Festival MACboat a Bisceglie, mercoledì 29 luglio le vibrazioni di Ian Cleaver si fondono con il “Giulio Scianatico trio”

0
133



BISCEGLIE, 27/07/20 – Secondo appuntamento con il jazz all’interno del Festival MACboat 2020 organizzato da Bisceglie Approdi, che per tale sezione si avvale del sapiente coordinamento del dirigente medico Stefano Porziotta. Mercoledì 29 luglio, con inizio alle 20.30, la darsena di nord ovest farà da suggestiva cornice all’esibizione di Ian Cleaver accompagnato dal “Giulio Scianatico trio”.
Tale progetto è nato dalla collaborazione fra il trombettista olandese Ian Cleaver (inserito da tempo con successo nella scena internazionale) ed il contrabbassista pugliese Giulio Scianatico nel corso della parentesi vissuta da quest’ultimo nel Paese dei tulipani. Saranno accompagnati da Enrico Le Noci alla chitarra e Dario Riccardo alla batteria. Il quartetto eseguirà composizioni originali e brani della tradizione afroamericana.
E’ consigliabile la prenotazione per motivi di sicurezza e di tracciabilità contattando il 338/7212416. Ingresso con contributo di complicità.

LE SCHEDE
Ian Cleaver
E’ una delle grandi promesse sulla scena jazzistica europea. Nato e cresciuto ad Amsterdam, ha iniziato a improvvisare in giovane età. Lavorando professionalmente dall’età di 16 anni, si è esibito con piccole formazioni/big band in festival come il Concertgebouw, il North Sea Jazz Festival, il Pescara Jazz e molti altri. Di recente ha condiviso il palcoscenico con artisti del calibro di Reginald Workman, John Engels, Dick Oatts, Jason Marsalis, Ben van Gelder e Jesse van Ruller.

Giulio Scianatico
Ha iniziato l’attività concertistica già all’età di 11 anni. Di solito si esibisce nei jazz club, teatri e festival jazz con piccole formazioni e big band. Ha studiato e collaborato presso il conservatorio “N. Piccinni” di Bari, scuola di musica “il Pentagramma” Bari, “Fondazione Siena Jazz”. Ha preso parte al “Jazz for Amnesty International” al fianco di musicisti di fama internazionale.
Grazie all’esperienza americana, durata tre mesi, ha avuto modo di confrontarsi e studiare con musicisti di fama mondiale tra cui: Doug Weiss, Aaron Goldberg, Kurt Rosenwinkel, Peter Bernstein e Greg Hutchinson.

Enrico Le Noci
Inizia a suonare la chitarra all’età di 14 anni. Consegue gli studi classici presso il Liceo Musicale Archita di Taranto, intanto intraprende lo studio della chitarra moderna con Salvatore Russo, che lo avvierà all’ascolto del jazz. Frequenta numerosi seminari in campo classico e jazz con artisti quali Aniello Desiderio, Jason Lindner e tanti altri. Nel 2014 trascorre un semestre ad Austin, TX, USA dove suona con la James Bowie Jazz Big Band partecipando a numerosi festival locali e non come il Duke Ellington Jazz Fest di New Orleans.
Attualmente studia e vive in Olanda, dove segue un Bachelor in Chitarra Jazz presso il Koninklijk Conservatorium di Den Haag.

Dario Riccardo
Studia batteria presso la scuola “Il Pentagramma” di Bari. Nel corso degli anni partecipa a numerosi seminari e workshop, tra cui i corsi di specializzazione di Umbria Jazz, approfondendo lo studio dello strumento . Collabora con diversi musicisti di calibro nazionale ed internazionale come Giovanni Amato, Daniele Scannapieco, Attilio Troiano, Vito Di Modugno, Micheal Supnick, Bepi D’Amato, Francesco Palmitessa, Guido Di Leone e Roberto Ottaviano.

Redazione

LASCIA UN COMMENTO