Futuro in corso: 500 pugliesi scrivono il programma per la Puglia

0
258

Tre ore intense durante le quali 500 pugliesi, distribuiti in dieci stanze virtuali, hanno partecipato alla scrittura del programma della coalizione per la Puglia dei prossimi 5 anni.

Si è appena concluso “Futuro in corso” il primo evento di partecipazione attiva promosso da Michele Emiliano e realizzato completamente online attraverso stanze virtuali divise per temi e coordinate da esperti.

Nel tavolo “Circolare è la Puglia che vogliamo, ora!” ha tenuto banco la discussione su una legge quadro sull’economia circolare per la transizione ecologica multisettore, agricoltura, rifiuti, mobilità e tutela del territorio, per essere la prima regione decarbonizzata; “Più competitivi con la Puglia nel mondo” è stata l’occasione per sottolineare che fare impresa in Puglia deve diventare ancora più semplice. L’imperativo è fare sistema, soprattutto in agroalimentare, turismo, manifatturiero e innovazione; “Una regione dove nessuno resta indietro” ha puntato sul welfare, quello che è stato fatto e soprattutto quello che si farà, continuando con il diritto alla casa e un piano organico contro la denatalità e la povertà, anche quella educativa; “Voglio andare a vivere in Puglia” ha messo al centro la Puglia come punto di attrazione per i giovani che hanno idee, a cui offrire facilitazioni, spazi e sostegno, ad esempio un bonus casa per aiutarli nella loro autonomia; in “Qui si scrive e si legge futuro x ciascuno”, sottolineando come la Puglia sia la regione che finanzia il 100 per cento delle borse di studio, ci si è ripromessi di mettere in campo un piano straordinario dagli asili all’università e una misura di welfare culturale per chi studia; i partecipanti di “Città sostenibili, per un modello europugliese” hanno come obiettivo dei prossimi anni quello di migliorare la qualità della vita delle città pugliesi, delle periferie urbane e delle aree interne, riducendo inquinamento, potenziando la mobilità sostenibile; in “Una meta culturale in evoluzione tutto l’anno”, partendo dalla constatazione di come la Puglia sia diventata una destinazione turistica internazionale si è ribadita la necessità di destagionalizzare il turismo insieme alla grande offerta di cultura e di turismo sostenibile; da “Puglia 4.0, un sistema pronto alla sfida” è emerso che il rapporto fra sistema della formazione e le imprese deve aggiornarsi con nuovi strumenti in linea agli obiettivi 8 e 9 dell’Agenda Onu 2030 e la grande sfida si chiama innovazione; “Tutti per la salute, la salute per tutti” ha messo in primo piano la sanità, un cantiere aperto a nuovi obiettivi per potenziare i servizi territoriali, abbattere le liste di attesa, rendere diffusa la risposta di salute, ma anche l’esigenza di una maggiore integrazione sociosanitaria; infine in “L’importante è partecipare. Alla pari” idee e soluzioni affinché la Puglia riduca il gap di democrazia di genere, con una maggiore rappresentanza delle donne per Statuto in diversi settori e più poteri agli organismi di parità.

“Grazie a tutti coloro che hanno partecipato – ha dichiarato Michele Emiliano – grazie ai moderatori, grazie soprattutto a questo popolo pugliese che anche in pieno agosto non abdica alla sua funzione fondamentale, cioè di essere il sostegno della sovranità, non solo col voto ma anche con la partecipazione. Grazie a tutti e ce la faremo anche questa volta”.

La scrittura del programma prosegue sul sito www.micheleemiliano.it, dove i dieci tavoli tematici restano aperti per raccogliere proposte e idee.

Ufficio stampa Michele Emiliano

Redazione

LASCIA UN COMMENTO