Ad Libitum: a luglio la sesta edizione

0
255

Dopo il rinvio per la pandemia da Covid, ripartono a luglio gli appuntamenti della VI edizione di Ad Libitum – La grande musica nelle chiese di Polignano a Mare la rassegna culturale organizzata dall’Epos Teatro con il patrocinio del Comune di Polignano.

Per garantire la sicurezza degli spettatori – nel pieno rispetto del dpcm del 17 maggio 2020 e dell’ordinanza 255 della Regione Puglia –cambiano luoghi e tempi, ma non l’anima della rassegna.In estate e autunno Polignano a Mare ospiterà cosìconcerti, spettacoli teatrali, omaggi ai grandi autori e seminari di approfondimento. Due le location prescelte per questa prima fase estiva, con ampi spazi aperti per garantire il distanziamento: il chiostro di Sant’Antonio e l’atrio del Museo Pino Pascali.

Laprima parte del calendario di eventi,in programma dal 12 luglio al 28 agosto, è stata annunciataal termine dell’esibizione dell’Orchestra sinfonica metropolitana di Bari, che il 19 giugno scorso è stata l’anteprima ufficiale degli appuntamenti di Ad Libitum.

“Abbiamo vissuto il concerto di venerdì con apprensione e stupore – le parole del direttore artistico di Ad Libitum, Maurizio Pellegrini– Le recenti disposizioni in materia di contenimento del Covid-19 che hanno permesso allo spettacolo dal vivo di tornare finalmente al pubblico, hanno richiesto uno sforzo organizzativo di un certo calibro. Per essere stato, qui a Polignano, il primo evento dell’estate gestito secondo l’attuale normativa per lo spettacolo dal vivo, direi sia andata più che bene.Mi ha commosso l’affetto del pubblico che nonostante il poco preavviso ha esaurito le prenotazioni disponibili per l’atrio del Museo Pino Pascali in sole quattro ore”.

Gli eventi di luglio e agosto

Vediamo nel dettaglio gli appuntamenti estivi di Ad Libitum. Ad aprire gli incontri, è il concertoBeethoven 250, in programma il 12 luglionel Chiostro di Sant’Antonio. Un doppio omaggio, nel solco della filosofia di Ad Libitum: alla figura del celebre compositore tedesco nel 250esimo anniversario della nascita, e alle architetture sacre del borgo barese che ha dato i natali a Domenico Modugno, che la rassegna da sei anni valorizza grazie ai linguaggi della musica e del teatro. A partire dalle 21 Piero Rotolo (pianoforte), Paride Losacco (violino) e l’Agìmus String Quinteteseguiranno due celebri opere di Beethoven: la Romanza n. 2 in fa maggiore e la versione cameristica del Concerto n. 3 in do minore.

Si passa a sonorità contemporanee con il concerto in programma il 19 luglio alle 21: in Next Tango saranno il bandoneon di Fabio Furia e il pianoforte di Marco Schirru ad accompagnare il pubblico del Chiostro di Sant’Antonio in un viaggio sonoro sulle melodie del tango. Il 26 luglio è in programma un nuovo omaggio musicale, questa volta a uno degli autori più celebri del panorama musicale mondiale della seconda metà del ‘900: Burt Bacharach. Da Say a Little Prayer a That’s What Friends Are For: il repertorio di classici immortali – scritti per artisti del calibro di Dionne Warwick, Aretha Franklin e B.J. Thomas – rivivranno nell’atrio del Museo Pascali duranteil concerto della New Modern Orchestra (composta da Carla Bavaro,Paolo Debenedetto, Doni Antonelli, Franco Angiulo,Alessandro Binetti, Max Monno, Rossella Perrone, Gianluca Fraccalvieri e Fabio Delle Foglie).

Gli eventi di luglio si chiudono il 31 con il Duo voci di luna (ore 21). Chaminade, Donizetti,Morricone, Gershwin, Rota: un repertorio che abbraccia due secoli di musica, tra ‘800 e ‘900, quello proposto dalla flautista Francesca Salvemini e dalla pianista Silvana Libardo nel concerto in programma nel Chiostro Sant’Antonio.

L’ultimo appuntamento del cartellone estivo di Ad Libitum è dedicato a un compositore che ha legato a doppio filo la sua carriera al cinema: Ennio Morricone. Il 28 agosto alle 21 l’atrio del Museo Pino Pascali ospita Morricone Suite:il flauto d’oro di Giuseppe Nova e il pianoforte di Luigi Giachino faranno rivivere le grandi colonne sonore realizzate dal maestro per i film che hanno fatto la storia del grande schermo. Musica e immagini si uniscono, grazie ai contributi video proiettati durante il concerto: il montaggio realizzato dall’Alba Film Festival regalerà non uno spezzone generico ma l’intero racconto in sintesi del film.A introdurre l’incontro, la proiezione del cortometraggio musicale ‘Away – Immagini dal mio paese’ di Maurizio Pellegrini e Michele Roppo, con le musiche originali di Paolo Messa.

Insomma, un ricco e variegato programma per una manifestazione che anno dopo anno è capace di rinnovarsi, anche grazie al contributo dei partner, come il Traetta Opera Festival di Bitontol’A.G.Ì.MUS di Mola di Bari (principale partner di questa sessione estiva di concerti), e il supporto degli sponsor di Ad Libitum: Sala ricevimenti San Tommaso, Il Super Mago del Gelo – Mario Campanella, Il Buco preferito Tranquillage, Your House – Agenzia Immobiliare, Agenzia UnipolSai ASSITEAM di Zuccaro – Monopoli, Ristorante Cozzenere a mère, Ristorante Antiche Mura, Associazione Ristoratori Polignano e Associazione Albergatori Polignano.

Ticket e prenotazioni

Gli eventi prevedono un ingresso con contributo all’attività concertistica di 10 euro. Per partecipare è obbligatoria la prenotazione attraverso il sito ufficiale di Epos Teatro (www.eposteatro.com) o via telefono al numero 392 9642809. Rimangono validi gli abbonamenti per chi li abbia acquistati prima del lockdown.

“L’esperienza della quarantena in casa ci ha insegnato il profondo valore dell’arte – conclude Pellegrini – e la nostra città ha dimostrato quanto sia di prioritaria importanza l’offerta culturale non solo per una rapida ripartenza ma soprattutto per la costruzione di un futuro prossimo di Polignano svincolato dall’immagine della ‘località turistico-balneare’. Per questo abbiamo scelto di programmare una parte degli eventi in autunno, con il calendario che sarà ultimato nelle prossime settimane. Voglio anche ringraziare in particolar modo l’Asl di Bari, che dopo Ad Libitum Summer Week del 2019 ha permesso nuovamente l’utilizzo del Chiostro di Sant’Antonio, così da garantire un ambiente Covid free”.  

Gennaro Del Core

LASCIA UN COMMENTO