Sud al Centro – Santeramo in Colle: Nominata coordinatrice Beatrice Giampetruzzi

0
488

Al via la campagna elettorale del movimento politico della consigliera regionale Anita Maurodinoia “Sud al centro”. L’esponente politico riconferma la propria ricandidatura per le prossime elezioni regionali in Puglia e a sostegno del presidente uscente Michele Emiliano. Anche Santeramo in Colle avrà la sua coordinatrice: è Beatrice Giampetruzzi. Questo il suo curriculum vitae: giovane imprenditrice nel settore vitivinicolo come responsabile delle “Tenute Giampetruzzi”. Laureata in giurisprudenza con il massimo dei voti e con la passione per la cultura del vino per la quale ha ottenuto anche il titolo di sommelier, Beatrice è una “figlia d’arte” non solo per il lavoro ma anche e soprattutto per la politica. Il papà VITO GIAMPETRUZZI è stato non solo consigliere comunale e vice sindaco nella sua città, ma ha ricoperto anche la carica di presidente della Comunità Montana Sud Est Barese che gli permise di far parte del Consiglio Nazionale dell’Aiccre (associazione italiana del consiglio dei comuni e delle regioni d’Europa).

Eletto Consigliere Provinciale di Bari nel giugno del 2009, Giampetruzzi, (quando la Maurodinoia rivestiva la carica di vice presidente del Consiglio), assunse la funzione di assessore provinciale delegato a «Programmazione Finanziaria e Bilanci, Provveditorato, Economato e Patrimonio».

<<La nomina di Beatrice Giampetruzzi -dichiara Anita Maurodinoia- è la conferma che la grande famiglia di Sud al Centro guarda con attenzione al mondo giovanile e ripone in loro grande fiducia. Non a caso il nostro movimento vanta in numerosi comuni giovanissimi amministratori tra consiglieri, assessori e dirigenti locali, che quotidianamente, con competenza e serietà, si mettono al servizio dei propri concittadini.
Aver voluto la giovane Giampetruzzi coordinatrice di Santeramo, non è solo per il forte legame di stima e di amicizia consolidatosi con Vito nei cinque anni in comune alla Provincia, ma soprattutto per la mia volontà di dare spazio ai giovani, non “utilizzandoli ma responsabilizzandoli”, soprattutto quando sono preparati dinamici, intelligenti e anche belli come Beatrice>>.

redazione

LASCIA UN COMMENTO