Maria Fida Moro a Trani per la presentazione dei candidati UDC-Nuovo PSI al consiglio regionale

0
232

Domani a Trani anche Maria Fida Moro, figlia del grande statista, con gli onorevoli Cesa e Fitto per la presentazione dei candidati UDC-Nuovo PSI al consiglio regionale. A sostegno anche della candidatura di Filiberto Palumbo, DC Puglia, a sindaco della città

   Duplice appuntamento domani in piazza della Libertà a Trani a partire dalle ore 18.45, dove Forza Italia e la Lista Palumbo Sindaco daranno il via ad una serie di appuntamenti elettorali.

Dapprima Forza Italia che presenta la propria lista di candidati al consiglio comunale alla presenza dei dirigenti locali, provinciali e regionali e alla prestigiosa presenza dell’on. Antonio Tajani, già Presidente del Parlamento Europeo. Interverranno anche due dei candidati forzisti alla prossima competizione regionale, Tonia Pagliaro ed Emanuele Tomasicchioed il candidato Sindaco del centro destra, Filiberto Palumbo.

A seguire ci sarà un talk, con la conduzione della nota penna della Gazzetta del Mezzogiorno, Lucia de Mari, che vedrà il candidato Sindaco Filiberto Palumbo confrontarsi con l’On. Cesa e con la senatrice Moro, figlia del compianto ed illustre politico pugliese. 

Per l’appuntamento elettorale l’on. Lorenzo Cesa, segretario nazionale UDC, presenterà i candidati della BAT al consiglio regionale della Puglia della lista UDC-Nuovo PSI a sostegno di Raffaele Fitto presidente.

«Saremo presenti – ha sostenuto Cesa – coerentemente con il nostro percorso politico, nella coalizione del centrodestra con lo Scudo crociato, a cui si aggiunge il Nuovo PSI, con una lista di candidati moderati, cattolici e democratici che contribuiranno alla vittoria di Fitto presidente».

Già insieme per le ultime politiche, l’europarlamentare di Maglie Fitto e l’on. Cesa avevano fondato il cartello centrista «Noi con l’Italia», e adesso si ritrovano insieme in Puglia e a Trani, per affrontare le problematiche regionali e di come la Puglia abbia bisogno di più attenzione alle politiche per la famiglia e per le persone fragili.

«La presenza dell’Udc nella coalizione di centrodestra – ha detto Fitto – testimonia che la coalizione anche in Puglia non è un partito unico, ma sa fare sintesi intorno a proposte e idee. In Puglia la novità è la coesione della coalizione di centrodestra, che con l’Udc allarga i confini». La settima lista del centrodestra, a sostegno del candidato presidente Raffaele Fitto, è infatti proprio quella dell’Udc.

L’Udc è stato decisivo per la vittoria delle destre nelle regionali siciliane (dove ha preso quasi il 7%) e calabresi (6,84%): «Qui in Puglia abbiamo candidato – ha puntualizzato il segretario nazionale – amministratori e rappresentanti dell’associazionismo cattolico. I programmi? La difesa della famiglia come sostanza della politica con riflessi sociali e ambientali. Siamo coerenti con la scelta del centrodestra. Con noi c’è anche la Dc Puglia rappresentata dall’avvocato Filiberto Palumbo».

A sostegno dei candidati della BAT domani la partecipazione straordinaria della senatrice Maria Fida Moro, figlia del grande statista ucciso dalle Brigate Rosse nel 1978, dell’eurodeputato di Maglie Raffaele Fitto, insieme al segretario nazionale del partito centrista, l’on. Lorenzo Cesa. A fare gli onori di casa il candidato sindaco alla città di Trani Filiberto Palumbo, Dc Puglia. Assieme presenteranno i 5 candidati consiglieri alla Regione Puglia della lista UDC- Nuovo PSI della BAT alla cittadinanza e alla stampaAntonia Cafiero, Valentina De Toma, Antonio Lattanzio, Giuseppe Palmitessa e Sabino Troia

Maria Fida Moro, politica e giornalista italiana, figlia primogenita di Aldo Moro e senatrice della Repubblica nella X Legislatura, sarà presente per suggellare il rapporto stretto con la Puglia in memoria del padre, nativo di Maglie, esattamente come il candidato governatore Fitto. Assieme all’on. Lorenzo Cesa tutti sosterranno anche la candidatura di Filiberto Palumbo a sindaco della città e dei candidati che lo supportano.

Al termine della presentazione sarà aperto un dibattito con i rappresentanti degli organi di stampa

Redazione

LASCIA UN COMMENTO