentilezza e del coraggio” edito da Feltrinelli. “Una riflessione sulla vita pubblica e sulla politica” che dovrebbero avere gentilezza e coraggio, capacità di autocritica e forza propulsiva.
Il festival di approfondimento culturale è organizzato dall’Associazione La Maria del porto di Trani con l’Assessorato all’industria turistica e culturale della Regione Puglia e il Comune di Trani e nasce dalla pluriennale attività dell’associazione, da anni impegnata nella promozione del dibattito culturale con una serie di progetti che hanno riguardato scuole, università, lettori di varie fasce di età e interesse.

E’ possibile prenotarsi agli incontri dal vivo, registrandosi sulla piattaforma ufficiale del Festival: www.idialoghiditrani.com

Redazione

LASCIA UN COMMENTO